Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

06/07/12

L'utilità dei libri "consigliati"

<<Signorina,se vuole studiare su un buon libro le propongo questo.....>> e fu così che trovare il Santo Graal divenne più facile del reperire il libro consigliato. Grazie professore,mi sta dicendo che trovarlo è già il segno di un diciotto sul libretto? No perchè.........dove minchia si trova?!
Ora direte: "nelle librerie". Si,quando il libro costa poco e non ne hai dovuto comprarne altri 4 originali (tutti di 70 euro l'uno). Ma quando il libro costa davvero tanto,nelle librerie universitarie lo vendono solo dietro richiesta e sostanzialmente dice le stesse cose degli altri quattro libri che hai a casa.....beh,meglio fotocopiarlo. Perciò inizia il calvario dello studente universitario.
Un mio professore,non contento dei tomi consigliati da 1000 e più pagine l'uno,se l'è sparata a un mese circa dall'esame con queste parole: <<Volete esser certi di passare l'esame? Comprate questo libro,è quello che più si adatta alla mia materia.>>. Nome sconosciutissimo anche ai veterani della facoltà.
Riunitami con altri due colleghi,decidemmo di dividerci le fotocopisterie della zona nella speranza di trovare questo libro a prezzo ridotto perchè fotocopiato. Quante saranno le fotocopisterie della zona? 100? Nessuna conosceva questo fantastico mattone di chimica.
"E' sicura che il nome sia questo?","è sicura che sia di questa materia?","è sicura che il libro sia ancora in produzione?","è sicura o siamo su Scherzi a Parte?","Minchia ancora lei? Non è spuntato nella notte quel cazzo di libro! Se lo compri nuovo!". Un buco nell'acqua,anzi nell'inchiostro del toner.
Amareggiati della sconfitta in ambito fotocopisteria,ci buttammo sui colleghi,compresi quelli che non calcoliamo mai nemmeno di striscio.
<<Ciao carissimoooooo Andrea!!!>>
<<Mi chiamo Reginaldo...>>
<<Fa lo stesso,che c'hai sto libro qui?>>. Momento di suspense. Perchè le risposte possono essere solo tre:
1) No,non l'ho e non conosco nessuno che l'abbia.
2)Si ,ma l'ho prestato a Tizio/venduto a Caio/ non te lo do manco se mi preghi in aramaico antico e spunta qui Lavoiser in persona!
3)Si che l'ho!!! Te lo presto volentieri,se non ci si aiuta tra colleghi....
Indovinate le risposte? Solo ed esclusivamente le prime due. Dai colleghi passammo ai laureandi,dai laureandi ai ricercatori,dai ricercatori a gli stessi professori (escluso quello che consigliò il libro per non farli sapere che volevamo risparmiare dei soldi). Nessuno lo conosceva o se sapeva cosa fosse,non l'aveva. 
Passai un'intera mattinata a far rintronare più del dovuto la bibliotecaria del dipartimento;me la son fatta amica, ci diamo del tu,tra poco ci scambiamo pure i numeri di telefono e i contatti Facebook....ma del libro nessuna traccia in nessuna biblioteca universitaria di Catania.
<<Senti,ho trovato questo...stesso cognome ma è di Legge! Mica è questo?>>
<<Nooooo è di chimica! Che mi studio diritto costituzionale a chimica?>>
<<Gioia mia bella,qui non c'è! Ma sto prof che cacchio vi chiede?>> Se ti sapessi rispondere non cercherei il libro.
Insomma,gira che ti rigira,decisi di andare nella libreria universitaria più fornita della zona. Entrai con aria affranta fustigandomi a più non posso con il libretto universitario. La proprietaria,con aria arcigna e sguardo superiore,sfoggiò un sorriso stentato e mi chiese cosa volessi.
<<Mi serve questo libro....entro quindici giorni...>>
Risata maligna! <<Signorina! Come può pretendere di averlo entro così poco tempo? Dobbiamo mandarlo a ritirare alla casa editrice sempre SE continuano a produrlo! Minimo un mese,sabato e domeniche esclusi. O così o niente.>>Raccolsi quel poco di dignità che m'era rimasta e rinunciai. Alla fin fine ho altri libri su cui studiare lo stesso argomento,internet è una fonte inestimabile di dispense universitarie gratuite e se quello mi vuole bocciare lo fa comunque. Nel frattempo i miei colleghi s'eran buttati nella ricerca online di qualche pdf contente questo libro.Risultato? E' stato trovato IN SPAGNOLO pur avendolo pubblicato un professore italiano tramite una casa editrice italiana.
Già mi vedo,seduta nella stanza del professore a spiegare la solubilità dei sali del secondo gruppo ballando a suon di tango. Giusto per non fare un esame troppo ordinario.

1 commento:

  1. Ti capisco perfettamente, anche i miei professori si divertono a farci comprare, oltre ai libri di testo (vado alle superiori) anche libri aggiuntivi, perchè secondo loro quelli che ci hanno fatto acquistare all'inizio dell'anno non sono completi. Peccato che questi libri siano fuori produzione da anni oppure i cartolai dicono che ci vorranno mesi per averlo.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...