Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena, pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
.Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone, ideali o religioni; semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Grazie e Buona lettura.

10/12/16

I biscotti (poco economici) di Nonna Geffer

ATTENZIONE: il seguente post potrebbe urtare la sensibilità dei food blogger e di chiunque sappia cucinare. Si consiglia la lettura ad un pubblico di stomaco forte e con una confezione di antiacido a portata di mano.

Prendete un pomeriggio del ponte dell'Immacolata; le strade addobbate, l'albero fatto, il presepe pure, i cartoni animati in televisione...cosa manca?

Ma dei bei biscotti da sgranocchiare, mi pare ovvio!

Complice il non avere mia madre tra i piedi, ho cercato su internet qualche ricetta di biscotti con Nutella giacchè, nemmeno due giorni fa, ho comprato un bel barattolo della suddetta (quello che avevo a casa era quasi finito). Leggi qui, leggi là...mancava sempre qualche ingrediente fino a quando non ho trovato una ricetta semplice e veloce.



"Perfetto!" mi sono detta; ho tutto quello che mi serve! Inoltre ci starò pochissimo. Ecco perciò la mia digievoluzione in food blogger!!


I biscotti di Nonna Geffer
(ricetta modificata)
Legate la vostra fulgida chioma in una bellissima coda di cavallo, indossate il vostro grembiule migliore, impostate la televisione su di un canale a tema (telefilm, cartoni animati, musica...) e perchè no, abbellite il vostro collo con un girocollo di perle stile madre/casalinga perfetta degli anni '50.

 

Prima di iniziare, aprite un dizionario e cercate il termine spianatoia. Nel caso in cui non abbiate un dizionario a portata di mano, usate internet così vedrete che la suddetta altri non è che un ripiano (in legno o in marmo, generalmente) su cui si impasta fin dalla notte dei tempi.
Se avete qualcosa di simile a casa, buon per voi.
Se non l'avete e non vi va di impastare direttamente sul tavolo della cucina che poi si sporca e che schifo sarà pieno di germi, usate un vassoio d'acciaio bello grande come ho fatto io.
Fatto ciò, prendete il telefono e chiamate vostra nonna/mamma/zia/prozia o chiunque sappia spiegarvi cosa si intende per "piccola fontana". Eventualmente, potreste provare ad arrivarci per logica come ho fatto io creando una sorta di piccola Etna con la farina (e con tanto di cratere centrale come nell'immagine in alto, ma senza acqua.).
Successivamente, prendete la vostra bilancia analitica comprata in un centro casalinghi cinese e pesate la Nutella.
Se anche voi, come me, avete a casa ben due barattoli della suddetta (di cui uno quasi vuoto e l'altro nuovo), usate prima quel che rimane sul fondo del barattolo già aperto e poi prelevate il resto da quello nuovo. Non buttate immediatamente il barattolo vuoto perchè può servire come contenitore per il guscio dell'uovo.
Aprite il frigo e agguantate l'uovo; lavatelo perchè tanto sappiamo tutti da dove esce ma non sappiamo ancora se sia nato prima lui o la gallina, e rompetelo con maestria sul bordo della ciotolina con cui avete pesato la farina. Aggiungetelo alla piccola fontana cercando di non farci finire dentro pezzi di guscio (io non l'ho fatto, ma solo perchè mia nonna m'ha insegnato a farlo a suon di rimproveri) e impastate.
Nell'eventualità in cui, anche voi, abbiate aggiunto la Nutella PRIMA dell'uovo generando una sottospecie di slimer appiccicoso e marroncino come ha fatto la sottoscritta, prendete il tutto e buttatelo nella spazzatura dopo aver, ovviamente, staccato parte di esso dalle vostre dita, i vostri bracciali e il cane/gatto/animale domestico qualsiasi vicino.
Pesate di nuovo farina e Nutella del nuovo barattolo, rifate la fontanella, metteteci l'uovo PRIMA della Nutella, buttate il guscio.
Per render il tutto più divertente, buttate il guscio nel barattolo di Nutella. No, non quello vecchio dove ci sono già i resti del precedente impasto; buttatelo in quello nuovo così come ho fatto io da brava imbecille.
Dopo aver pianto come delle disperate per la povera Nutella ormai immangiabile, continuate a impastare quella sottospecie di poltiglia gommosa che si attacca ovunque meno che tra sè.
Impastate, pregatela di diventare un qualcosa di trattabile e, di tanto in tanto, fermatevi per rispondere alle cinque telefonate che riceverete ovviamente in quel preciso istante. Attenzione a lavarvi bene le mani prima di toccare il vostro cellulare, naturalmente.


