Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

20/01/16

Bluemonday, Greytuesday....mainagioiaeverywhichway!

Me li ricordavo diversi i giorni della settimana in inglese.
Sunday, monday...happy days...no, niente colori a precederli...
<<Allora sei scema. Ormai ce ne siam accertati.>>
Perchè, di grazia?
<<Perchè il bluemonday è il giorno più triste dell'anno, non un modo diverso di chiamare il lunedì.>>
Più triste? Ma tipo peggio di quando t'arriva la lettera da Equitalia?
<<Sì.>>
Peggio di quando fori tutte e quattro le ruote dell'auto mentre sei in autostrada e c'hai il cellulare scarico e s'è messo pure a grandinare mentre la radio prende solo Radio Maria? (detto tutto di fila, per questo mancano le virgole)
<<Questa la chiamerei sfiga....comunque sì. E' il giorno più triste.>>
Più di quando vai a fare un esame e il prof ti boccia solo perchè la sera prima ha beccato sua moglie con un altro che, guarda caso, è il tuo fidanzato?
<<Ma ce la smetti di farti le canne?! E' il giorno più triste, PUNTO!>>
Ma peggio della mia dieta?
<<Mo' che c'entra la tua dieta con i giorni tristi!?>>
Beh, esser a dieta è triste. Esser a dieta ed esser tentata costantemente ancora di più.
<<Ok, ma tu cerca di resistere.>>
Impossibile. Resisto ad una tentazione e me ne propongono altre ventordici.
<<Impara a dire no.>>
Fosse facile.

Signori, signore, salve. Mi chiamo Doppio Geffer con ghiaccio e sono una buona forchetta dal metabolismo lento.
<<Non ti definirei propriamente una buona forchetta...>>
Ok, allora rettifico; più che una buona forchetta sono un set da 24 posate, cavatappi incluso. Ora va meglio?
Dicevo....sono golosa. Amo il cibo, soprattutto se buono.
E questo non va bene se voglio riperdere i 10 kg ripresi post tabagismo e mandar via anche gli ultimi 5 in eccedenza.
Indi per cui poscia, sempre aiutata da quell'app di cui vi parlai tempo addietro, post vacanze di Natale (dove le scuse valgon meno del quattro d'oro quando la briscola è a mazze), ho recuperato il mio piano alimentare. No bibite gassate, no maionese e salse varie, basta carboidrati raffinati, frittura, Nutella e dolci....e sì a verdura, frutta, cereali e tisane. Mi son imposta di trovare più gustoso il cavolfiore cotto al vapore che fatto in pastella; mi son imposta di mangiare l'insalata scondita buttandoci sopra 3 kg di curcuma più tosto che annegarla nell'olio...e mi strafogo di gallette. Plastiche, insipide, gallette di riso.
Così, giorno dopo giorno e sofferenza dopo insipidezza.....una cippa.
Appena perso il primo chilo, nell'ordine è successo che:

-Partenza amico con annessa cena di saluto a base di carni miste fatte in tutti i modi e sotterrate sotto chili di patatine fritte.

-Anniversario a base di pizza con il fidanzato. 

-Desiderio inconsulto di mia madre di preparare i cannelloni ricotta e spinaci in quantità sufficienti per venti persone (a casa siamo in 3).

-Voglie gravidiche del fidanzato che mi spunta a merenda con una tisana drenante...e una bomba fritta con cipolla, prosciutto e formaggio (a testa).

-Incredibile ritorno alle origini in cui mia madre decide che da oggi in poi si mangerà di nuovo primo e secondo sia a pranzo che a cena.

-Suocera che tara male la bilancia per pesare gli alimenti facendomi calcolare le calorie in once e non grammi.

Ed infine, dulcis in fundo, quell'uomo lì con cui condivido la mia vita da sette anni, lunedì pomeriggio cos'ha fatto mai?
Beh, è andato a prender il vino alla putia (aka: market a conduzione familiare) e, tutto tronfio, ha comprato una cosa anche per me.
Più precisamente, "ha visto questa cosa e l'ha comprata pensando a me" (cit.).
Volete sapere cosa?
M'ha comprato un etto e mezzo di porchetta.
Insomma, inutile calcolare le calorie bruciate facendo 2 km in salita in 15 minuti o quelle bruciate facendo le pulizie di casa.
Mi sa che quest'anno l'unica prova costume che supererò sarà quella di carnevale.
<<Vero, ora c'è il carnevale! Che travestimento sceglierai?>>
Credo che sia ovvio!
Io sarò Porchetta. Per gli amici, Peppa Pig.

4 commenti:

  1. La porchetta è vero amore.
    La vostra storia è destinata a continuare ancora e ancora finché ti farà dei regali del genere <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. HAhaHAHHA dici? Allora il giorno in cui mi spunterà con un kg di porchetta vorrà dire che è pronto a sposarmi xD

      Elimina
  2. ...certo che questo lunedì nero o triste o blu o come cavolo è stato, per me non è poi stata la fine del mondo, per dire che ci sono stati mercoledì pomeriggio molto più inquieti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è come per i venerdì 13 (o 17); è solo un giorno in cui, casisticamente, succede qualcosa di nefasto a chi generalmente non è troppo sfortunato...ma anche io, come te, ho avuto ben altri giorni (mercoledi, giovedi, 20, 23 ecc) moolto più brutti o tristi di un bluemonday!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...