Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

08/12/12

Mi illumino d'immenso....odio!

Altro che Napolitano e il suo vivo e vibrante (cit. Crozza) augurio di buon anno. Voglio farlo io il messaggio alla nazione a reti unificate.
Italiani e italiane,è con immensa emozione che voglio parlarvi di un grandissimo problema che affligge molti di noi. Alcuni ne son a conoscenza fin dai tempi più remoti,altri riescono ad aggirare l'ostacolo ogni qualvolta si ripresenti e molti ancora non ne conoscono il vero significato. Sembrerebbe quasi una sciocchezza ma,per diretta esperienza, non è uno scherzo da poco.
Comprare le lampadine non è da tutti. E vi porterò un esempio.
Proprio ieri ho dovuto cimentarmi nell'acquisto di una lampadina per la mia bellissima e intramontabile lavalamp ( o lampada Astro,quella con dentro una cera che riscaldandosi si muove verso l'alto e lì,raffreddandosi,riscende). Come ogni altro essere umano inesperto nell'acquisto delle lampadine e medio conoscitore dell'elettromagnetismo, ho trascritto le misure incise sulla base della lampadina:
-230 V
-50 Hz
-25 W
Nel pieno delle mie facoltà son dunque andata all'apposito negozio di elettronica e ricambi. A parte che ad accogliermi è stata la versione umana di Sid il bradipo dell'Era Glaciale,per circa venti minuti son rimasta imbambolata davanti ad un'intera parete piena di scatole e scatoline contenenti vari tipi di lampadine.
Sid:<<Signorina,mi dica....desidera?>>
Io:<<Guardi mi servirebbe una lampadina piccola con queste caratteristiche.>>
S:<<Led?Alto consumo?Basso consumo? Quanta scarica? Marca di preferenza?Attacco piccolo? Attacco grande?>>
momento momento momento......eh?!!??!
I:<<E' per una lampada piccola....>>
S:<<Che attacco?>>
I:<<L'attacco alla presa che c'è nel muro....>>
S:<<No,dico...la lampadina che attacco deve avere?>>
I:<<Piccola (?)>>
Riassumendo: ho passato un'ora cercando di farmi capire. Son arrivata al punto di indicargli con le dita la grandezza della lampadina precedentemente utilizzata  finchè non se n'è uscito con
S:<<A goccia? A boccia? Tortiglione? Sfera?>>
Ma...son entrata in un negozio di elettronica o dal mio parrucchiere? C'ha mica le lampadine con la riga di lato?
I:<<Quella che c'era prima era....A FUNGHETTO!>>
Se avessi avuto un pezzo di carta e dei pennarelli giuro che gli e l'avrei disegnata a costo di dover uscire il mio lato infantile.
Alla fine,dopo l'essersi convinto di parlare con una mentecatta,il caro Sid m'ha appioppato una lampadina di 9W con l'attacco piccolo,a basso consumo e a forma di pallina da ping-pong.
Prezzo: 4 euro.
Tornata a casa ho inserito la lampadina nell'attacco della lampada Astro. Miracolo, la grandezza della base è giusta! Felice come una pasqua ho cercato di posizionare la parte superiore della lampada in modo da poter finalmente ri-godere di quel sali e scendi ceroso. Peccato che la forma della lampadina,così rotonda e un poco alta,impedisse alla parte superiore della lampada di star ferma e,di conseguenza, di riscaldare come si deve la superficie d'appoggio in vetro. In poche parole ho annichilito il concetto di base dell'instabilità di Rayleigh-Taylor.

Ecco il motivo per cui rivolgo il mio messaggio alla nazione.
Popolo della Terra,diciamo basta a questa discriminazione intellettuale sulle lampadine! Basta alle loro forme più disparate,alle informazioni più inutili e a gli attacchi tutti diversi! Che si uniformino questi piccoli agglomerati di vetro e campi elettrici al fine di aiutare delle povere vergini nell'acquisto di tali cose.
Che si dica semplicemente il nome dell'oggetto in cui verrà inserita la lampadina e che essa sia universalmente adatta per quell'ingresso.
<<Mi serve una lampadina per la piantana.>> 
e lampadina per la piantana sia,senza problemi di attacco,forma e watt.
<<Mi serve una lampadina per il lampadario!>> idem come sopra.
"Per l'abatjour,il faretto,il neon della cucina..." tutti con la loro specifica lampadina.
<<Mi serve una lampadina a funghetto.>>
<<Non ne fanno più...non si sbriga prima a comprare una nuova lavalamp?>>.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...