Quando, finalmente, avrà assunto una forma più idonea al termine "impasto", fatene una bella palla e spiaccicatela su della carta forno per poterla stendere da brava massaia.
Una volta steso il mostro l'impasto, aprite la credenza e prendete le formine per biscotti.
Qualora non le troviate, chiamate vostra madre chiedendo dove siano. Le mie, per esempio, le ha portate nella scuola in cui lavora per far fare ai bambini gli alberelli in pasta di sale come lavoretto di Natale.
<<Tanto non le usiamo mai!>>
<<Ma chi lo dice?!>>
<<Lo dico io! Ma a che ti servono?>>
<<A farmi crescere i peli a forma di alberello, contenta?!>>
Dicevo... ah, sì. Se non le torvate/non le avete, potete usare un bicchiere per ottenere dei semplici biscotti rotondi.
Ovviamente, badate bene che lo spessore dev'essere di circa 3/4 mm. Dunque, munitevi anche di righello.
A seguito di ciò, ponete il bicchiere capovolto sull'impasto e ruotatelo delicatamente fino a quando non si delineerà un bel cerchio. Spostate l'impasto che c'è intorno e cercate di prendere questo coso per metterlo nell'apposita teglia.
Dopo circa 3 o 4 tentativi vani di prenderlo senza romperlo e 5 o 6 maledizioni contro lo stesso, munitevi di spatola o cazzuola per cercare di sollevarlo senza romperlo. Ponetelo nella teglia e, se volete fare delle ciambelline come la sottoscritta, usate il bicchierino da limoncello per fare un cerchio più piccolo.
Ripetete queste azioni circa venti, venticinque volte per ottenere al massimo otto biscotti, di cui gli ultimi tre avranno forma ben diversa dal cerchio in quanto il bicchiere vi è scivolato dalle mani unte ed è finito a terra rompendosi in mille pezzi.
Una volta fatto il tutto, infornate nel forno preriscaldato a 180° e aspettate 15 minuti.
Anzi no, aspettatene anche di più perchè i forni sono dei bastardi, tipo il mio che c'ha messo 40 minuti per cuocerli e 2 secondi di distrazione per bruciarli.
Nell'attesa che i biscotti cuociano, pulite tutto quello che avete sporcato, dal vassoio-spianatoia ai bicchieri, la tavola, le ciotole, la spatola,il tavolo da lavoro, il vostro telefonino (che adesso è silenzioso perchè tanto v'hanno chiamato proprio mentre non potevate rispondere), l'intera cucina e l'intera via in cui abitate.
Al suono del timer, uscite i vostri biscotti et voilà; saranno pressapoco così



No, non è vero. Se seguite il mio procedimento, verranno così.

Però almeno il profumo è buono.



Insomma, stando alla ricetta sul sito in meno di mezz'ora avrei avuto dei bellissimi e buonissimi biscotti alla Nutella.
In realtà volete sapere quanto tempo c'ho impiegato?
Ho iniziato a far tutto alle 15:00 e ho finito alle 17:00.
Ho rovinato un barattolo di Nutella nuovo nuovo, ho fatto fuori un bicchiere e ho ancora impasto sotto le unghie.
Tant'è che, una volta usciti dal forno, mi sono apparse tutte le donne della mia famiglia che, con sguardo critico, m'han chiesto se fossi davvero imparentata con loro.
Loro che sanno/sapevano dar vita a cinque ciambelloni diversi in meno di un'ora con la sola imposizione delle mani.
Loro che, nei momenti di noia, sfornavano biscotti e crostate con il solo battere delle ciglia.
Perdonatemi, o mie antenate dal mattarello facile!
Perdonate questa povera miscredente convinta di poter fare bene i biscotti fin dalla prima volta in cui ha l'ardore di cimentarsi in tale mistico rituale!
Fustigatemi con le fruste con le quali miscelavate gli ingredienti senza fare nemmeno un grumo!
Onta e disonore ho portato alla nostra famiglia!

