08/02/16

L'entropia della mia vita

Circa un anno fa, proprio di questi tempi, vi narrai del mio epico scambio epistolare con un professore che avrebbe dovuto esaminarmi di lì a breve.
Indi per cui poscia, dopo circa un anno di distanza e qualche materia in meno al fatidico traguardo (compresa quella per cui mercanteggiai il giorno d'esame con il sopracitato prof), mi ritrovo qui. Avvolta nella coperta e sommersa dai libri.
Perchè sì, gli esami non finiscono mai.
Così, con all'attivo oltre sessanta esercizi della materia testé in studio e parecchi dubbi in merito all'esposizione dei problemi formulati dal prof (mancano dati, porca paletta!!!), ho ben pensato di contattare il professore di questa materia e che, ad onore del vero, viene soprannominato "la cascata" giacchè riesce a grondare di sudore anche quando ci sono 10 gradi sotto lo zero kelvin.
Un respiro, una spolveratina all'eleganza della lingua italiana e...
E fu subito massimo valore entropico.


"Gentile professore,
Sono la martire numero 1354677 del cdl in Chimica. Volevo domandarle se domani mattina potrò trovarla in dipartimento per chiederle alcune delucidazioni in merito a degli esercizi.
La ringrazio anticipatamente per la risposta."
(INVIO ore 09:30).

"Buongiorno, se vuoi oggi alle 12 mi trovi in facoltà."
(RICEVUTO ore 10:30)

"Mi dispiace professore ma mi viene impossibile raggiungerla alle ore 12 in quanto vivo a 30 km di distanza dalla facoltà e, anche prendendo il treno seduta stante, non arriverei in tempo [in realtà l'unico treno disponibile sarebbe partito alle 11:40]. Eventualmente quando potrei trovarla in settimana?"
(INVIO ore 10:40)


"Mah, guarda, per questo mese mi trovi tutte le mattine! Basta che non vieni di pomeriggio perchè non ci sono! Quindi, se Dio vuole, ogni mattina sono qui nel mio studio. Fammi sapere!"

(RICEVUTO ORE 11:00)

Momento di smarrimento.
Gli ho chiesto se domani sarà in facoltà. M'ha chiesto di vederci oggi alle 12. Ergo, ciò dovrebbe significare che domani mattina non ci sarà, giusto?
Bene....e allora perchè diamine mi dice che lo trovo tutte le mattine?!

"Professore, mi scusi, ma non ho capito; lei domani c'è o no?"
(INVIO ore 11:05).


Ha risposto?
NO.
Confusa e incerta sul da farsi, ho quindi contattato una mia collega chiedendole conforto.
I:<<Non riesco mai a capire quel che voglia dire il prof Cascata.>>
C:<<Guarda, se ti servono appunti chiari puoi chiedere a...>>
I:<<No no, che appunti! L'ho contattato per chiedergli se domani mattina lo trovo in facoltà e m'ha detto *riassunto dello scambio di email*. Tu ci capisci cosa?>>
C:<<No. Ma alla fin fine che devo capire io? Secondo lui devo andare dallo psicologo.>>
I:<<EH?!>>
C:<<Dice che sono una persona ansiosa e che quindi devo curare questo problema con delle sedute dallo psicologo. Ah, e dice che in caso non dovrei vergognarmene perchè tutti vanno dallo psicologo. E' come andare dal medico di famiglia, secondo lui.>>
I:<<Oddio.>>
C:<<Questo è niente! Sai cos'ha detto a Filippa? Che deve imparare a fare la carogna!>>
I:<<In che senso?>>
C:<<Che deve imparare a esser carogna con i colleghi, con i prof e con sè stessa così nessuno le mette i piedi in faccia!>>
I:<<E perchè?>>
C:<<Perchè alcuni colleghi tempo fa non le han detto che ci sarebbe stata una lezione straordinaria e quindi non ha potuto seguirla.>>
I:<<Oh Gesù....>>
C:<<Beh, sempre meglio del consiglio che ha dato a Giovanni quando ha saputo che è diventato zio!>>

I:<<Che cosa gli ha detto?>>
C:<<Gli ha consigliato di esser molto presente con il nipote e di insegnargli tutto quello che può insegnargli.>>
I:<<Va beh, questo non mi pare un cattivo consiglio!>>
C:<<Sì...fino a quando non gli ha spiegato il suo metodo per insegnare ai bambini a camminare.>>
I:<<Perchè, come gli e lo insegna?>>
C:<<Dandogli spinte mentre camminano, in modo da abituarli a cadere e alzarsi subito.>>
I:<<Sto iniziando ad aver paura per il giorno dell'esame.>>

Il professore che un anno fa mi esaminò mi spostò l'esame di giorno in giorno fin quando non mi sono impuntata.
Il professore con cui ho fatto l'ultimo esame ha voluto che gli presentassi il mio fidanzato.
La professoressa con cui feci il mio primo esame si grattò il piede mentre parlavo e volle, subito dopo, stringermi la mano a conclusione dell'esame.
Un'altra m'ha raccontato per filo e per segno i suoi problemi con il figlio mentre ero seduta per l'orale.
Un altro ancora si mise a giocare con il cellulare mentre ripetevo la sua materia.
E ora tocca a lui.
Ma un professore normale mai?

