Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

17/05/15

La mia parte intollerante

Sì, anche io soffro di intolleranze.
Come te che stai leggendo, come la tua vicina di casa che sta lavando i piatti, come il signor PicoPaco che vive in Perù. Solo che la mia intolleranza, mi sa, è un male abbastanza comune. 
In che senso?

Anno dopo anno, mese dopo mese, quel velo roseo che avevo davanti gli occhi va via via scemando; quella fiducia cieca verso il genere umano, quella speranza riguardo il futuro, quel...quel crederci, sì, quel crederci; spariti.
Assopiti, ingrigiti, frammentati.
Così che, candelina dopo candelina, quel poco che di suo irritava il mio corpo e la mia mente è aumentato. S'è moltiplicato, espanso....comportando, simultaneamente, una sorta di implosione dentro me.


<<Insomma, arriva al dunque.>>

Ok, il fatto è questo: sto diventando giorno dopo giorno misantropa. O sarebbe meglio dire asociale?
Non so, fate voi.

Che siano gli ormoni, lo studio, lo stress da laboratorio, i reagenti stessi, Origin Pro8 o qualcosa del genere sinceramente non m'è chiaro.
L'unica cosa certa, ormai, è che ci sono gesti, toni della voce e pensieri che proprio mi fan andare fuori di me.
Nutrono il Lato Oscuro della mia labile Forza, minano i miei nervi, mi mandano fuori dai gangheri, mi fanno girare i cabasisi che non ho, mi trasformano in Hulk....
tipo?

Ma tipo che non sopporto chi mi parla a 0.4 centimetri dal viso, specie se d'estate e alitandomi addosso. Odio,odio,odio. Ci son momenti in cui non lo sopporto nemmeno quando lo fa il mio fidanzato, figurarsi quando lo fa un qualche estraneo con chissà quali germi in corpo!
Oppure, sempre in tema "relazioni fisiche", non sopporto chi mi debba toccare ogni cinque secondi mentre parla. Avete presente quegli individui che, muniti di parlantina infinita, han pure il sadico desiderio di darvi piccoli colpetti sul braccio? Ecco, al prossimo che me lo fa, invece di dire
<<Per favore, ti seguo anche se non mi tocchi il braccio!>>
gli spezzo le dita e ci gioco a shangai (cit.).
Tutto qui? Magari....

-Non sopporto chi mi contatta via sms/email/pc/piccione viaggiatore iniziando la discussione con un "ke fai". Dico io, ma "ciao", "ehi!", "come va" e roba così non si usa più? Inoltre perchè dovrei dirti cosa sto facendo? Chi sei, mia madre?!

-Non sopporto chi sostiene di "aver sudato venti camice" per arrivare lì dove si trova quando TUTTI sanno bene grazie a chi possa permettersi questo momento di "umile vanto".

-Non sopporto chi, palesemente, si finge mio amico solo per mero tornaconto.

-Non sopporto chi si finge paladino di ideali e di poveri indifesi stando comodamente seduto in poltrona. E dietro un pc, ovviamente.

-Non sopporto chi mi parla la mattina prima delle 10 e del trentesimo caffè.

-Non sopporto chi mi parla come se fossi cerebrolesa solo perchè "più giovane" o, ancora peggio, "perchè donna".

-Non sopporto gli operatori Telecom che telefonano 4 volte nella stessa ora o, peggio ancora, proprio quando mi sto sedendo a tavola per mangiare o sul gabinetto per....abbè, credo sia chiaro il concetto.

-Non sopporto chi mi deve organizzare la giornata senza chiedermi prima che impegni abbia.

-Figurarsi quindi se sopporto chi non perde tempo nel dispensarmi critiche e consigli spassionati riguardo la mia persona (dieta in primis).

-Non sopporto chi debba ostentare la propria "superiorità intellettuale" dimostrando non solo di esser poveri di intelligenza (cosa ben diversa), ma anche parecchio chiusi di fronte ad altre idee e opinioni.

-Non sopporto chi si permette di usare me come mezzo per emergere. Ovvero, se uso il termine "sbrodolare" perchè mi son buttata un pezzo di maccherone con sugo sulla maglietta bianca, tu non hai alcun diritto di incominciare una Catilinaria contro me perchè uso impropriamente un termine che indica la presenza di brodo lì dove non c'è.
Ah, e se lo rifai, ti ci annego nel brodo.

-Non sopporto chi infila la testa nel mio camerino (soprattutto se parente/amica,/commessa) dopo nemmeno 0.2 secondi dal mio ingresso in esso.

-Non sopporto chi crede a qualsiasi balla pubblicata in internet o sentita in tv.

