05/02/13

Gli amici sono i parenti che ti scegli....

...ma i suoceri sono quelli che ti ritrovi. E devi pure tenerteli.
Suocera o suocero che sia, il rapporto con i genitori del/la proprio/a partner son sempre strani. Tralasciando il primo incontro, in cui l'emozione e l'imbarazzo la fanno da padrona portandoci a fare delle magre figure, è dalla terza frequentazione in poi che si può davvero dire "ho un/a suocero/a fantastico/a" o no.
Ma in che tipologie di "secondi genitori" possiamo incappare?
Pur essendo delle categorie che valgono per entrambi i sessi, saranno individuati  solo con quello/a che generalmente è il più "rappresentativo".

-La suocera ficcanaso: dagli armadi del figlio alle famiglie dei suoi amici; dalla tua presunta dieta all'idea di andare a fare un viaggetto con il tuo Lui, è sempre pronta a fare domande. Chi, dove, quando, perchè e come sono gli incipit del 90% dei suoi discorsi e, nel caso in cui si riesca ad ovviare la cosa, inizierà a carpire altre informazioni mimetizzandosi con la tappezzeria o piazzando cimici in ogni dove, bagno compreso per vedere se "ti sono venute in ritardo o no". Nei casi più gravi, riesce a posizionare un metal-detector e uno scanner corporale davanti la porta di casa per sapere cosa entra in casa sua.  In più è parecchio logorroica tant'è che parlare è la sua funzione primaria. Parla con te, con il marito, con il gatto, con le piante, con il figlio, con la parrucchiera, con la vicina di casa....con tutti. Di cosa? Di sè o della sua famiglia; o di te e il tuo ragazzo. O di te e la tua famiglia. Entrando nei particolari a più non posso.

-Il suocero saccente: è quello che "sa tutto" e "ha sempre ragione"; perciò chiunque la pensi diversamente da lui è un "cretino" o una "stupida oca".  Egli adora stuzzicare il genero/la nuora con domande a sfondo politico, scolastico, di cultura generale e chi più ne ha ne metta trattandolo come un cerebroleso. Se, malauguratamente, il malcapitato esprime un'opinione contrastante con l'etica/l'educazione/la sapienza del suocero, iniziano veri e propri dibattiti in cui Sgarbi ne uscirebbe perdente. Inoltre tende a dare sempre consigli per la qualsiasi cosa, fosse la potatura delle rose o la posizione migliore per fare l'amore. Perchè lui è più grande, è stato giovane prima di noi e "ha studiato tanto". 

-La suocera opportunista con molta tempistica: convinta di aver trovato un'altra figlia o un altro figlio, la/lo sfrutta fino allo sfinimento. E porta mia figlia lì, e aiutami a montare la tenda, e apparecchia la tavola....conscia della buona educazione di queste povere anime pie, sfoggia falsi sorrisi e ignobili ringraziamenti; altrimenti corrompe la sua vittima con promesse di chissà quale mirabolante piatto è capace di preparare. Se quella persona non potrà adempiere al compito richiesto perchè, magari, è prona sul letto a causa di una malattia, fingerà di non essersi offesa.....ma per ogni evenienza non lo/la degnerà più nè di uno sguardo nè di un saluto. Altrimenti se tu e lui volete uscire, o star semplicemente sul letto a guardare la tv, nel preciso momento in cui metterete in moto l'auto (o vi sarete levati le scarpe) chiederà qualcosa. Di spostare un mobile, di andare a comprare il pane, di accompagnarla a fare la spesa, di pulire la stanza perchè stanno arrivando ospiti. Non sgarra di un secondo.

-La suocera fantasma: croce e delizia! Ella non ama farsi i fatti tuoi o, per lo meno, finge di non farseli. Non ti chiama mai, fa poche domande, non fa un interrogatorio al figlio, non entra in camera sua di soppiatto e non sa nemmeno il tuo cognome. Il problema però sorge nel momento in cui hai bisogno di lei. Metti che devi chiederle di tenerti i bambini per un'ora; non è mai reperibile. Ti manderebbe in paranoia anche su cosa potresti regalarle per il compleanno dato che non parla mai dei suoi interessi. E se la inviti per le feste comandate, non c'è perchè magari ha il corso di uncinetto o deve partire con le amiche per Santorini. 

