Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

13/06/12

La malaeducation

Di persone maleducate ne conosciamo tante. Anzi,possiam dire che spesso anche noi siam maleducati per colpa dei classici "cinque minuti di nervi":un favore non fatto,una risposta poco gentile ad una domanda,un bel paio di corna mostrate al conducente davanti….ma ci son determinati casi di maleducazione che non posseggono scuse.
Ad esempio:ipotizzate di essere seduti a tavola per pranzare o cenare;tutto è pronto,la televisione è stata addirittura spenta e si sta intavolando (ed è il termine più appropriato) una bella discussione pacifica stile famiglia del Mulino Bianco. Ad un certo punto però suona il telefono. Uno dei conviviali si alza,risponde e passa la bellezza di DUE ORE al telefono. Maleducato? Si,proprio come la persona che ha pensato bene di telefonare ad ore pasti per parlare del più e del meno. Vengo e mi spiego:se tu,amico o parente che sei,mi telefoni all’ora della cena per un’emergenza,son giustificata ad alzarmi e parlare al telefono per un paio di minuti. Ma se decidi di telefonarmi solo per raccontarmi che hai visto il sosia di Renato Zero al centro commerciale e,sapendo che stavo cenando,continui imperterrito a parlare a macchinetta….beh,sei davvero un gran incivile. E se ti do pure corda mostrandomi interessata alla discussione,son ancora più incivile di te. Non mi meraviglierei se mi lasciassero a bocca asciutta mangiando per i cavoli loro. Ma purtroppo il metro della poca educazione non è per tutti uguali. C’è un’amica di mia madre che,appunto,adotta questo comportamento:se mia madre chiama a casa sua ad orario pasti,la si invita a richiamare dopo cena. Se è lei a chiamare mia madre nella stessa fascia d’orario non si scollerà più dalla cornetta. Posso capire che spesso la sua cena non combacia (tempisticamente parlando) con la nostra,ma se ti dice <<Mi stavo sedendo a tavola per mangiare>> collega quel cervellino pieno di tintura per capelli e prometti di richiamare più tardi. Invece niente,parlano e parlano. Altro grandissimo segno di scortesia è l’intromettersi in discussioni altrui dopo aver sfacciatamente origliato ogni parola. Ovvero: un po’ di tempo fa mi son ritrovata ad una cerimonia. Seduta vicino al mio ragazzo(e ad altre persone che non conosciamo),parlavamo sottovoce per cercare di stemperare l’imbarazzo da “scusi,non so chi sia lei ma per caso se lo mangia quell’ultimo antipasto o me lo posso prendere io?”. Ad un certo punto,dopo circa venti minuti di chiacchiere,mi accorsi che la sua vicina di sedia stava origliando senza alcun ritegno. All’incrociarsi dei nostri sguardi (il mio furibondo e il suo da ebete) ha pure avuto il coraggio di dire << Eh…è maleducazione bisbigliare…NOI non sentiamo cosa dite e io non ho capito se conosco o meno quello di cui parlate!>>.No,aspetta:la maleducata sono io?!
Dove non arrivano questi cultori dell’ineducazione,arrivano ben altri tipi,forse un poco più “delicati” ma pur sempre poco educati: quelli che non ti danno del lei,quelli che ti superano in fila al panificio dicendo che han fretta,quelli che non ti fanno passare alla cassa pur avendo un misero pacchetto di patatine…figuratevi che,proprio in quest’ultima occasione,ho dovuto fingere di essere incinta per poter passare avanti. Cacchio,era una cassa rapida per 10 pezzi al massimo o per donne gravide e tu,che c’hai ottant’anni per gamba e due carrelli pieni di mezzo negozio,non mi fai passare pur avendo solo un pacchetto di patatine in mano? Grazie alla mia proverbiale faccia tosta e alla mia (ormai ex!) pancia prominente da ciccia invadente son riuscita a passare,con tanto di scuse della cassiera a nome della signora davanti a me. Perché a zotici simili non si può certo insegnare un poco di sana educazione: si deve rispondere con la stessa moneta.

2 commenti:

  1. No quella del "è maleducazione bisbigliare" non si batte!!! La gente è proprio fuori di testa!!!ahahaha!

    RispondiElimina
  2. Ahahahaha hai pienamente ragione in tutto! Mi hai fatto troppo ridere! Mi piace il tuo blog! ^.^
    Lenù.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...