Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

07/02/13

"S.Valentino è....

..la festa di ogni cretino e chi crede di essere amato,verrà sempre e solo fregato" ripetevamo,da piccoli,ogni volta in cui si arrivava al famoso 14 febbraio.
Poi però crescemmo e S.Valentino divenne un'ossessione.
Ho conosciuto persone che si fidanzavano (guarda caso) il 12 di febbraio e si lasciavano il 16. Ho visto persone accettare avance dai più brutti della scuola estorcendo promesse su promesse,come l'andare fuori a cena o il ricevere dei cioccolatini, incuranti delle illusioni che creavano nelle menti di questi poverini.
Ho assistito a vere e proprie scenette di falsa sorpresa per dei mazzi di rose rosse lasciati "da chissà chi" sul banco di scuola, mentre si cercava di nascondere lo scontrino del fioraio che spuntava dallo zaino....
E non provavo invidia. 
Ok,forse un pochino dato che il mio primo S.Valentino è stato uno schifo (vedesi: Beautiful ci fa 'na pippa ).
Poi,però,mi fidanzai di nuovo o,comunque,scoprì d'avere degli spasimanti. E caddi nei cliché dei cliché.
Ricevevo delle rose e regalavo cuoricini di ogni materiale esistente al mondo. Peluche di ogni forma ed ogni grandezza venivano ricambiati con oggetti di dubbio utilizzo pieni di cuori.
Ma nessuno di loro,essendo comunque tutti degli adolescenti senza lavoro e senza auto,mi portò a mangiare fuori. E come qualsiasi ragazzina cresciuta a pane e telefilm idioti,immaginavo quel momento come il culmine del romanticismo.
Finchè il mio "primo quasi vero fidanzato",quella fatidica sera del 14 febbraio di tanti e tanti anni fa,mi portò al ristorante.
Un ristorante sulla spiaggia,per esser precisi. Un ristorante sulla spiaggia,con la sua auto,in una notte di luna piena per esser più chiari. Un momento per cui mi preparai come se avessi dovuto presentare la notte degli Oscar e ricevere il Nobel contemporaneamente.
E lì capì la fregatura di S.Valentino.
Prassi volle che i gestori del locale avessero creato il menù dell'evento; un tripudio di parole buttate a casaccio come "mousse" o "cuoripieni alla spuma di citrouille e spezie romantiche" (aka:tortellini alla zucca e basilico) che ti facevano sperare in una scorpacciata apocalittica di piatti mai mangiati. 
Così,tra gli sguardi innamorati e la circolazione delle dita che andava a farsi benedire per il troppo congiungimento delle nostre mani,resistetti alla tentazione di spiluccare il pane che c'avevano portato. Finchè,ormai al limite della sopportazione della fame e con una gastrite galoppante,ci servirono la prima portata.
<<I signori son serviti.>>
<<Scusi..........questo è l'antipasto per me?>>
<<No signorina,è l'antipasto per entrambi.>>
Un piatto piano ricolmo di rucola con 3 fette di bresaola,2 scaglie sottilissime di grana che potevi guardarci attraverso e,udite udite,dei chicchi di melograno disposti a mò di cuore colto da un ictus. 
Finito il luculliano antipasto,ci portarono quei famosi cuoripieni di cui ho già scritto. Anch'essi su di un piatto piano e a forma di cuore.
Quattro tortellini a me,sei a lui.
<<Eh no,scusi,mi sta portando il primo o mi sta chiedendo di assaggiarli per vedere se son cotti?>>
<<Queste sono le quantità dato il resto del menù.>>
Mangiai quei quattro tortellini annegati nella crema di zucca (e sotterrati da delle foglie di basilico più grosse di loro) con voracità,lanciando sguardi affamati al piatto del mio fidanzato  e sperando almeno di saziarmi  con il secondo.
Indovinate com'era? Un involtino (non l'intero spiedino,solo un involtino),un misero pezzo di salsiccia e una fettina sottile di carne nascosta da del purè di patate liofilizzate. Lagnarmi era ormai inutile. Perciò,andando avanti nella serata,la stessa solfa si ripeté anche nella famosa "torta della casa" il cui unico concetto di dolce era il quintale di panna utilizzato per fare una porzioncina grande quanto un pugno. Quella sera il mio stomaco si riempì solo di CocaCola e paroline dolci.
Insomma,l'unica cosa abbastanza sostanziosa fu il conto: 50 euro per due poveri studentelli dalla paghetta risicata. Che con lo stesso prezzo,il giorno dopo,nella trattoria dietro casa avremmo mangiato in 4!
Il resto della serata fu la solita prassi dei S.Valentini tra fidanzatini quindi ve la risparmio tranne questa piccola chicca: il momento in cui si mise a cantare "Vivo per lei" al Karaoke,indicandomi in mezzo ad altre 300 persone (che ridevano come pazze prima di ritrovarsi i timpani perforati dalla sua voce). Però,posso solo dirvi che da quel giorno capì il vero significato di tale festività:
non c'entra il martire cristiano da cui prende il nome (e che non ha nulla a che fare con i fidanzati) nè con le dimostrazioni d'affetto moltiplicate all'infinito;c'entra l'economia.
Perchè ormai è davvero la festa dei commercianti. Sarà pure una frase trita e ritrita a cui si aggrappano i single che non festeggiano, ma è tristemente vero.
Dunque,a fronte di quanto ho visto e ho vissuto,ho deciso di andare contro corrente. 
Di dire no ai completini sexy che mi fan sembrare un falsomagro straripante nella sua retina;di dire no ai cioccolatini che non san di niente ma costano quanto quattro confezioni di Kinder Cereali.....di dire no ai fiori che marciscono subito se non gli metto l'aspirina nell'acqua,no ai peluche attira polvere che mi fissano con i loro occhioni nel cuore della notte....no ai cuoricini gonfiabili che prendono così tanto posto da farti gonfiare altro. E no alle cene "romantiche" con il pianista rauco che canta da farti tagliare le vene con i grissini stile tonno Riomare o,ancor di più, alle serate karaoke come sopra (a meno che lui non abbia una bellissima voce). Se devo dimostrare il mio amore per lui,voglio farlo rendendolo felice. E rendendo felice anche me.

