Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

14/04/12

Sexy toy come il gameboy

No,non ci credo, hanno già chiuso il sexy shop–selfservice del paese! Poverino non aveva nemmeno un'anno. Si vede che c'è crisi signori miei...

Diciamolo,ormai il sesso (per chi lo conosce e per chi lo fa) non è più quello di una volta,anzi necessita di essere svecchiato e modernizzato. Ed ecco che entrano in gioco i sexy shop.
Ma cosa ci sarà mai dentro un sexy shop?
Ve lo dico io,anche se son sicura che chiunque nella sua vita ci sia entrato almeno una volta.
Un giorno,spinta dalla noia e dalla curiosità, ho convinto una mia amica ad entrare in uno di questi negozi dal nome assurdo (perché hanno davvero dei nomi assurdi come: “mutandine rosa”, “sexy sperm” oppure “paperella curiosa”) per vedere cosa nascondesse tra le sue tendine rosse e le telecamere in ogni stanza.
Ebbene,sono entrata ridendo e son uscita con le lacrime a gli occhi.
Intanto si trovava tra un negozio per bebè e uno di oggetti religiosi. In più c’ha accolte una signora che, più che una maniaca del sesso in corpetto di pelle e frusta, sembrava una nonnina amante della maglia. E già questi sono dei paradossi astronomici. Successivamente l’occhio è caduto su una vetrinetta piena di colori e oggetti fallici: erano i didlo.
Ora,da quel che so la forma del pene è una,varia in grandezza o in colore,ma sostanzialmente è sempre quello. Allora perché questi avevano le forme più disparate? Ce n’erano di piccoli (10 cm) e enormi (40 cm e più),pieni di bozzoli o con la parte finale a forma di animaletto (uno aveva la testa di Topolino!) oppure modello Cerbero,con tre teste.
Al che,con una faccia di bronzo unica,ho chiesto alla proprietaria come funzionino. La nonnina sadomaso ha iniziato ad elencarne i pregi e i metodi di utilizzo ( che vi risparmio) per finire con
 <<Sono modelli di alta tecnologia,questo ha diverse modalità di vibrazione,questo invece ha un movimento quasi naturale… questo invece si può usare per registrare al partner dei messaggi sconci..>>
ma scusi,sono dei falli di gomma o dei GameBoy? Ci manca solo quello che ti fa collegare ad internet per controllare le e-mail! Superata la prima vetrina,e trattenendo le risate,abbiamo trovato la sezione per uomini: tette di gomma,bambole gonfiabili e compagnia bella (e anche questi di varie misure,colori e alta tecnologia).
Ma la parte più divertente,credetemi,era quella dedicata ai film e ai travestimenti. Suora,medico,pirata,pompiere,idraulico…ci sono tutti,anche l’alieno! Anche se diciamolo,sono fuorvianti visto i modelli e le modelle che li indossano: l’uomo e la donna comune con quei vestiti farebbero solo ridere.

I film invece sono l’apoteosi dell’idiozia, da “Biancaneve sotto i nani” a “La lampo di Aladino”; che senso ha dar loro un nome se la trama è sempre la stessa? Può cambiare un poco il genere e gli attori,ma finiscono sempre nella stessa maniera: corpi sudati e ansimanti.
Infine,proprio quando stavamo per uscire,abbiamo trovato i gadget “divertenti”: piccoli falli a molla che camminano,mini bambole gonfiabili,maschere,manette con la pelliccia,dadi dell’amore…. Insomma delle ottime idee per diciottesimi e addio al celibato.

Dopo una giornata fatta di una così sana cultura,e cercando di uscire da quell’antro di lussuria e idiozie in maniera seria, mi sono chiesta: ma perché? Cosa spinge una casalinga a comprarsi un didlo? O cosa porta un manager a comprarsi la bambola gonfiabile? Per provare cose nuove? Ma provate il kebab, che dà più piacere e rimane sulle cosce per più tempo! Se a letto non avete più quel brivido,se ormai il sesso è monotono,non servono certo queste cose. Basta semplicemente ricreare l’atmosfera che v’ha fatto finire la prima volta tra le lenzuola,cambiare location per il fikifiki o come direbbe una mia amica, basta cambiare partner,se la solita minestra v’ha stufato. E si ricomincia a ballare la samba.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...