Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

31/05/13

La testa del femore è un ottimo fermacarte

Ebbene sì; io che sono una tabula rasa per trucco&parrucco,seguo alcune make up-blogger. Metti che riesca a capire come fare le sfumature con gli ombretti o che riesca a ricordarmi la sequenza corretta dei trucchi (prima il fondotinta o la cipria? Prima l'ombretto o il mascara?!?!)...
Perciò,nei momenti in cui bazzico tra un nuovo eyeliner e una nuova crema per il viso,trovo anche i seguenti post: i pro e i contro dei campioni omaggio mandati dalle ditte alle blogger. Smalti,rimmel,fard,rossetti,saponi,aggeggi per i capelli di cui non so nulla...tutto e di più. E le mie "colleghe" li provano,li giudicano,li consigliano o no. 
Stesso discorso va fatto anche per altre blogger che ricevono oggetti di altro genere;c'è chi,sapendo creare braccialetti e collanine con il fimo,riceve per l'appunto i campioni di colori o di materiali adatti a questo lavoro e c'è chi,essendo una mamma,riceve gadget e ninnoli per il figlio o per la casa. 
E io? Io che sono una pinco pallino qualunque? 
Avendo un blog che si chiama come un medicinale dovrei ricevere kg e kg di antiacido,antipiretico,antibiotico e chi più ne ha ne metta.
Anzi,la Bayer stessa dovrebbe come minimo ricoprirmi di Geffer a vita natural durante. E invece nisba. 
Eppure,per quanto nessuna casa farmaceutica mi invii i suoi prodotti da testare,qualche gadget lo ricevo anch'io e,a dirla tutta,anche da prima di dar vita al blog. Infondo,è questo il bello dell'avere un parente medico: i ninnoli dei medicinali.
Perciò,sullo stile dei post delle mie colleghe,ecco una carrellata dei migliori oggetti targati Zyxinol,Pentanol,Barbapapà, Supercalifragilistichespiralidoso ecc,ecc.

-Penne e matite: le prime vanno  dalle classiche Bic alle pseudo Mont Blanc,fino alle forme di omero,siringa e spirali. Più l'adorata penna cartucciera (rubatami da qualche ex compagno di liceo bastardo) con tanto di foglietto estraibile dal manico.Alcune presentano il puntatore laser o una mini-lampadina per poter scrivere al buio mentre altre sono con l'inchiostro simpatico che si può vedere,per l'appunto,solo con l'apposita lucina blu. Le matite,invece,sono molto normali (il massimo è un orsacchiotto in legno sulla parte alta) tranne due: una con un teschio in gomma da cancellare all'apice (molto dark) che sbilancia il tutto e una talmente grande (più lunga del mio avambraccio) da non riuscire a capire come temperarla. Voto: per le penne a forma di siringa e omero è 9, sia per la simpatia che per la cura dei particolari (e son ottime per far scherzi!);le penne con l'inchiostro invisibile beccano un 7, poichè non si capisce mai quando il suo contenuto si è esaurito. Per la matita gigante il voto è 6;bella sì ma inutilizzabile.

-Post-it: ne ho talmente tanti da potermi tappezzare la stanza e il bagno. Ad oggi conto foglietti quadrati,rettangolari,disposti a piramide,a spirale,a forma di pallone da calcio/rugby/pallina da tennis,dalle fattezze di una mano o a forma di pillola. Voto: 10.

-Graffette&affini: colorate o a forma di osso  stilizzato (quest'ultime,incastrate su un foglio,assumono una certa forma fallica!);con tanto di calamita gigante per tenerle tutte insieme o "dispenser" che ne sputa una alla volta. L'ultima tipologia ricevuta,essendo più una mollettina per fogli che una graffetta,è a forma di "uomo Vitruviano" stilizzato che fa la verticale sul margine del foglio. Cugine di secondo grado sono le pinzatrici che prendono il volto di una balena,oppure son talmente piccole da poterle mettere in tasca per pinzettare la boccaccia di qualcuno alla prima occasione buona. Voto: dal 6 al 10 per forme,colori e utilità.

-Evidenziatori: ne ho di minuscoli che,alla seconda riga da evidenziare,si son già scaricati; ne ho anche qui alcuni a forma di siringa e di osso o simil bisturi o con doppia punta. Voto: 7- perchè son sempre e solo gialli.

-Porta-chiavi:sincera? Niente di particolare. 
Rotondi,quadrati,rettangolari. Stop. L'unico vezzo è il colore della struttura e della scritta riportante il nome del medicinale,che generalmente è sempre fluo. Voto:6-.

