Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

12/04/12

Il raccolto primaverile

Respiriamo aria e viviamo aspettando primavera….nananan…c’è una ceretta calda che m’aspetta questa sera…nanananan

Scusate,ma l’idea che l’inverno stia finalmente finendo e arrivi la stagione dei fiori e del sole mi mette allegria. 
Anche se fuori soffia un vento gelido che m’ha sradicato mezzo giardino. 
Signore e signori manca poco alla primavera! 
Via gli stivaloni pesanti,via i cappottini e si a giacchette e allergie! 
Perché l’arrivo della primavera non si vede più dal numero di rondini in cielo o dai fiori sbocciati,ma dal numero di persone che iniziano a starnutire con una certa frequenza. E visto che mia madre e il mio ragazzo,che sono allergici cronici, hanno iniziato le danze dell’ecci,siamo vicini. 
Però,e non poteva mancare una mia domanda insensata,mi domando: dove sta il marcio nell’arrivo della bella stagione? Semplice: NELLA DEPILAZIONE. 
Perché d’inverno,con la scusa del freddo e dei pantaloni sempre indosso,noi donne facciamo fare la muffa a lamette e cerette. 
E i peli crescono,si sdoppiano,si intrecciano….fino alla primavera. Arrivato quel giorno vengono potati. Sradicati. Eliminati. 
Ed ecco che sorge un pensiero profondo: passi che d’inverno li lasciamo crescere per il freddo,fregandocene se il nostro fidanzato ci trova con un completino sexy e degli scaldamuscoli di peli neri sotto il ginocchio….dico io,ma durante la stagione calda non potrebbero cadere da soli? Insomma fare la muta come i cani,solo che invece di crescere altra peluria più leggera,sparisce del tutto. Glabre e perfette. 
Si risparmierebbero soldi,dolori e tempo. 
Invece no,stanno lì. Li eliminiamo e loro rispuntano,più duri e più stronzi. 
Potrai fare la ceretta,la lametta,la crema,il silk epile, potrai passarci sopra il diserbante o la falciatrice... loro rimarranno lì
Si nasconderanno sotto la pelle e si faranno chiamare peli incarniti; indugeranno dei superstiti in qualche angoletto di pelle e si moltiplicheranno nel giro di 10 secondi. Così,appena metterai i pinocchietti e uscirai,li rivedrai sotto la luce del sole e ti sentirai uno Yeti. 
Ed è inutile comprare l’ultimo ritrovato in fatto di cerette o rasoi elettrici,perché non avremo mai il risultato che vediamo nelle pubblicità,mettiamocelo bene in testa. 
Quelle ragazze bellissime che pubblicizzano cose così portentose sono già state potate da mani esperte. 
In più vengono oliate e messe sotto determinati fasci di luce che celano ai nostri occhi anche il più piccolo pelo rimasto o l'inestetismo più evidente. Dei veri specchietti per le allodole. 
Infatti il rasoio e la ceretta non lasciano certo delle gambe così lucide, perfette e morbide...ed è per questo che poi diventiamo schiave di creme e guanti di crine. 

Vogliamo parlare del guanto di crine? No? Parliamone! 
Il guanto di crine, una sottospecie di guanto fatto con le spine dei fichi d’india, in teoria dovrebbe levare gli strati di pelle morta, far uscire i peli incarniti dal loro comodo nascondiglio e agevolare la depilazione. Almeno dicono. 
Perché la sottoscritta,che di estetica non ne capisce una mazza,lo usa sotto la doccia e puntualmente sembra uscita da una battaglia contro una tigre mestruata. 
Rossa,graffiata e con più peli incarniti di prima. Deve essere davvero così perché funzioni,o è solo una trovata pubblicitaria? 
Capirlo è come trovare il pelo nell’uovo….anche dopo un’accurata depilazione da parte della gallina.

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...