Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

27/06/12

L'ova su d'aieri (Love is on the air)

<<L'ova su da ieriii nanananananannna.....l'ova su da ieriiiiiiii...>>
Si. Mio padre canta così la famosa "Love in on the air". 
Tutta colpa delle scuole che ha frequentato o più semplicemente è una vera e propria repulsione per l'inglese?

Grazie alla globalizzazione ormai parliamo più di una lingua. C'è chi parla il francese,l'inglese,il russo,il cinese,tre o quattro idiomi tutti diversi....bene o male poco importa,basta farsi capire. E poi c'è gente,come mio padre,che non riesce proprio a digerire una grammatica diversa da quella italiana. Soprattutto se si tratta di scrivere una cosa e leggerne un'altra.
<<Papà,si dice Love is on the air....>>
<<E io dico così,perchè non è giusto che si scriva in un modo e si legga in un altro! Ho sempre studiato il francese quando andavo a scuola,che per lo meno è simile all'italiano e al siciliano.>>
No papino caro,non son simili.
Ho parlato con un francese (anche io l'ho studiato) cercando di spiegargli che sostanzialmente tutti abbiamo un'origine latina per quanto riguarda il lessico,ma non c'è stato verso di farglielo entrare in testa. Per aver sbagliato la pronuncia di Hollande stavo per essere ghigliottinata come MariaAntonietta,tanto l' avevo offeso.
Dunque se non hai mai studiato l'inglese,non provare a cantare questa canzone,altrimenti fai la figura del fesso alle orecchie di chi ti ascolta. Invece niente,la solfa continua.
<<Se ti rovesciooon....se ti rovescion foriuuuuuu...>> 
(traduzione: Standing ovation for you). 
Figuratevi che l'ultima volta in cui siam andati a Roma,una turista americana ci fermò per delle indicazioni. Mio padre,tronfio al pensiero di poter far bella figura,alzando il braccio davanti a sè le rispose: 
<<You....O RAITT (right) go!>>. 
La poverina,guardando il gesto e ascoltando quelle "indicazioni", abbozzò un sorriso,ringraziò e fermò due turisti cinesi con cui si comprese benissimo. Papà era infatti convinto che "raitt" significasse "dritto" così come in siciliano ( rittu).
Ma dove non colpisce papino (che non scherza a suon di gaffe nemmeno con i francesi ),colpiscono le mie nonne e la sottoscritta.
Per mia nonna l'Auchan è "Oscialan",il jeans è "ginnis",e facebook è "fessibuc". 
Io invece,dopo anni a studiare l' inglese scolastico,ho speso un mese della mia vita per riuscire a pronunciare correttamente "Wish you were here". 


La colpa,però, non è delle lingue o della loro presunta difficoltà...no, è di come vengono insegnate. 
Dopo esser stata a Praga e a Madrid,ho capito che lo spirito di sopravvivenza è il miglior insegnante per quanto riguarda i vari idiomi del mondo. 
Provate ad andare in un paese straniero e a chiedere un bicchiere d'acqua in italiano. Non vi cagheranno al 100%. Provate in inglese e vi calcoleranno al 50%. Ascoltate gli altri clienti e tentate di ripetere l'ordinazione utilizzando quello che avete appreso: vi serviranno subito. 
Infatti,in quei cinque giorni madrileni, son riuscita a farmi capire benissimo:
"Mas Coca,Mas cerveza,Tiene tabaco? Por favor.". 
Niente di più e niente di meno.
L'unico problema è sorto in un Mc Donald's spagnolo. Ora ditemi: il Mc Chicken non è universalmente conosciuto con  questo nome? Bene,in Spagna si chiama "Mc Polo". Perciò,nel momento in cui ho ordinato "One Mc Chicken and chips with Coca,please",m'han guardato come un'aliena. 
<<No entiendo,repita.>>. 
Signori miei,dopo un'ora a scandire l'ordinazione in inglese,ho dovuto utilizzare il tabellone dimostrativo per farle capire cosa diamine volessi.
<<Ahhhh Mc Polo!!!>> 
oltre a tante altre parole a me sconosciute con cui m'avrà sicuramente fatto capire quanto sia ignorante.


Eppure è stato a Praga che ho finalmente scoperto l'unica vera lingua universalmente conosciuta. Non l'inglese,non i gesti,non i simboli,non il denaro....ma IL SICILIANO.
Parlate in siciliano con qualsiasi turista: scoprirete che avrà almeno uno o due amici tuoi connazionali,un parente di origine siciliana o sarà spostato/a ad una/o siciliana/o (e limitrofi). Altro che mandolino,mafia e pizza...noi siamo noti per espressioni come "minchia","strunzo" e "chi spacchiu ci dicu/mi cunti"! 
Paese che vai,lingua che trovi e siciliano che funziona!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...