E poi non sopporto le cene troppo formali, i professori troppo menefreghisti, il vecchio con la Lapa (Apecar) che va talmente lento da avere il contagiri con i numeri negativi, non sopporto chi entra in autobus senza essersi lavato prima di uscire fuori di casa, non sopporto chi urla a due centimetri dal mio orecchio o chi mi fa ripetere una cosa trenta volte perchè nel frattempo è troppo preso da altro invece di ascoltarmi.
Non sopporto chi mi interrompe mentre parlo solo perchè deve dire una stronzata o chi mi interrompe mentre parlo con qualcuno per dire una ENORME stronzata a quel qualcuno che prima era il mio interlocutore.
Non sopporto che si prendano i miei libri senza chiedermi il permesso o che essi vengano riordinati in maniera diversa da quello che è il mio personalissimo ordine.
Non sopporto chi si mette dietro di me quando sono al pc perchè vuole palesemente controllare ciò che faccio nè, tanto meno, sopporto chi sbircia il mio cellulare.
Non sopporto chi mi da ordini come se fosse un mio dovere nè, e qui è peggio, chi mi da più ordini contemporaneamente.

In definitiva, sì; la mia parte intollerante è ben maggiore della mia parte "Madre Teresa di Calcutta".
Son sempre lì con il dare di matto, ci credete?
Eppure, ogni giorno tento di soffocare questo lato di me così misantropo; conto fino a mille miliardi, guardo fuori dalla finestra, mi concentro sulle unghie, penso a quanti esami devo dare da qui a Luglio e mi dispero, cerco su internet articoli idioti....
Fino a quando non arriva lui, l'odioso più odioso del mondo.
Lui, che con quella espressione da pecora e il fisico da mocio Vileda, ha lo spudorato coraggio di dire che

<<A Catania non sapete fare nè le granite nè la rosticceria!Dalle mie parti, invece, son tutte cose buonissime!>>.

Ecco, per uno così mi sa proprio che la parte intollerante avrà la meglio.
Perchè potete toccarmi tutto (braccia escluse), ma non la granita con i gelsi che si fa a Catania!

23 commenti:

  1. Però sei tenace nell'elencare tutte (o solo qualcuna) le cose che non sopporti. Molti atteggiamenti che descrivi davano fastidio anche a me, ed effettivamente è insopportabile che ti si parli a pochi cm dal viso o che ti tocchino: io mi scansavo molto platealmente nella speranza che il mio interlocutore capisse! Ora che di anni ne ho parecchiucci, non mi capita più, o forse non ci faccio più caso. Se ci riesci, cerca di non drammatizzare perché nessuno è perfetto (neanche noi), però si può esplicitare con garbo che certi comportamenti ti danno fastidio! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per il "tenace" :D Comunque il problema sai qual è? E' che spesso ho esplicitato il mio fastidio di fronte a questi comportamenti sia come hai fatto tu con chi ti toccava, sia in maniera un poco più chiara fino a dirlo chiaro e tondo....il risultato?
      O continuavano o mi rispondevano cose tipo "ah, ma che problemi hai, io son fatto così, sei solo una stronza" offendendosi a morte e non rivolgendomi più parola o saluto.
      E questo m'è stato detto da chi parla a pochi cm, per esempio.

      Elimina
  2. Ma come... tu non credi negli esseri umani??

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheeheheheh non son mica Marco Mengoni xD Comunque sì, credo negli esseri umani ma non credo in chi sa che magari alcune di queste cose mi dan fastidio...e le fanno comunque xD

      Elimina
  3. Oddio la gente che ti tocca continuamente quando parli la odio anche io!! Oo

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Io penso che man mano si cresca meno si abbia voglia di perdere tempo con chi il tempo ce lo fa perdere, con chi ne abusa e con chi ne ha rispetto. Man mano si cresce ci si accorge di non aver bisogno di tutta quella socialità ma di poche e buone anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è anche vero, ma finchè sono in facoltà o mi ritrovo in pranzi familiari non richiesti avrò sempre a che fare con troppe anime non del tutto buone:(

      Elimina
  5. {\rtf1\ansi\ansicpg1252
    {\fonttbl\f0\fnil\fcharset0 ArialMT;}
    {\colortbl;\red255\green255\blue255;\red34\green34\blue34;\red255\green255\blue255;}
    \deftab720
    \pard\pardeftab720\partightenfactor0

