Nota critica per una lettura serena

Nota critica:
Ai fini di una lettura serena,pacifica e spero divertente,vorrei premettere i seguenti punti:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001."
. Cerco semplicemente di parlare di vari argomenti, prendendo ispirazione da esperienze personali e avvenimenti più o meno recenti che talvolta esulano dalla mia vita privata. Questo blog non nasce con fini offensivi verso persone,ideali o religioni, semplicemente generalizzo e condivido i miei pensieri. Le critiche costruttive e i consigli sono ben accetti. Grazie e Buona lettura.

02/05/17

Quel giorno in cui incontrai Lancillotto


Bon, i megaponti ce li siam quasi levati dai piedi. Manca solo il 2 giugno e poi via con la sessione estiva.
Peccato solo che, quest'anno, tra influenze e tempo di cacca, i primi due ponti (Pasquetta e 25 aprile) li abbia passati barricata in casa sotto le coperte o, al massimo, nella veranda di qualche amico prendendo più freddo che chili. Tant'è che ormai, lo ammetto, avevo messo il cuore in pace anche per l'1 maggio, non proponendo nulla di interessante alla comitiva di sempre. Purtuttavia, grazie al fato (o grazie al non voler stare chiusi in casa), nel giro di un'ora dall'inizio dell'1 maggio, qualcuno ha osato proporre una gita a Montalbano Elicona, Borgo dei Borghi nel 2015.

Amico 1:<<Dai ragazzi, andiamoci!>>
Amico 2:<<Sì, ci sto!>>
Fidanzato:<<Bello, bello ma dove mangiamo e cosa?>>
Amico 1:<<Arrivati lì cerchiamo qualche localino, no?>>
Io :<<Vi ricordo che sarà tutto già prenotato da tempo dato che è l'1 maggio. Se volete esser certi di mangiare qualcosa conviene portarsi dei panini.>>
Amica:<<Uffa che pessimismo cosmico.>>
Io:<<Non è pessimismo, è consapevolezza di cosa vuol dire girare durante questi giorni di calca.>>
Amico 1:<<Però effettivamente tanto torto non ha. Conviene davvero portarci dei panini per ogni evenienza.>>
Amico 2: <<Va bene, a questo punto a che ora partiamo?>>
Io:<<Dato che ci vogliono due orette di macchina e considerando anche il traffico, direi di partire non oltre le 9.>>
Fidanzato:<<Amò....MA CHE SEI SCEMA?!?! E' troppo presto.>>
Io:<<Abbè, fate voi. Ma tanto lo so che io sono come Cassandra.>>

E così, dopo una notte insonne (non chiedetemi il perchè che me lo sto domandando anche io) e sveglia alle 06:30 per studiare, mi son digievoluta in madre attenta e solerte, ovvero mi son cimentata nella preparazione dei panini per me, per il mio uomo e per chiunque altro potesse dimenticarsene.
Translate, otto panini e sei bottiglie d'acqua son stati stipati in una borsetta termica dei cinesi dalla nuance mimetica. Con annesse mattonelle di ghiaccio per non far andare a male la maionese.


Giacca a vento, berretto, crema solare, medicinali, salviette, coltellino svizzero, fazzoletti, reflex e via, alla volta di Montalbano Elicona.


Dopo la sesta o settima mucca incontrata per strada (oltre a pecore, cavalli e asini), giunti a destinazione la prima tappa è stata ....il wc pubblico.
Perchè dopo due ore e mezza di viaggio e una bottiglietta d'acqua scolata più per passatempo che per sete, la sottoscritta doveva far pipì.
E, a discapito della solita storia sui bagni pubblici, questi erano lindi e splendenti. Sicuramente più di quelli della mia facoltà.


A seguito di ciò, ci siam immersi nel centro storico, godendo finalmente del tepore del sole.