21 commenti:

  1. Beh... io non ho mai avuto casi umani del genere. Un po' confesso che ti invidio pure :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHhaHAH allora vieni qui e iscriviti nella mia facoltà :D Non te ne pentirai, promesso!

      Elimina
  2. Eh eh, i professori sono spesso strani, presi dalla loro materia che secondo loro è sempre importantissima. A volte però pure gli studenti sono strani! E tu di che genere sei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io? Credo di essere una studentessa come tutte...solo più sfigata e ansiosa :D

      Elimina
  3. Nevah :D Ma quando finirai, ne avrai di leggende da raccontare!

    RispondiElimina
  4. ...forse nel non frequentare troppo l'università, mi è andata più che bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non credo che siano tutti così i prof:D Però sì, per certi aspetti credimi che t'è andata bene (almeno riguardo il mio percorso accademico)

      Elimina
  5. C'è da dire che non ci si annoia a psicol... cioè chimica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHhahahAH esatto, siamo tutti parecchio reattivi :D

      Elimina
  6. La cosa che mi fa più schifo è la prof che si è grattata il piede o.o potrei vomitare.
    Mai capitati tizi simili per fortuna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora è bene non specificarti che ciò è accaduto durante un'afosa quanto "sudosa" giornata di luglio... xD

      Elimina
  7. La tua università mi spaventa.
    Quella del cellulare è capitata anche a me, durante una seduta e non ti dico che rabbia, mi avesse guardata in faccia un minuto almeno.
    Credo sempre di più che il troppo studio faccia diventare le persone matte ahahha
    Attenzione!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmhhh, da me credo ci sia la combo "troppo studio+ chimica" :D
      Però, al di là di ciò, i miei professori son molto brillanti. Eccentrici,lunatici ma brillanti :D Infatti pretendono tanto dando altrettanto!

      Elimina
  8. Destino vuole che a breve io abbia un esame di chimica (l'unico di tutta la mia carriera universitaria) ed inizio a temere... xD e cmq sai cosa mi infastidisce degli scambi epistolari con i professori? Tu stai lì attenta a dargli del LEI mentre lui ti risponde come se fossi la domestica -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero un esame di chimica? Ma generale, inorganica, organica o altro? :D Comunque è vero, si attaccano molto ai formalismi ma poi sono i primi a dar del lei o a prendersi confidenze che non dovrebbero (tipo un ex prof della mia facoltà che si informava sempre su gli eventuali sport e hobby degli studenti, in modo da poter consigliare loro di provare "altre strade lavorative più adatte alle loro attitudini" qualora non li reputasse dei possibili futuri chimici)! Per fortuna però non è sempre così...

      Elimina
    2. Davvero un esame di chimica? Ma generale, inorganica, organica o altro? :D Comunque è vero, si attaccano molto ai formalismi ma poi sono i primi a dar del lei o a prendersi confidenze che non dovrebbero (tipo un ex prof della mia facoltà che si informava sempre su gli eventuali sport e hobby degli studenti, in modo da poter consigliare loro di provare "altre strade lavorative più adatte alle loro attitudini" qualora non li reputasse dei possibili futuri chimici)! Per fortuna però non è sempre così...

      Elimina
    3. Un esamino da 4 crediti di chimica e didattica della chimica, molto in generale, al massimo potrebbe chiedere qualche redox ma cmq mi spaventa a prescindere perché è un orale xD per fortuna esistono docenti normali... ma dove sono?! :-D

      Elimina
    4. Dai, non ti spaventare!La chimica fa paura ma pensala così; è una lingua universale al pari della matematica e una volta comprese le sue regole si può fare e dire di tutto! :)
      Comunque sì, credo esistano dei prof normali....soprattutto nei film xD

      Elimina
  9. No vabbhè, ma tu vai in università piena di casi sociali, povera! I professori che mentre dai l'orale giocano al telefono sono l'emblema della società del cavolo dove viviamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, sono un poco strani! Ma anzi, questi son quelli capitati a me! Il corpo docente è molto più vasto (abbiamo vari corsi di studio oltre che specialistiche) e quasi ogni studente può raccontarti almeno 3 episodi strani con 3 professori diversi :D
      Son tanto intelligenti quanto strambi!

      Elimina

Post Simili

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...