<<Allora amore,che facciamo il 14?>>
<<....mhhh kebab? Pizza?Messicano? Frittura a quintali finchè non ci saltano i bottoni dei jeans e non riusciamo nemmeno a baciarci per le panze che collidono?>>
<<Te l'ho mai detto che ti amo?>>
Ogni giorno. Ed è questo il nostro vero S.Valentino perchè più che un corpo ed un'anima,siam due corpi ed uno stomaco affamato. D'amore,è ovvio!

6 commenti:

  1. Sono completamente d'accordo su tutta la linea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe grazie :D E poi chi può mai resistere ad un kebab?<3

      Elimina
  2. Io (se non si fosse capito dai miei centosettantacinquemila e rotti post :D), amo questa festa, però sul "fattore economico" concordo con te...è uno schifo!Infatti abbiamo sempre festeggiato low cost...Quest'anno non so se sarà pizza o panino, l'importante è conservare gli "occhi a cuore" !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti è la cosa migliore anche se,quest'anno,mi sa che avrò gli occhi a malaticcio e non a cuoricino xD Son ancora raffreddatissima -.- Festeggeremo con brodino caldo e spremute d'arance siciliane <3

      Elimina
  3. Per me e il MioUomo c'è lo scambio di fiori e cioccolatini, roba simbolica, ma fa sempre piacere!
    Invece il mio ex storico fece una cosa dolcissima (ma non per san valentino, era tipo l'anniversario): mi mandò un mazzo enorme di fiori...a scuola!
    Hanno rosicato tutte, dalle mie compagne di banco acidone alla mia professoressa d'inglese ancora più acidona. Tiè tiè tiè
    Alex V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aHAHAHAAH non sei la prima che mi racconta di professoresse d'inglese acidone! E,avendo avuto anch'io una prof così,ormai sono dell'idea che sia l'inglese a farle inacidire! Comunque,immagino la tua soddisfazione nel momento in cui hai ricevuto le rose e visto le facce delle altre :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...