Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

06/12/14

Una Terrona ha Terrorizzato Milano (Parte 5.1)

Nelle puntate precedenti:
Dopo l'arte, l'architettura e la scienza, i nostri due "scienziati" si son smarriti per Milano.
E mancava solo 1 ora al pranzo pre-matrimoniale.

--------------------------------------
<<Ci siamo persi!!! Ci siamo persi a Milano! Adesso saremo costretti a vivere di espedienti ed elemosina!!! Non avremo un tetto sotto cui stare, in questa città straniera, e io m'ammalerò presto mentre tu per comprarmi le medicine sarai costretto a suonare a gli angoli delle strade o a prostituirti!!!>>
F:<<....hai finito?>>
<<Sì.>>
F:<<Bene, allora andiamo di qua...>>
<<Ma credi che ci facciano rientrare al museo per fare la strada a ritroso?>>
F:<<Ovvio che no! Lo circumnavigheremo!>>
<<Lo sapevo io, lo sapevo che ci saremmo persi.>>
F:<<E smettila!>>
<<Ho sete. Ho fame, ho sonno, mi fan male le gambe, ho la coda gelata, il nasino gelato...>>
F:<<La coda?!>>
<<Citavo un cucciolo della carica dei 101...>>
Com'è e come non è, forse per opera di Sant Ambrogio o per mera fortuna, dopo circa venti minuti di "a destra" "no, a sinistra" e di "la smetti di fermarti davanti le vetrine più costose che vedi?!", siam riusciti a tornare di fronte Santa Maria delle Grazie. E mi pareva quasi di esser a casa.
<<Ohhh, la nostra chiesa!>>
F:<<Nostra?!>>
<<E beh, dopo tutto questo tempo perso a cercare l'ingresso della metro, ormai son diventata milanese...>>
F:<<Smettila e andiamo prima di far tardi.>>
<<Per fortuna mi ricordo la fermata dove dobbiamo scendere.>>
Così, finalmente seduti su qualcosa che non fosse uno scalino di qualche chiesa/casa, dopo una giornata spesa tra l'arte, i ciottoli e la disperazione dell'essersi persi, siam riusciti a tornare lì dove l'autobus c'aveva lasciato; fermata Precotto.
Tutto regolare,finalmente,non è vero?
F:<<Ok, dov'è la fermata dell'autobus che ci serve?>>
<<Lì.>>
F:<<Sicura?>>
<<No.>>
F:<<Come diamine hai fatto a dimenticarti la fermata dell'autobus con cui stamane siam giunti qui?!>>
<<Ma io ho sonno, sono stanca, sono in terra straniera...>>
F:<<Aridaje! Chiediamo informazioni.>>
<<Proviamo con quel giornalaio... però aspetta! Ci parlo io!>>
F:<<Perchè?>>
<<Perchè tu sei scuro e con l'accento siciliano e non ti cagherà di striscio.Io, invece, ho la carnagione di una mozzarellina e so imitare l'idioma locale quindi potrei pure sembrare una ragazza di periferia che s'è persa...>>
F:<<Ma chi me la da tutta questa pazienza io proprio non lo so..>>
(con accento milanese)<<Salve, mi scusi, sa mica dirmi dove si trova la fermata dell'autobus 86?>>
Giornalaio:<<M'avete preso per l'ufficio informazioni?>>
<<No, però se cortesemente potesse dirmi dove si trova...>>
G:<<Vah che quando si va a visitare metropoli che non si conoscono ci si deve informare prima sulle fermate dei mezzi pubblici,nè! Che poi voi giovani avete questi smartphone, quindi perchè non lo cercate su internet?>>
(perso l'accento milanese e la pazienza)
<<SENTA, le ho solo chiesto un'informazione! Non si metta a fare lo spacchioso con me e si faccia una flebo di tranquillanti! Grazie per la sua NON disponibilità! Speci i cosu...>>
F:<<Amò, lascia stare!>>
<<E io che per ringraziarlo volevo pure comprare una rivista ed un pacco di gomme! 'Sto zaurdu milanese imbruttito con la puzza sotto il naso...>>
F:<<E mo' che facciamo?>>
<<Mi sa che ci tocca chiamare i parenti e chiedere loro cosa fare.>>
Ora, capisco che i miei parenti mi conoscano al punto tale da aver vagliato l'ipotesi di un mio smarrimento in quel che è Milano...ma vi pare possibile che nemmeno due secondi dopo la telefonata di "aiuto, soccorso, qualcuno ci recuperi" la cosa sia diventata di dominio pubblico pure in Sicilia?
Vengo e mi spiego; a seguito del simpatico siparietto con il giornalaio isterico, abbiamo telefonato al Parente auto-munito chiedendogli solo delucidazioni sui mezzi pubblici. Egli, avendo l'acqua della pasta sul fuoco, ha però deciso autonomamente di venirci a recuperare con l'auto assicurandosi che ci trovassimo in un punto di facile accesso. A fine telefonata, inaspettatamente, ha iniziato a squillare il telefono del mio uomo.
F:<<Amore, è tua madre.>>
<<E che vuole?! Pronto mam.....MA NO,NON CI SIAMO PERSI! Sì, ok, no....va beh...si ma....MINCHIA MI FAI PARLARE?! Non ci siam persi! Sì, stan venendo a prenderci...sì, lo so....ohhhhhh, mica potevamo stare chiusi in casa! Seh, ciao!>>
F:<<Che ha detto?>>
<<Ti saluta.>>
F:<<Cos'ha realmente detto.>>
<<Che dovremmo vergognarci perchè ci siam persi e Parente deve venirci a prendere con l'auto mentre a casa è tutto pronto per il pranzo prematrimoniale.>>
F:<<Come ha fatto a saperlo in 0,5 secondi?>>
<<E' TUA SUOCERA. Mi meraviglio che tu ti meravigli.>>
Dopo nemmeno cinque minuti fermi all'incrocio tra l'uscita della metro e il supermarket lì vicino, è giunto il caro Parente con la faccia contrita tra il divertito e l'incazzato ( con ragione di causa).
Parente:<<Mi spiegate come avete fatto a perdervi a così pochi metri da casa?>>
<<Non trovavamo la fermata dell'autobus... qui non mettono i cartelloni con i numeri dei mezzi e le fermate come fanno a Catania! E' una cosa indecente, indecorosa, in....>>
Parente:<<Lo vedi quel cartello lì?>>
<<Sì.>>
P:<<Ecco un cartellone con i numeri dei mezzi ecc ecc.>>
<<Ma è in una stradina minuscola e vicino non c'è nemmeno la panchina tipica delle fermate dell'autobus!>>
P:<<Beh, comunque mi pare giusto dirvi che eravate a 2 metri dalla fermata dell'86. Autobus che s'è appena fermato dietro di noi.>>
Vergogna. Onta e disonore. Faccia a terra e morale sotto i tacchi.
Io, una bambocciona di venticinque anni suonati, non ho minimamente visto la fermata dell'autobus.
Io, che ho girato Firenze Centro senza cellulare e da SOLA a sedici anni (grazie ai compagni di liceo troppo pigri), tornando in hotel senza problemi, mi son fatta venire a prendere.
Sarò presa per il culo a vita natural durante ogni qualvolta in cui la famiglia di riunirà.
Lo so.