Amico1:<<Che dite, proviamo a chiamare qualche locale per vedere se han posto?>>
Io:<<Ma fi, profa.>>
Amico1:<<Ma stai mangiando il panino?!>>
Io:<<Oh, son sveglia dalle 6:30. Non mangio da 6 ore, è anche normale.>>
Com'è e come non è, OVVIAMENTE, tutti i locali della zona eran pieni fino all'orlo.
Amico 2:<<Dannazione, sono tutti pieni. Avevi ragione tu.>>
Io:<<Io HO SEMPRE ragione.>>
Fidanzato:<<Dai, intanto incamminiamoci  e poi si vede.>>
L'ho già detto che il mio uomo è molto fortunato, vero? No, perchè proprio pochi secondi dopo la sua affermazione una piccola osteria è apparsa dinnanzi ai nostri occhi e ai nostri stomaci brontolanti.
Così, in meno di uno sguardo d'intesa tra il mio uomo e il resto della combriccola, ci siam ritrovati seduti a mangiare i classici antipasti misti siciliani (tutti buonissimi), l'agnello al forno, la salsiccia con patate, il caffè e il sorbetto.
Tipico pasto da gita fuori 
porta, diciamolo.
Fidanzato:<<Bene, dato che adesso siam belli sazi, direi di incamminarci. Ridendo e scherzando ci siam seduti a tavola alle 12:30 e ci stiam alzando alle 15:30.>>


Un coro di sbadigli, rutti e abbiocco postprandiale rispose a tale proposta. Ma come baldi cavalieri, siam partiti all'avventura.
Lungo le strade medievali solcate da Federico Secondo di Aragona, ci siam districati tra i vari turisti accorsi lì per il nostro stesso identico motivo; curiosità e voler far qualcosa di diverso dai soliti giorni festivi.
Mura medievali costeggiano strutture più recenti; stemmi di antichi casati si mescolano alle antenne paraboliche. E le feritoie son diventate adesso un simbolo di dolcezza.
Sali che ti risali, siam quindi arrivati al cospetto del castello da cui si gode di un bellissimo panorama.
Il cielo terso, il silenzio e la quiete, il gracchiare degli uccellini...
Fidanzato:<<Amore, ma quali uccellini, non lo vedi che son corvi?>>
Circa una ventina di corvi facevan avanti e indietro tra i canali di scolo del castello e il tetto di una casa poco distante.
<<"Mai più, mai più!!" >>
Amica:<<Stai citando il Corvo di Edgar Allan Poe?>>
<<No, sto citando il bottone del mio jeans, che sta per saltare
.>>
Ormai giunti all'ingresso del castello, purtroppo non siam riusciti a visitarlo al suo interno giacchè al nostro arrivo era in corso un'accesa diatriba tra un turista e la guida turistica.
Inoltre la cosa bella sapete qual è? Che avevan ragione entrambi.
Così, evitando di finire in mezzo alle baruffe in corso e riuscendo a fotografare solo quell'uovo di drago che vedete in foto, abbiam continuato il nostro percorso, giungendo nel punto più panoramico di tutta Montalbano Elicona, da dove si possono vedere le isole Eolie.
Quasi in prossimità del tramonto, ormai sazi del panorama, stavamo per tornare a casa quando...
<<L'avete visto il castello?>>
Un signore di circa cinquanta e più anni aveva appena bloccato un ragazzo della mia comitiva.
Amico 3:<<Eh?! Ah, sì, l'abbiam visto...>>
Signore:<<Bravi bravi. Io è la quarta volta che vengo qui.>>
Amico 1:<<Ah, beh effettivamente il posto merita.>>
Signore:<<Sì sì, anche se effettivamente non è proprio la quarta volta, anzi....diciamo che qui c'ho passato molto tempo.>>
Amico 1:<<Ah, è originario del luogo?>>
Signore:<<Non proprio, ma ai tempi di Re Artù lo accompagnai qua in visita al re Federico...>>
Un coro di "EHHH?!?!?!" si alzò tra di noi.
Signore:<<Beh lo so, ora come ora non sembrerebbe, ma io in una vita passata ero LANCILLOTTO. Ah, che bei tempi...peccato che oggi come allora le donne per me sono sempre una maledizione! Ah! Quella puttanazza di Ginevra!!!>>
Fidanzato:<<...già, le donne....>>
Com'è e come non è, siam riusciti a svincolarci da Sir Lancillotto e a tornare in auto, non prima ovviamente di un'altra tappa ai wc.
Finalmente con le terga sul sedile, è giunta la seconda illuminazione.
Amico 3:<<Oh, ma ci andiamo ai Megaliti di Argimusco?!>>