-Il suocero che si sente solo:cerca in tutti i modi di fare ciò che suo genero fa o che fa sua figlia in compagnia del fidanzato (escluso QUELLA cosa). Vanno a ballare? Sospira "ehh...vorrei andarci anche io". Vanno a pesca? <<EH....quand'ero giovane ci andavo sempre ora con chi ci vado?>>. Quando finalmente, più per pietà che per voglia di averlo con sè, lo si porta da qualche parte, avrà da ridire. Non è più come ai suoi tempi, non ha più il fisico per fare quella cosa, non si dovrebbe fare così.....allora lo si lascia a casa, no? Sì, ma poi toccherà stare a sentire i suoi sospiri e le sue frecciatine.

-Il suocero spiritoso senza freni inibitori: credendo di essere la reincarnazione di Totò, già dal primo incontro si cimenterà nella dimostrazione della sua "simpatia". Per esempio, potrebbe dire al figlio...<<Ma non avevi detto che era bionda la tua ragazza? Questa è bruna, è quella dei giorni dispari? >>(attesa di un'eventuale risata che non arriva). 
Dopo la convinzione di aver preso confidenza con la nuora/il genero, si lascerà andare a gesti ed espressioni che non sono tollerate nemmeno dai suoi stessi famigliari. Cosa? Beh, un rutto a tavola con tanto di auto-complimenti vi dice qualcosa?

-Il suocero tecnologico: non accettando l'avanzare dell'età, si butta sui cellulari di ultimo modello e sui socialnetwork, chiedendo l'amicizia sia alla propria prole che a gli eventuali fidanzati/alle eventuali fidanzate. Una volta scoperto il "tag", il "condividi" e altre mirabolanti azioni per farsi i cazzi altrui, commenterà ogni cosa pubblicata dai figli/dalle fidanzate o li taggerà in foto orripilanti riguardanti la loro infanzia, come la foto sul vasino o vestito da Pierrot. Farà commenti a suo dire spiritosi, smiles che non c'entrano niente o veri e propri rimproveri perchè "non si scrivono parolacce" o "dovresti essere a studiare". Vengono puntualmente bloccati dopo un giorno.

-La suocera  che fa tutto meglio di te: è quella che, con la scusa di darti una mano perchè "sei novella sposina/sei neomamma" entra in casa tua e apre tutto; cassetti, porte, ante, scatole...tutto per vedere se sei davvero ordinata e pulita com'è lei.  E se non lo sei (e non lo sei,secondo il suo metro) inizierà a pulire e riordinare usando criteri che ti faranno ritrovare le mutande nel cassetto del mobile dei medicinali e i medicinali nell'anta della cucina. Oppure ti chiederà per filo e per segno come cucini una determinata cosa, inveendo ogni due e tre perchè "lei lo fa diversamente e viene mille volte più buono". Controlla con il righello e la livella se gli angoli delle  camice piegate sono corretti, se il lenzuolo pende in egual maniera da ambo i lati e se è stato ben messo; controlla la glicemia del figlio per capire se mangia correttamente e regola tutti i contatori e termostati di casa per farvi risparmiare; il tutto al suono di <<Cosa fareste senza di me?!>> ....cosa faremmo? Vivremmo meglio!

3 commenti:

  1. momosina a volte mi chiedo: quando scrivi un libro sulla società!? Per me momosina vedi tantissime cose che altri non hanno tanto il coraggio di ammettere... :3 un bacino momoso sempre divertente e brava! :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Momo ^_^ Però non credo di avere le carte giuste per scrivere un libro di sociologia :D In compenso è vero,non ho peli sulla lingua :P

      Elimina
  2. Il suocero tecnologico...il mio è un drogato di Youtube!

    RispondiElimina

Post Simili

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...