Poco dopo...
<<Amore, ho provato a fare i biscotti.>>
<<Brava amore mio! Come sono venuti?>>
<<Ti mando una foto...>>
<<....ok, l'aspetto non è il massimo ma magari son buoni.>>
<<Stasera li vuoi assaggiare?>>
<<Emh....con cosa sarebbero?>>
<<Sono alla Nutella.>>
<<Ah...e ma sai, c'è l'olio di palma e fa male. Per stavolta passo ma di sicuro saranno buonissimi!>>
<<Bieco traditore, scordati che io cucini ancora per te!>>
<<Amo', più che minaccia, data la foto che m'hai mandato, mi pare una proposta allettante!>>
Ringrazia che abbia messo il mattarello nella lavastoviglie.

20 commenti:

  1. Ma sono bellissimi! Ahahahaha! Comunque anche a me il cellulare si sporca sempre tutto quando cucino.

    Alla fine erano buoni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine l'unico che li ha voluti assaggiare è stato mio padre! M'ha detto che erano un poco troppo secchi, ma alla fin fine non facevano schifo....anche se, secondo lui, io son più brava nella preparazione del salato (il che è vero)! :(

      Elimina
  2. Il tuo ragazzo e' un grande!

    RispondiElimina
  3. Sono bruttini in effetti ma non saranno male :D
    Hai mai provato quelli Nutella e acqua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho già detto a Mareva, il gusto non era malaccio ma son venuti troppo secchi :( Comunque...nutella e acqua? Dammi la ricetta :D

      Elimina
    2. Confesso che li avevo dimenticati! :D
      http://www.operazionefrittomisto.it/biscotti-di-nutella-in-1-solo-ingrediente/ questa ricetta, anche se sei a dieta XD

      Elimina
    3. Alla soglia dei -10 kg li faccio come premio! Grazieee :*

      Elimina
  4. Non mi sono mai divertita così tanto leggendo una ricettaXDXD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ma più che ricetta la definirei una disfida in cucina xD

      Elimina
  5. Non sono esperto di dolci ma comunque li mangerei :)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Quoto Moz, li mangerei anche io!
    Fidanzato malvagiooooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero??? *_* Allora nel caso in cui li ri-faccia datemi i vostri indirizzi che ve li spedisco :D

      Elimina
  7. Ma almeno sono buoni?? :-D
    Mi hai fatto morire, questo blog potrebbe benissimo intitolarsi "diario di una pasticciona" :-P scherzi a parte, sono anche io come te, nonostante sia abbastanza brava a cucinare. Però fidati, l'esperienza conta. Se fai biscotti una volta ogni morte di papa è normale fare casini, io però nel dubbio i gusci d'uovo li metterei su un fazzoletto la prossima volta u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MMMhhh credo che il Geffer nel titolo rimanga comunque appropriato per i miei esperimenti culinari :D Altrimenti poi come digerisci biscotti del genere?
      Comunque era la prima volta in cui mi cimentavo da sola a fare dei biscotti e credevo che con così pochi ingredienti qualcosa di "appetibile" sarebbe venuto fuori ... _:(
      Per la Nutella...ci soffro ancora oggi!

      Elimina
  8. divertentissima ricetta... però te la prendi a male se non la replico?!!?? Io ormai ho la mia fidata! Anzi... la settimana prossima devo cominciare a infornare per tutti i colleghi dell'ufficio... aiuto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh tranquilla! Squadra vincente non si cambia e nemmeno ricetta!
      Infornare per tutti i colleghi?! o.o Mamma mia, ti devono fare santa!

      Elimina
  9. Guarda che è se la prima volta che li hai preparati hanno una forma di biscotto vuol dire che il sangue delle tue antenate scorre potente in te! Io non so quante volte ho rifatto la mia prima frolla...

    Ciò detto, li mangerei anch'io, scherziamo? Sanno tantissimo di biscottone di casa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si era la prima volta in cui mi cimentavo da sola! E anche secondo mio padre ricordavano molto i biscottoni di casa, quelli secchi che vengono inzuppati nel latte...peccato solo che alcuni fossero un poco troppo bruciati :(

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...