-Bandane&co: quando mi causai il trauma cranico,per non far notare quella pesca acerba sopra l'occhio destro indossai delle bandane. Una di queste,simile alle cuffiette che i chirurghi sfoggiano in sala operatoria,riportava il nome del farmaco su ogni spazio disponibile e così,per un'intera estate,lo pubblicizzai in ogni dove. Simile storia per il marsupio dedicato ad un antiinfiammatorio usato per anni in gita e per la maglietta a maniche corte con stampato sulla schiena il nome del farmaco e la sua percentuale (es: aspirina 500mg). Voto: 7 per l'utilità e 5 per l'eleganza.

-Cd: musica classica,natalizia,jazz e blues. Cinque tracce (quando va dritta) e nessuna custodia;solo una bustina trasparente grazie alla quale sai subito a quale medicinale è collegato,ma non capisci mai quali sono i titoli delle canzoni. Voto: 5 e 1/2.

-Vari: qui c'è il meglio del meglio!! Dalla palla antistress a forma di maialino,al righello dove al posto dei numeri ci sono i quantitativi del medicinale in questione da assumere in base all'età o al peso corporeo; dalla penna usb a forma di "omino Lego" vestito da chirurgo a quella simil lucertola (non sarebbe più adatta ad un veterinario?),dalla scatola del medicinale che in realtà riporta la scritta "Non contiene il farmaco. Campione gratuito riservato ai  Signori medici." perchè dentro ci sono le caramelle o i cioccolatini (che furono messi in una scatola di LASSATIVI!),passando dal set da borsetta per la manicure o per il cucito. Fino a lui,l'oggetto che ha dato il nome al post: il ferma-carte a forma di testa di femore. Bianco,a grandezza naturale,con qualche buchino ad indicare l'osteoporosi (ed infatti è pubblicizzato da un medicinale per questa patologia) e dal peso di circa 1kg e mezzo. Oltre a tener ferme le carte è utile come arma da difesa. Voto: 1000.

Nell'attesa che qualche ditta,industria e chi più ne ha ne metta voglia farmi provare qualche loro prodotto,io testo questi.
E tutte le volte in cui fregherò qualcosa di simile a mio padre,adempirò al mio scopo; gli dirò cosa ne penso per far si che riporti il tutto al rappresentante che,a sua volta,riferirà alla relativa casa farmaceutica. 
Infondo lo faccio solo perchè voglio che offrano buoni prodotti e si facciano un'ottima pubblicità,mica perchè faccio collezione di queste cose!

8 commenti:

  1. Posso dire la mia?
    E' più bello ricevere in omaggio cose dell'orto, vino fatto in casa, cacciagione... XD

    Però hai ragione, anche i gadgets hanno un loro perché: ho ancora un fermarcarte della Menarini a forma di cubo trasparente: dentro è pieno d'acqua e per metà di una sostanza blu oleosa più pesante dell'acqua. E ci sono due barchette Menarini.
    Ora la sostanza blu è diventata verde-petrolio, e si è ridotta di molto...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le cose dell'orto e tutto il resto che si può mangiare è sempre ben gradito! Però prima o poi finiscono,mentre alcune di queste cose le ho da anni e anni :D
      MMMhhhh hai lasciato il fermacarte al sole? O s'è inquinato il "mare"? XD

      Elimina
  2. Potere alle penne siringhe. Tra le varie ti posso aggiungere:
    -Ombrello a spicchi rossi e bianchi. Sugli spicchi rossi era scritto a caratteri cubitali emorroidi, su quelli bianchi diarrea.
    -Puntatori laser di ogni colore e forma.
    -Penna con all'estremità bacchetta estraibile con calamita in cima. Mai capito a cosa servisse.
    -Modellino di utero in gommapiuma. Da bambina ero convinta fosse un'aragosta di pelouches. Lo conservo ancora.
    -Scatola triangolare con tre buchi. Si, sono tre modelli di ani diversi con differenti patologie. Per giovai studenti di medicina abbruttiti da parenti ed amici che no, non si faranno visitare.
    -T-shirt extra large con nome del farmaco, principio attivo e contro cosa usarlo. Baba è proctologo. Un'intera collezione di magliette con su scritto emorroidi.
    -Agende, calendari, rubriche in quantità. E quei meravigliosi post it.

    Ti capisco. Come ti capisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio oddio oddio l'utero in gomma piuma e le scritte emorroidi!! XD Ma povera te,a me bastò vedere un libro sulla chirurgia rettale (o una cosa simile,ero piccolina) con la sua bellissima foto di un' emorroide a grappolo in copertina per avere incubi...ma i tre buchi battono tutto :D

      Elimina
    2. storie di un'infanzia sbagliata.

      Elimina
    3. dai,sarà stata interessante come infanzia...no? XD

      Elimina
  3. Chiave USB a forma di barattolo di medicine. Scomodissima, ma se dici a uno di stappare il barattolo e vedi come ci rimane, voto 1000!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente non credo che una chiavetta USB a forma di barattolo dei medicinali possa esser comoda, specie se si deve inserire in un portatile xD Però immagino le risate quando qualcuno cerca di aprirla xD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...