23/04/12

Non sono (s)portata


No,no e no. Non ho più l’età per queste cose. Quindi bando alle ciance,preferisco farmi venire il culo piatto sulla sedia.
Sono impazzita? No,sono vittima dell’acido lattico. Poiché prossima a:
 -una comunione
-due matrimoni
-un battesimo
-prova costume

ho deciso di mettermi in moto. Come? 
Come una povera mentecatta che non mette piede in palestra da cinque anni. 
Armata di tuta da ginnastica (che ormai mi sta stretta),magliettina in microfibra e due bottiglie d’ acqua da due litri ciascuna (al posto dei pesi), ho pensato bene di fare sport in casa. 
Risultato? 
Un crampo salendo le scale di corsa,collo bloccato per colpa di un movimento sbagliato durante gli addominali e,dulcis in fundo, una bottiglia è sfuggita al mio controllo spaccando un vaso. Però non ho sudato nemmeno un pochino. 
Ma perché non succede come nei film? 
Lì inizi ad allenarti che sei un deficiente che non riesce nemmeno ad allacciarsi le scarpe e,tempo due minuti,sei già un grande atleta pronto per le olimpiadi. 

Non è giusto dannazione,dov’è finita la mia grinta sportiva? Sicuramente dentro il borsone del karate. Perché la sottoscritta,prima di diventare preda dell’università e delle sigarette,era una sportiva. Karate,corsa,staffetta…non mi facevo mancare nulla. Poi a causa degli esami di stato è partita la pigrizia cronica e la voragine nel mio stomaco s'è allargata a dismisura. 
La tartaruga sul mio ventre s’è ribaltata morendo soffocata da gli strati di grasso,il doppio mento ha la sua personale pappagorgia e il sedere arriva sempre un’ora dopo di me. 
In compenso  i polpacci son sempre rimasti belli sodi,tanto da sembrare un’ex calciatrice in pensione. Se non fosse per i due km che separano la fermata della metro dalla facoltà ora come ora rotolerei. 
E’ inutile,la sportiva che è in me si sta strafogando di nutella guardando il Mondo di Patty. Cosa mi resta perciò per tornare in forma? 
Dieta? La sto seguendo salvo periodo premestruale. 
Palestra? Non ho tempo né voglia,visto l’esorbitante numero di persone che la frequentano lasciando in un mare di sudore ogni possibile attrezzo,o gemendo e compiacendosi davanti lo specchio mentre alzano i pesi. 
Andare a correre? Beh diciamo che il fato è contro di me: o non c’è mai nessuno che voglia cimentarsi con me in questa agonistica impresa,o piove. 
Oppure sono proprio io che non ne ho voglia. Quindi pazienza,teniamoci la panza…almeno  così potrò pagare alla cassa premaman senza dare nell’occhio e senza dovermi sorbire alcuna fila! 

1 commento:

  1. Esagerata, ma simpaticissima come sempre, bacione Salvatrice

    RispondiElimina

Post Simili

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...