Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

06/05/13

Da che moda e moda

Quando non si sa che fare durante una pausa per lo studio priva di sigarette,i casi sono due: o si mangia la prima cosa che si trova,preferibilmente piena di grassi saturi e zuccheri,o si legge qualcosa di frivolo che permetta ai neuroni di scollegarsi un pochino. Io,per ogni evenienza,ho fatto entrambe le cose; con una mano ho divorato un pacco di Fonzies e con l'altra ho bazzicato sui siti dedicati alla moda di quest'estate,nella speranza di non dovermi ritrovare a leccare il mouse ormai unto e bisunto.
Così,tra la notizia della morte di Andreotti (cosa che ha spiazzato tutti per vari motivi) e il "matrimonio  italiano del secolo" (aka:la Valeriona nazionale ha detto sì),mi son imbattuta negli articoli dedicati alla moda mare 2013. E qui,non c'ho capito più nulla.
Se per un sito il colore di quest'estate è il rosa pastello,per un altro impazzano i colori fluo;se per uno possiam dire addio alla brasiliana e benvenuto al costume intero anni quaranta,per un altro possiamo dire addio alle scomode spalline e benvenuto al costume a fascia...insomma,ognuno detta la moda secondo il suo metro da sarta.

<<Guarda,a mio avviso la vera moda è quella che fai tu,cioè quella che riesce ad enfatizzare i tuoi lati migliori e a nascondere quelli peggiori...>>
e questa perla di saggezza da dove arriva?
<<Da anni e anni di disperazione per lo shopping pre-estivo.>>
sarà,ma se tutte noi dovessimo seguire questo precetto,vedremmo uomini del calibro di Rocco Barocco e affini in fila per il sussidio di disoccupazione.
Poi,però,trovi qualcosa che ti lascia a bocca aperta. E lì ti chiedi se esistano davvero persone disposte ad indossare indumenti del genere....modelli e modelle delle passerelle a parte.
Di cosa parlo? Ma dei meggins,per esempio. E cosa sono? Semplicemente dei leggins da uomo,visto che la gonna maschile, che tanto ha diviso gli stilisti, non basta più nemmeno ad Highlander. In pratica,quel bel tessuto aderente che non lascia scampo al centimetro di giro coscia in più di noi donne,sta approdando sull'altro lato della medaglia. Uomini e fuseaux. Tanti Robin Hood con l'I-pad in mano.
Colorati,in eco-pelle,in finto jeans o pieni di stampe ambigue,queste calzamaglie stanno spopolando tra gli uomini targati USA. Alla fin fine,dopo anni e anni di Lenny Kravitz e colleghi con tali indumenti,non vedo perchè anche l'uomo comune non debba fasciarsi così. Oddio,un motivo sotto sotto c'è: non son tutti delle statue marmoree. Per questo mi domando se gli stilisti non siano un filino sadici oltre che estrosi; riuscireste mai ad immaginare il vostro compagno di vita con quella pancetta che trasborda da un paio di panta-collant? Riuscireste ad immaginarvi quei polpacci da calciatore occasionale stretti e costretti in queste calze senza piedi? Io no. Insomma,se già noi donne dobbiamo sentirci in colpa perchè non abbiamo quel determinato fisico adatto ad indossare questi pantaloni,i maschi cosa dovrebbero fare giacchè son quasi tutti sprovvisti della più misera natica? E non tocco il tasto "lato A" per non offendere qualcuno.
E' che la moda è così; è arte. Astrazione,fantasia,superamento del normale. Peccato che siano le persone normali quelle che dovrebbero acquistare capi simili.

Sempre in tema di assurdità della moda '013,abbiamo gli strass. Ma non gli strass sulle magliette,sui costumi,sulle gonne o qualsiasi altro tessuto atto a coprirci;qui si parla di strass su pelle. Precisamente,su un triangolo di pelle. Signore,prenotatevi la ceretta totale nelle zone basse ma "ad alto consumo energetico" perchè se volete anche voi la Gina luminescente,dovrete esser perfettamente glabre.
Semplici linee o vere e proprie frasi (o immagini),lo swarovski che non si vede spopola tra vips e non vips,sopratutto in America. Costo di tale opera? Non pervenuto. Durata di questa insenatura catarifrangente? Circa cinque giorni se si sta attente a non staccare qualche diamantino con la zip del jeans e se non si fa sesso il giorno stesso dell'applicazione o non si fa la doccia. Ecco,la mia domanda è lecita a questo punto: che senso ha? Voglio dire,quanto può interessare al nostro uomo che lì sotto non ci son peli ma cristalli di varie forme e colori? Noi che siam donne complessate sotto l'aspetto fisico e lo facciamo sempre al buio con il rischio di sbattere la testa con lo spigolo del comò per evitare che lui veda la più piccola smagliatura,con quale criterio logico dovremmo farci applicare questi stencil? Per indicargli la retta via? Credo che la conosca già e che un simile neon possa solo distoglierlo dal suo obbiettivo. Inoltre,finito tutto l'ambaradan,lo swarovski sarà coperto per la maggior parte del tempo,mica gireremo con la gonna alzata a mostrare ciò che l'estetista c'ha applicato! Quando si suol dire buttare i soldi in cazzate. O qualche altro termine a sfondo sessuale dato dove vengono applicati.
Infine,il pezzo più bello che abbia mai visto,l'oggetto di ogni mio più recondito sogno da lasagna mal digerita,il bello del bello....il trikini in pelle.
Allora,già il trikini in sè e per sè non ha molto senso dato che non ti permette nè un'abbronzatura da bikini nè una da costume intero ma solo una colorazione simil zebra....se c'aggiungete pure la pelle come tessuto siamo all'apice della follia! Il classico costume che non sorregge le gemelle alla prima onda anomala non bastava più come tortura estiva? Il pezzo di sotto che si sposta come più gli pare e piace lasciando intravedere quello che non deve non è più ritenuto un crimine contro la comodità? Dovevate aggiungerci la pelle? Sarà pur vero che così non si riempie d'acqua costringendoci a strizzare lo strizzabile sul bagnasciuga,ma non oso immaginare il momento in cui si tenterà di levarlo. Pelle contro pelle sudata,come quando indossiamo gli shorts e ci sediamo su un divano. Una ventosa al sapore di sale.
<<Ehh,ma il trikini si usa solo ad abbronzatura inoltrata...>>
E questo in pelle?
<<Questo magari si usa per l'aperitivo sulla spiaggia...>>
Amica mia,siamo a Catania,mica Miami. Qui il massimo di aperitivo sulla spiaggia è il seltz limone e sale preso al chioschetto du zu' Pippo.
<<E allora usalo come completino sexy!>>
Sì,e magari nel frattempo mi faccio applicare pure gli swarovski con scritto "scemo chi legge",giusto per essere alla moda.

4 commenti:

  1. Ho già comperato due paia di fusò, uno zebrato ma non bianconero (non sono juventino)e uno viola in onore al look dei Beehive XD
    Scherzo ovviamente :p
    Io devo far scendere la panzetta, altroché.

    E poi il trikini!!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno può eguagliare il look di Mirco dei BeeHive!! u.U
      Comunque...che trikini hai preso? Quello in pelle,vero? Mi raccomando però: prima di indossarlo depilati come si deve :D

      Elimina
    2. Pelle marrone.
      Certo che mi depilo :p

      Moz-

      Elimina
    3. noooo,ci voleva pelle "rosa porcellino" ti starebbe meglio!:D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...