Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

15/04/17

Breve storia (accademica) triste

Facoltà, pausa pranzo.
Io e un collega ormai laureato, specializzato e prossimo al dottorato.

<<Non è lo studente a scegliere il relatore della tesi, ma è il professore a scegliere lo studente.>>
Che cacchio hai detto?
<<Ma sì, come in Harry Potter con le bacchette! "Non è il mago a sceglierla ma è la bacchetta che sceglie il mago.>>
Sì, la parafrasi di questa frase l'avevo capita. Quel che non ho capito è perchè sei convinto che quel professore m'abbia scelta.
<<Perchè caratterialmente siete molto simili. Logorroici e con l'argento vivo addosso.>>
Ma se lui è vegano e io mangerei carne da mane a sera?
<<Che c'entra...inoltre ho notato un certo feeling.>>
Beh sì, diciamo che abbiamo parlato anche al di fuori dell'orario del laboratorio e delle lezioni.
<<E allora lo vedi che t'ha scelto?>>
Non ne sono così sicura...
<<Ma dai, ormai quando fa il contro appello nemmeno ti nomina perchè sa subito che ci sei, e se ne compiace poichè non hai ancora superato le 2 assenze previste!>>
Non credo che sia perchè vuole esser il mio relatore.
<<Come no? Ma se t'ha anche parlato del suo ultimo acquisto in fatto di moto?!>>
Sì è vero, ma è stato un caso, un discorso uscito dal nulla...
<<Scusa, ma non sei stata tu a dirmi che quando spiega ti guarda sempre?>>
Sì, è vero, ma non è che guarda solo me. Guarda anche altri due o tre, cioè tutti coloro i quali non stanno con il naso incollato allo schermo di un pc o di un cellulare.
<<Perchè capisce che tu e quei due/tre siete attenti ed interessati alla sua lezione.>>
Sì, ma rimango dell'idea che non mi proporrà mai di far tesi con lui.
<<Dannazione, si può sapere perchè?>>
Perchè ieri, quando ha parlato dei composti di coordinazione del mercurio e ha chiesto dove si trovi la maggiore concentrazione di questo metallo, io ho risposto sì, ma non in modo corretto.

<<...cioè? Cosa hai detto di così assurdo? Minerali, acque dolci, asteroidi?>>
Ho detto che il mercurio si trova nei termometri.
<<....santo Lavoiser. E lui?>>

Ha fatto un sorriso forzato, m'ha guardato e m'ha ricordato che i termometri a mercurio non esistono più.






Ormai lo so, non mi laureerò mai.

4 commenti:

  1. ahahahaha diciamo che sarebbe stata la mia risposta! (anche perché un termometro a mercurio ce l'ho ancora, quindi venga a casa mia e si informi professore!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ne ho ancora uno, per questo m'è venuto spontaneo dirlo! Però, a mia discolpa, devo anche dire che le lezioni con questo prof sono dopo pranzo!Quindi in modalità abbiocco!

      Elimina
  2. Beh,guarda il lato positivo: per lo meno non gli hai detto che viene estratto dall'omonimo pianeta xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era la mia seconda ipotesi.... xD Scherzo, ma ormai ho messo il cuore in pace!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...