Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

19/08/12

Camera Asgrebriç

<<Salve,buongiorno,vorrei prenotare una stanza per due persone....>>
<<Certamente signorina,mi dia un secondo per cercare la chiave inglese e le monto il facchino...>>
<<Avete mica una suite panoramica?>>
<<Ma certo signore, ecco la sua chiave per la suite Xencheg.>>
Ve lo immaginate? Cosa? Che l'Ikea apra una catena di hotel! Divertente vero? Beh,mi duole dirvelo ma è la pura realtà. Stando "alle ultime notizie un po' farlocche che non interessano più di tanto ma vuoi o non vuoi poi le conoscono tutte",l'Ikea aprirà entro il 2014 i suoi primi alberghi. E non al Parco della Vittoria giocando a Monopoli,ma a Berlino giocando sulla curiosità umana. Questi alberghi low cost invaderanno presto le più grandi città europee sebbene,tecnicamente,non ci accorgeremo dell'assonanza "letto strdghinf-letto della camera 340". Almeno così dice il portavoce dell' Inter Ikea,che non è il presidente dell'Inter FC con una brugola in mano pronto a rimontare la tibia a qualche  giocatore neroazzurro ormai prossimo alla pensione.
In pratica,tirando le somme,la ditta svedese più restia ad usare le vocali ha deciso di aprire queste catene alberghiere per permettere ai cittadini di poter soggiornare in maniera comoda ed economica, mantenendo uno stile semplice ed equo molto simile a gli acquisti dei mobili Ikea che son tanto semplici,resistenti e poco costosi. Lodevole iniziativa,ma mi permettete di fantasticare con la mente? Per par condicio dovrebbero iniziare a vendere le valigie in puro legno massello ghihghe,di quelle con le rotelline da montare comodamente a casa e da dipingere come vuoi.
Inoltre  me li vedo già questi casermoni blu e gialli,con la hall piena di chiavi inglesi e non di chiavi con il relativo portachiavi che pesano un quintale per "non portarsele a casa come souvenir". In più,ovviamente,ogni stanza sarà di sicuro ammobiliata con i prodotti Ikea. Perchè sarebbe da pirloni industriali acquistare altri tipi di mobili data l'enorme disponibilità di materie prime praticamente gratis.  E vogliamo parlare anche della zona ristorante? Se già all'Ikea ti propinano le polpettine di maiale con la marmellata,a colazione cosa si troverà? Pane,burro e marmellata o un'involtino di pollo caramellato? E la zona bambini? I padri li lasceranno annegare nella piscina delle palline colorate per potersi godere un pornazzo (a pagamento) in camera? E per firmare il conto a fine vacanza ci daranno le matitine o si userà una penna precedentemente montata ad occhi chiusi dai dipendenti? Son domande che mi assillano. Sarei tentata di andare a vedere di persona,ma ho paura di dover lasciare a casa i vestiti per potermi portare dietro la cassetta degli attrezzi. Metti che i letti son da montare,l'armadio da dipingere ecc ecc. In pratica non ti riposi,impari la nobile arte del Fai da te. A sto punto fatemi pure l'hotel di Lego,se non esiste già a Legolandia. Ve lo immaginate? Montarvi la stanza con i lego....
Ma torniamo all'hotel Ikea. Se all'interno del negozio gli esempi di zone abitative son grandi quanto il mio soggiorno,le stanze come diamine saranno? Ci entreremo in due persone o dobbiamo smontarci per poter dormire nello stesso letto bhwcsdah? Misteri che potrò risolvere solo andando a pernottare lì. Infine la domanda più importante di tutte: se l'hotel in questione non dovrà riportarci minimamente alla catena di mobilifici svedesi,che nome avrà? Nyvoll? Dunghentang? Sturmtruppen? Mi auguro solo che montino ben bene le stelle davanti l'ingresso,altrimenti dovrò portarmi dietro anche la vite Iolemnk.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...