Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

14/01/13

Nel momento in cui viene superato quel limite....

...dove vita privata e vita accademica son due cose ben distinte,ci si può davvero rinchiudere in un eremo per cercar di ritrovare il proprio Io.
Pur non essendo certa che questa cosa accada o meno anche alle altre persone,posso dire che chi sputa sangue amaro sui libri (universitari o meno che siano) può in un certo qual modo capire il mio discorso. Perchè,così come è bene tener lontano le preoccupazioni lavorative dal resto della propria esistenza,in ugual maniera si può pretendere tale sforzo anche per chi è un mero studente. Detta in maniera papale papale,se i professori spiassero alcuni loro alunni dovrebbero come minimo dar loro la materia senza batter ciglio. Infondo,potete mica ritenere normale il parlare di isomeri E-Z con un bambino di 11 anni il cui unico concetto di chimica è la Mento's nella Cocacola quando la sua domanda verteva semplicemente sulla differenza tra le parole "alcani" e alcheni" lette per sbaglio su Focus? 
A mio cugino,per esempio,è bastato vedere un vecchio Codice Civile per iniziare una lunga discussione sui codici risalenti all'anteguerra. Al mio ragazzo basta chiedere la differenza tra capriata e volta e inizia ad accendere l'Autocad che s'è installato nella testa.
Sarà deformazione professionale o l'avere il cervello completamente ostruito da tali informazioni,ma queste cose purtroppo capitano più spesso del dovuto,dando informazioni per le quali milioni di persone se ne sbattono i così detti o che possono creare un leggero senso di panico nel caso in cui la materia in questione non è del tutto chiara. E qui si arriva al succo del mio discorso:le due esponenti di tale "terrorismo informativo-accademico" siam io e la mia amica/dottoressa Cikijei.
Mentre le altre ragazze,normali ragazze nostre coetanee,parlano di quanto sia bello il nuovo smalto della Chanel...io e C. passiamo i pomeriggi parlando di scienza tra di noi o con chiunque ci capiti a tiro. Che sia per ripassare i concetti appena appresi o per scambiare informazioni,c'è sempre una qualche "curiosità" scientifica per la quale non possiamo tacere. Così,se una mette in guardia l'altra sul pericolo del Leisoderma Serricorne (parassita del tabacco) mentre si fuma davanti ad un buon caffè,la degna comare la mette in guardia sulle frasi di rischio per l'utilizzo sicuro delle sostanze ritenute tossiche parlando di detersivi per la casa; mentre una fa passare la voglia di mangiare salmone affumicato a causa della listeriosi e altre ventordici schifezze a pochi giorni dal capodanno,l'altra spiega il perchè non si debba aggiungere il sale prima che l'acqua nella pentola inizi a bollire subito dopo il pranzo.
C:<<Ma tu lo sai che se per caso il formaggio che hai in frigo presenta una leggera chiazza giallo ocra significa che è iniziato il processo di decomposizione ed è inutile levare solo quel pezzettino marcio dato che anche nel resto del formaggio i batteri hanno....>>
I:<<Davvero?? Non mangerò più formaggio! Invece lo sai che i cristalli liquidi possono essere utilizzati per la cura contro le cellule tumorali in quanto possono esser "tarati" per il calore emesso da queste cellule che...>>

Ovviamente tutto ciò,a gli occhi degli estranei,può sembrare qualcosa di assurdo.
C'è chi,difatti,ci prende per delle secchione patentate cresciute a pane e libri;c'è chi ci prende per delle noiose saccenti che sfoggiano quelle quattro cose che sanno. Altrimenti c'è chi trova in noi dei surrogati umani di Wikipedia o Google,domandandoci la qualsiasi cosa a cui,come è normale che sia,non sempre riusciamo a dare la risposta che vorrebbero ricevere.
<<Ah,ma quindi tu non sai perchè si utilizza questa pianta per fare la mia crema antirughe e tu non sai dirmi come posso fare una bomba in casa? Ma allora che ci andate a fare all'università?!>>
Infine c'è chi,come il proprietario di una piccola bottega sul lungomare,ha ancora il terrore di dire "HACCP" in presenza di Cikijei onde evitare il suo sguardo omicida mentre spiega per filo e per segno i controlli sui pericoli della contaminazione alimentare . 
E tutto questo è solo l'inizio di una lunga carriera piena di follia  speranze.

2 commenti:

  1. Come ti capisco... Sono ingegnere e la deformazione mentale (e anche l'alienazione) e' richiesta ;-)
    E non aver paura, HACCP e' una sigla che conosco dall'infanzia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è tipico di ogni carriera scientifica cedere all'alienazione xD Che bello,mi sento meno sola :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...