E' l'ora di pranzo della vigilia del matrimonio.
La famiglia è riunita a tavola, in un'atmosfera festante, padrona di casa a parte che s'è fatta in quaranta per preparare tutto, dalla cerimonia al dolce del suddetto desco.
ParenteGiovane:<<Ohhh, finalmente! Ma cosa v'è successo?>>
<<Niente, lasciamo stare...>>
ParenteX:<<Su dai, rinfrescatevi e venite a tavola che avrete di certo fame!>>
Amico di famiglia:<<Inoltre questo pomeriggio i futuri sposini hanno da fare, quindi avrete ancora tempo per visitare Milano!>>
ParenteY:<<Ehh no, lei deve venire con noi dalla parrucchiera!>>
<<Sì,ma non credo ci staremo tanto...>>
F:<<E io che faccio mentre tu sei dalla parrucchiera?>>
<<Gnongogfno lfo so.>> (a bocca piena)
Amico di Famiglia2:<<Potresti girare ancora per Milano. Tanto il tempo è splendido.>>
Menagramo:<<Non saprei eh....secondo me sul più bello pioverà.>>
Scongiuri e strizzatine ai gioielli di famiglia da parte di tutti, cani compresi.
F:<<Ti prego, non ci stare tanto dal parrucchiere.>>
<<Ma non dipende da me!>>
F:<<Sì,ma io vorrei girare la città con te, non da solo.>>
<<Hai paura di perderti?>>
F:<<Ma se ci siam persi insieme?!>>
<<In realtà ho fatto finta di perdermi per farti vivere l'ebrezza dell'inaspettato...>>
F:<<.....passami l'insalata,per cortesia.>>
<<Aspè, non la trovo!>>

---------------------------------
Nella prossima puntata:
DoppioGeffer incontrerà altri milanesi imbruttiti? Cosa le accadrà? Dove andrà? Che incontri farà? Si perderà?
Restate sintonizzati,nè!

6 commenti:

  1. Ahahahahahahahahaha, miodio! Ma l'edicolante aveva mangiato pane e simpatia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me aveva visto il mio uomo e l'avrà scambiato per un tunisino xD
      Di sicuro,però, quest'edicolante avrà pochi clienti se risponde così u.U

      Elimina
  2. La coda gelata :)

    Anche a me parte il lamento quando inizio a non poterne più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il mio non era un lamento...era mera disperazione xD

      Elimina
  3. Non per infierire, ma sì credo sarà raccontata a ogni riunione di famiglia questa storia :)
    Comunque saranno luoghi comuni, ma da noi se chiedi un'informazione ci manca poco che ti accompagnino con la macchina dove devi arrivare, in altri posti non ho trovato la stessa disponibilità! In vacanza a Toledo la tizia che vendeva i biglietti del pullman ci ha detto che non sapeva dove fosse l'infopoint per turisti che poi abbiamo scoperto essere nel palazzo dietro lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna questa storia non sarà raccontata durante le riunioni di famiglia solo perchè....perchè un paio di giorni dopo è successo altro :D
      Ma lo scoprirai tra qualche post...
      :P

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...