Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

06/11/12

Convintissimo Adone

Ho parlato tanto delle perfettine alla “ma quanto so’ figa”. Però mi pare doveroso parlare anche del loro corrispettivo maschile: il convintissimo Adone, un incrocio tra un modello D&G e Gastòn,il cacciatore tamarro in "La Bella e la Bestia". Analizziamo dunque questo tipo di ragazzo che purtroppo noi tutte conosciamo.

Il C.A.,generalmente figlio unico o unico maschio piacente della famiglia,sviluppa il suo carattere narcisistico verso i quattordici anni, quando finalmente sveste la figura del bambino Kinder e inizia a prevaricare (nei cuori delle ragazzine) tra i compagni di classe grazie alla sua avvenenza. Complice un DNA discreto,questo esemplare di uomo sviluppa pian piano un’altezza vertiginosa,accompagnata da qualche caratteristica fenotipica che lo rende davvero attraente: capelli e/o occhi chiari,labbra carnose,mani possenti,ottime proporzioni fisiche,voce sensuale,lineamenti perfetti... purtroppo,in maniera inversamente proporzionale,sviluppa un eccessivo ego pompato a dismisura anche dai complimenti delle parenti tra cui spicca la madre,ex aspirante a Miss Italia o donna sposata ad un mollusco,il cui unico passatempo è dire <<Ma quant'è bello mio figlio?!?!>>. 
Dati i regali che Madre Natura gli ha gentilmente offerto,egli non perde tempo nel sfoggiarli e migliorarli ulteriormente sfondandosi di palestra,gel per capelli e vestiti all'ultima moda, oltre a qualche piccolo aiuto estetico dato da cerette,manicure,pinzette per le sopracciglia e scrub. Dopo anni di sport scontati come calcio,basket,pugilato e rugby,il nostro C. Adone tende ad impersonare il ruolo del maschio alfa all'interno del suo territorio di caccia; con sguardo furbetto e sorrisino beffardo attivati dal "radar della patata",miete vittime  fingendosi un ragazzo sensibile e dai sentimenti puri che a tutto pensa meno che al vantarsi con gli amici delle proprie prede sessuali.

Ma da cosa si riconosce il soggetto sopracitato? Gli indizi sono molteplici e difficili da riconoscere immediatamente. Innanzitutto il C.A. assume qualche posa tipica di una pubblicità per boxer: sguardo annoiato e un poco incazzato rivolto verso il vuoto,mentre i pettorali son stretti in qualche maglietta aderente e la barba è lasciata falsamente incolta per dare l’effetto dell’uomo “vero”. Costantemente aggiornato anche su  gli ultimi ritrovati della tecnologia,li sfoggia davanti alle possibili prede sessuali mandando loro il seguente messaggio subliminale “Io son figo e c’ho i soldi. Trombami!”; contemporaneamente, mette pure in guardia  i possibili rivali. Protende spesso a celare il suo sguardo narcisista dietro degli occhiali da sole (per avere più carisma e sintomatico mistero…) anche in luoghi chiusi che,ovviamente,son locali molto trendy. Nel momento in cui instaura una discussione con qualche donna,il suddetto Adone vanta la sua bravura da attore facendole credere di essere altamente interessato a ciò che gli viene detto,intercalando qualche sorrisino ammiccante e guardandola dritta negli occhi per farla confondere. In più,se si tratta di un Adone fumatore, ostenterà la sua abilità alla James Bond di parlare e fumare senza farsi finire il fumo negli occhi, tirando profonde boccate accarezzandosi le labbra. Anche il magnaccio che dice "Brava Giovanna,Brava..." rientra nei suoi esempi di comportamento. 
Grazie ai social network può mettersi ulteriormente sotto i riflettori postando foto di lui a: mare,durante una partita,con gli amici,in moto,mentre scia,seduto su di una panchina con lo sguardo perso nell'infinito, con la camicia leggermente sbottonata come se si stese appena vestendo…foto che,ovviamente,sembrano siano state scattate “senza che lui lo sapesse” ma che in realtà celano ore e ore di prove trucco e di portamento. Accettando le amicizie di tutte le ragazze carine che conosce,fingerà di essere interessato alla loro vita distribuendo “Mi piace” e smiley a destra e a manca,anche se lei ha appena scritto che sta vomitando l’anima. Inoltre,provando a fare credere al resto del mondo che a lui la sola bellezza non interessa e che è proprietario di un cervello "fuori dal comune",condividerà milioni di post su argomenti scottanti di cui realmente non sa una pippa. Inspiegabilmente,è pure iscritto all’università sebbene sia lì solo per cercare altre prede. 
Nel momento in cui qualcuna cade tra le sue possenti braccia con il perizoma a mezza coscia,la storia d’amore che ne nascerà durerà si e no….tre mesi. Passando per il nuovo Rodolfo Valentino (per le più giovani: Gabriel Garko),la riempirà d’attenzioni,frasi sdolcinate e momenti che nemmeno Moccia sotto effetto della cocaina riuscirebbe mai a far vivere ai personaggi dei suoi libri. La frase del giorno sarà “ti rispetto e ti amo”,almeno finché lei non gli darà quello che vuole (e sappiamo cos’è). Solo in rarissimi casi il Convintissimo Adone riuscirà realmente ad innamorarsi,ma saranno situazioni in cui lei,sua corrispettiva femminile,non lo degnerà mai di uno sguardo. Più che amore è una sfida.
 Finita la relazione la sfrutterà per far credere,alla prossima ragazza, di essere “un poverino con il cuore infranto” anche se in realtà la sua ex non riesce più a passare sotto le porte grazie alle molteplici corna ramificate che lui le ha gentilmente lasciato come ricordo. Se per caso è ancora in stallo sessuale, troverà qualcuna che diventi una semplice trombamica,soprattutto se si tratta di qualche ex compagna di scuola per niente carina ma pazzamente convinta di poter stare con “uno come lui”.

Infine,il C.A. finge di non riconoscersi come tale;tende spesso a dire  “sono un cesso”  perché  necessita di esser smentito ai fini di passare per un modesto,anche se effettivamente è profondamente insicuro di quello che potrà un giorno diventare quando la sua avvenenza sparirà. E quel giorno,scoperto come la natura gli abbia regalato anche la calvizie e che i muscoli non durano dopo un mese senza palestra,diverrà uno zerbino nelle mani di qualche stronza.  Rimarrà aggrappato al ricordo della sua prestante giovinezza e con quel suo cipiglio da immaturo cercherà di fare il figo cinquantenne,suscitando ilarità e sconfinata pietà. Date tempo al tempo!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...