Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

15/10/12

90! Spavento!

<<Beeeeelllooo ora arriva Halloween e ci sarà la mega maratona di film horror!>>
Scusa,ma non puoi essere come tutti i normali anglofili  che adorano questa festività d'oltre oceano solo per i dolci e per i travestimenti? Oppure buttati sul classico e festeggia solo l' Ognissanti.
<<Ma dimmi un poco,blogger dei miei stivali,allora preferisci le storie di terrore raccontate con la torcia sotto il mento?>>
Preferisco riempirmi la bocca di orsetti gommosi e aspettare che spuntino le carie.
<<Possibile che hai sempre terrore?>>
Il mio non è terrore: è ricerca del quieto vivere. Posso fare a meno di sapere se esistono fantasmi,zombie,mostri e compagnia non bella.
Sì,prendetemi per idiota,ma preferisco pensare a gli unicorni e a gli arcobaleni. Se spaventarsi è normale,per me è la prassi.
<<Perciò:storie no,film no....ma allora  di cosa non ti spaventi?>>
Direi che sia più facile parlare di tutto ciò che mi terrorizza. O di ciò che adesso non mi fa più paura come,per esempio,la famosa "piuma mobbida":quando avevo si o no tre anni,la mia prozia (devotissima fans di Padre Pio) mi regalò un uccellino di plastica blu chiuso dentro una gabbietta con un piccolo trespolo,una ciotola per il cibo e un bonsai di cui ancora mi domando il "perchè?!?!". Questo meraviglioso agglomerato di plastica non adatta ad una bambina aveva due particolarità: la prima era che cinguettava nel momento in cui battevi le mani,starnutivi o suonava il campanello/il telefono. La seconda erano le piume sulla coda; erano vere. Ora,non chiedetemi perchè,ma quelle piume mi terrorizzarono. Forse perchè le associavo ad un vero uccellino o forse perchè sapevo che con le piume si può fare il solletico e,modestamente,ne soffro parecchio. Sta di fatto che,quando questo meraviglioso gingillo si ruppe,svolazzarono per la mia stanza spaventandomi a morte. L'unica che ne trasse giovamento da questo mio terrore piumato fu mia madre che ne adoperò una come "antifurto" per il suo portagioie in cui adoravo infilare le mie manine paffute; ancora oggi mi prende in giro imitando il mio "Nooo la piuma mobbiddaaa noooo" .
Crescendo sparì questa mia piumosa ansia e riuscì a impadronirmi di nuovo del portagioie di mamma. Ma le paure che ancora m'accompagnano sorsero successivamente grazie a quei buontemponi dei miei cugini più grandi e più stronzi,i quali non perdevano tempo per spaventarmi. Mi chiudevano nello sgabuzzino,spuntavano dietro le mie spalle urlando come pazzi mentre leggevo o ero sull'altalena,si mascheravano e appostavano dietro gli angoli della casa...sarà mica per questo che non riesco a stare con le spalle rivolte verso la porta e odio il buio? 
In più mia cugina più grande tentava sempre di tenermi buona con i vinili e le musicassette delle classiche fiabe per bambini che in realtà celano risvolti cruenti:Cappuccetto Rosso,La bella addormentata....tutte con i loro terrificanti rumori di sottofondo o i crescendo delle colonne sonore proprio quando si sentiva solo la puntina che girava sul disco. Tutt'oggi il solo sentire il giradischi mi fa venire la pelle d'oca. 
Un'altro caso di terrore idiota invece risale ai tempi delle medie,quando mi raccontarono la leggenda metropolitana della "classe scomparsa nell'anfiteatro di Piazza Stesicoro"  proprio il giorno prima di una gita sul luogo del misfatto. Immaginatevi come stavo. Da quel giorno, le urbans legend mi terrorizzano ancora,compresa la storia del fotogramma satanico in Bianca e Bernie. Non son più riuscita a guardarlo. 

Una volta arrivai  a spaventarmi pure di me stessa: nel cuore di una calda notte d'agosto,mi svegliai a causa di uno strano peso sul viso. Con la mano destra cercai di toccare la mia faccia e,notata un'altra mano inerte su di essa,cacciai un'urlo stratosferico. Prossima ad un'infarto cercai di levarmi questa gelida cosa che mi premeva il volto,finchè non mi resi conto che era la mia mano sinistra atrofizzatasi per la postura.

Insomma,patti chiari e amicizia lunga: Halloween sarà pure una bella festicciola che rende Novembre un mese più interessante,ma se non fossero annesse anche le storie horror sarei un filino più propensa ad americanizzarmi. Ora come ora potrebbe apparirmi davanti anche Babbo Natale in persona pieno di doni e lo stenderei con un calcio. Giusto per combattere le proprie paure.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...