14/04/12

Lo spacciatore di complimenti

Quando si è single capita spesso di uscire con delle comitive miste: maschi e femmine in numero più o meno uguale. 
E in queste comitive miste non manca mai lo spacciatore di  complimenti.
Dicasi spacciatore di complimenti un ragazzo che, in pieno turbinormonale, elargisce complimenti a qualsiasi ragazza, sperando di trovare qualcuna disposta a ricambiare queste avance. 

Nei lontani anni in cui la single per scelta (altrui) ero io, ho scovato proprio questo tipo di ragazzo e,  grazie al cielo, ero immune ai suoi complimenti. 
Cioè? 
Cioè non ne ricevevo manco uno! 
Non che la cosa mi rendesse triste o mi complessasse, anzi lo conoscevo da così tanto tempo da non pensare nemmeno alla remota possibilità di ricevere un apprezzamento da parte sua; diciamo però che l’orgoglio femminile ne risentiva. Ed ecco che puntualmente ogni sabato sera si assisteva a questa scena:

Adolfo: Che begli occhi che hai Ortensia…sembrano il cielo..
Ortensia: grazie.

Stop,nessun’altra risposta. 
Il giorno dopo il complimento passava ad un’altra ragazza della comitiva. Di colpo una aveva gli occhi color del cielo, un’altra color del miele….e io? Con il mio comunissimo color castano? 
Un giorno, in piena fase mestruale (quindi emotivamente più sensibile), chiesi finalmente di che colore fossero i miei occhi.
Alla mia timida domanda 
<< Ma i miei occhi, allora, son color cioccolato?>> 
la risposta fu tra le più gentili che potessi ricevere:

<<I tuoi cioccolato? Direi color merda.>>

Esatto. Color della merda. 
Lì per lì mi son messa a ridere, credendo che fosse una semplice battuta. 
Magari lo era davvero, o forse lo pensava con seria convinzione visto che non sono mai stata una tipa carina…però non gli diedi alcuna  risposta.
La discussione finì e non se ne parlò più.

Passarono i giorni e lo spacciatore di complimenti  colpiva  ancora:
quella aveva dei capelli fantastici, quell’altra un nasino spettacolare… e io sempre gli occhi color merda. 
Alla fine tutte le ragazze del gruppo si fidanzarono (compresa me!), la comitiva si sciolse e lui rimase senza ragazze a cui tessere delle lodi. 


A distanza di anni però, rivedendomi con queste persone, ho metabolizzato la risposta più giusta che potessi mai dargli (lo so,sono un poco ritardata): 


Senza il cielo e senza il miele si vive benissimo, ma senza fare la cacca no, quindi viva gli occhi color della merda!

1 commento:

Post Simili

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...