Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

13/04/12

I Bob aggiusta tutto

Date ad un uomo una scopa in mano e troverete ancora più polvere. Date ad un uomo un trapano e una mensola e troverete non solo la polvere, ma anche il pulviscolo del muro e tanti bei buchi per la stanza.
Perché sono pochi gli uomini bravi ad usare il trapano (e non solo in senso metaforico).

Tralasciando i muratori,che con il trapano ci vivono,gli unici che mi vengono in mente e che sanno usare questo strumento sono i dentisti e gli ortopedici. Ma questi ultimi,appunto, solo in campo medico.  
Dico,avete mai assistito al rito dell’uomo bricolage? Dall’inizio alla fine? Credetemi è un’esperienza dura,soprattutto se il lavoretto in questione sarà fatto nella vostra stanza.
Generalmente, dopo un paio di mesi (talvolta anni) in cui si ricorda all’uomo di casa (padre,marito o fidanzato che sia) di dover mettere a tutti i costi quella mensola o quell’attaccapanni in quella stanza e dopo aver perso tutte le speranze, ecco che il nostro supereroe dal trapano facile spunta armato fino ai denti: 

trapano,avvitatore,tasselli,viti,livella e martello. Più tanti altri stranissimi attrezzi di cui grazie a Dio non conosco il nome.
Posata l’attrezzatura e guardato con aria di sfida il muro ancora vergine, inizia finalmente il rito del lavoretto fai da te,con totale noncuranza delle vittime mietute durante lo spostamento o meno di alcuni mobili e soprammobili.
Con perizia scientifica iniziano a prendere misure e contro misure,sbattono a destra e a manca imprecando con il poco spazio a disposizione,disegnano sul muro delle enormi X come gli untori di Manzoni e partono con il trapano, mentre tu preghi che non becchino qualche tubatura e tenendo loro fermo l’oggetto da crocifiggere alla parete.
Finito lo sbucherellamento  hanno finalmente montato ciò per cui sono stati chiamati,e nel momento in cui farai notare che quel quadro è storto,o troppo in alto (o in basso) o che la mensola pende più della torre di Pisa, cosa risponderanno i nostri uomini di forza?
<<E’ colpa del muro che è storto…è colpa della mensola l’han fabbricata male…è colpa tua che non m’hai saputo dare meglio le indicazioni su dove volevi che mettessi sta cosa>>
certo,è sempre colpa degli altri,non del fatto che non sai metterci mano! Ma loro,soddisfattissimi del lavoro compiuto non demordono,anzi,in preda ad un raptus di puro altruismo iniziano a far buchi in ogni parte della casa piazzando appendini,quadri e mensole ovunque ci siano almeno venti centimetri di muro libero, lasciandoti sola con scopa e paletta a raccogliere il resto del loro lavoro.
E se beccano un tubo o il muro portante? Non è colpa loro ma di questi intoppi che non dovevano trovarsi li.
Come no, ora chiediamo alle fondamenta di spostarsi in base a dove devi trapanare tu!

L’ultima volta in cui mio padre s’è fatto prendere da questa mania da “Bob l’aggiusta tutto” per poco non trapanava la porta scorrevole della sala da pranzo che, giustamente,si trovava riposta nel suo apposito spazio dentro il muro.

Quindi miei cari uomini,quando vi diciamo che non siete cosa per mettere o meno un quadro su un chiodo,non offendetevi; se lo diciamo è perché vediamo il tutto dall'esterno e vorremmo che la nostra (e vostra) casa sia decente, non che sembri uscita da chissà quale terremoto.
Anzi, se proprio volete pensarci voi almeno chiamate un qualche esperto, di quelli con i pantaloni larghi che quando si abbassano si vede tutta la linea del sedere,di quelli che hanno la cassetta degli attrezzi grande quanto la loro auto e che soprattutto si fanno pagare perché quel lavoro lo sanno fare.
Non mi interessa risparmiare,mi interessa poter dormire senza aver la paura che il chiodo con cui m’hai attaccato il crocefisso sul letto non decida di crollare per il troppo peso.

1 commento:

  1. mi sto immedesimando xD anche io faccio così

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...