    \f0\fs26 \cf2 \cb3 \expnd0\expndtw0\kerning0
    \outl0\strokewidth0 \strokec2 Io sono un "lupo solitario" e a volte penso che \'e8 un difetto che mi trover\'f2 da sola e bla bla... Per\'f2 purtroppo non ce la posso fare, negli anni ho sviluppato intolleranza a troppi tipi di persone e me ne tengo alla larga, vivo meglio e il mio fegato \'e8 finalmente in salute. Poi forse sono io che ho qualcosa che non va eh, mica ho detto che siano necessariamente gli altri ad essere sbagliati. Comunque il caldo aumenta l'intolleranza, vedrai che in autunno andr\'e0 meglio :)}

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emh.....non so se da te si veda ciò che hai scritto così come lo vedo io...ma non ho capito molto di quanto hai detto XD Mi appaiono slash, lettere a cavolo, numeri e \font Arial bal bla. o.o
      Comunque,da quel poco che ho capito, posso dirti che secondo me più che il caldo è la sessione estiva+prova costume a rendermi maggiormente intollerante :D

      Elimina
  6. Te devi essere il mio alter ego.
    Non so se fare più il post che avevo in mente perché sembrerebbe un seguito del tuo, ma sappi che per far diventare anche me così ce n'è voluto...e in questi casi indietro non si torna MAI. Misantropia tutta la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè alter ego? Non potrei essere la tua anima gemella? Anzi nooo, io sono la tua Daniel San! xD

      Elimina
    2. Ahahah ok Daniel San!! Prendi bacchette di legno e acchiappa zanzare, che hanno rotto le balle anche loro XD

      Elimina
    3. Solo se mi permette di infilzare anche le zanzare, onorevole maestra!

      Elimina
  7. Io sono asociale da una vita!
    Ora poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ASHAhsaHSHhsH beh, diciamo che sei un nome e una garanzia xD

      Elimina
  8. no, dimmi che la cosa dello sbrodolarsi non è successa, non davvero. Come diamine hai fatto a non azzannare il malcapitato che ti ha detto ciò?
    Comunque concordo, io - saranno i miei diciassette anni, non so - alterno fasi da Alice in Wonderland, che ama incondizionatamente gli esseri umani, li trova meravigliosi, a dei momenti di istinti omicidi nei confronti di chiunque.
    XD
    beh, è la prima volta che commento, credo, e passerò spesso di qua :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, innanzitutto, benvenuta su Doppio Geffer con Ghiaccio :)
      Comunque sì, mi duole dirtelo ma fino ai tuoi diciotto/vent'anni continuerai ad alternare le fasi amore/odio verso gli umani:D
      E sì, la storia dello "sbrodolarsi" è accaduta davvero!

      Elimina
  9. Dimmi che non è un Palermitano?? ahahahahahahah
    Io non vado pazza per le granite quindi non contro-ribatto sul vostro primato :D

    Aggiungo qualcosa anch'io. Io odio:
    - Quelli che nell'autobus o metro si piantano davanti alle porte e sebbene tu debba scendere non si spostano manco con le cannonate.
    - Quelli che fanno rumore mentre mangiano.
    - Quelli che sono lo spirito della contraddizione. Se tu dici "bianco" loro dicono "nero" e così all' infinito..
    Ok, adesso mi fermo altrimenti mi trasformo in Hulk!
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, è stato un messinese xD Non ho messo la "provenienza" per non creare una diatriba tra blogger catanesi e blogger messinesi, ma ormai mi pare giusto dirlo u.U Comunque non c'avevo pensato a quelli che si piazzano davanti le porte! E non sei l'unica che me lo fa notare! Per quanto riguarda gli spiriti della contraddizione....beh, diciamo che l'esempio dello "sbrodolarsi" è non solo reale, ma frutto di una diatriba con uno spirito della contraddizione, quindi sono stati in un certo qual modo nominati :P

      Elimina
  10. sai chi non sopporto? chi sale sul bus e puntualmente resta sulla porta creando un ingombro della madonna che manco la tiburtina all'ora di punta...dico io scorrere gente! cosi magar riusciamo a salirci tutti sul trabiccolo! e poi quando cercando per una volta di non essere scortese e prima di sbroccare ti fai venire il dubbio e chiedi:
    Che scende alla prossima?
    e ti rispondono candidamente:
    NO.
    ecco io romperei i denti al malcapitato contro i corrimano del bus.
    Dunque cara, ti senti meno sola nella tua intollerabilitudine adesso? :D Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Sì sì, mi sento meno sola! Ma perchè, quelle vecchiette che ti obbligano ad alzarti anche se loro scendono alla fermata successiva mentre tu devi stare (con una borsa di 300kg sulla spalla) in piedi tra la calca per oltre venti fermate? Io il posto lo cedo volentieri, ma se tu adduci a femori rotti ecc ecc, e poi t vedo saltellare giù dall'autobus come un capriolo sinceramente mi fai venire il nervoso!
      Comunque, appena posso passerò :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...