Fidanzato:<<Sì, dai, tanto sono vicini!>>
Di esser vicini, effettivamente, lo sono. Il problema più che altro è che la zona è particolarmente ventosa oltre che abitata da simpatici animaletti come lei (immagine qui in basso) .
Eppure, ad esser sincera, quel percorso impervio e pieno di pericoli è passato in secondo piano di fronte alla bellezza della natura incontaminata che si stagliava intorno a noi.
Arbusti, fiori, silenzio.
Niente perturbava il nostro cammino, salvo le strane forme dei megaliti.
Amica: <<Sembra di esser all'isola di Pasqua!>>
<<Tuttalpiù isola del 1° Maggio, ma alla fin fine non è che questa zona si può definire un'isola...cioè, la Sicilia lo è però...>>
Fidanzato:<<Amò, taci e cammina che dobbiamo arrampicarci.>>
Ebbene sì, signori miei; a fronte dei miei quasi
ventottanni e dopo un pranzo non certo leggero, ho affrontato la scalata del megalite più alto.
Con la sciarpa in testa per evitare gli spifferi d'aria che mi fan partire le cervicali e il terrore di distruggere la reflex, son giunta sul punto più alto per rimanere incantata.



Già, la vista era proprio questa.
Fidanzato:<<Mi sento il re del Mondo!>>
<<Amò, mica è il Titanic questo qui...>>

Finalmente, dopo tanto girovagare e sudare, siam tornati a casa.
Stanchi, soddisfatti, pieni di polvere e fango.
E con 15 panini ancora incartati nella carta stagnola.

Amico1:<<Oh, a 'sto punto che facciamo giorno 2 Giugno?>>
Non lo so, ma una cosa è certa: io non mi alzerò più alle 6:30 per preparare dei panini che non verranno nemmeno mangiati.
Sono stronza nel dire questo? Sarà che nella vita passata ero Ginevra.

10 commenti:

  1. Si fanno sempre begli incontri a Montalbano XD
    Sai che non l'ho mai visitata per bene? Non so perché visto che non mi è lontanissima, ma non ho avuto occasione.

    Comunque, lo so che te l'ho detto e magari tu preferisci così, ma metti le foto grandi!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come non l'hai mai visitata per bene?! Vacci! Anzi, ho letto che il 2,3 e 4 giugno faranno la sfilata medievale! Chissà, magari "Lancillotto" farà qualche giostra... xD
      Comunque sì, me l'hai già detto per le foto ma ho paura che mettendole grandi vada a puttane l'impaginazione (già pietosa) e che poi passi la voglia di leggere il post perchè sembrerebbe troppo lungo :/

      Elimina
  2. Un po' di anni fa nella biblioteca della mia città un tipo è sbroccato completamente per una minchiata. Alla fine hanno dovuto chiamare i vigili per far in modo che si levasse dalla palle, mentre quello delirava cose del tipo: "Tanto io ritornerò! Io sono immortale! Sono TUTANKAHMON!"
    Il tutto mentre la sua bambina, che era lì con lui, cercava di far finta di niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cielo! o.O Ma poi perchè proprio tutankahmon?! xD Povera bimba però, magari eran lì per qualche libro con cui accrescere la sua cultura...

      Elimina
  3. C'è sempre un'ottimista nelle comitive come te! Anche noi dovevamo partirci alle nove per fare un viaggetto di 120 km... e ci siamo partiti alle 10.45 olè! Meno male che il pranzo era prenotato, altrimenti finivamo a brucare l'erba :D
    Il disagio di ritrovarsi incastrati in dialoghi coi pazzi lo condivido... non sai cos'è la pazzia finché non incontri fuori patria una tipa alle 4 del mattino che si dichiara una "pacifista amante di Satana" e che racconta di aver visto il fantasma del suo gatto morto.

    Oh però bello 'sto posto, mi sa che me lo segno *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che ottimista mi definirei un'organizzatrice compulsiva :D Sarà che ho ancora il trauma di tutte le gite in famiglia che facevo da piccola, quando mia madre mi svegliava alle 06:00 per partire alle 08:00 (per non trovare traffico e goderci la giornata fuori) e...e mio padre si alzava alle 09 -.-
      Comunque la pacifista amante di Satana è fantastica! Pura poesia!!!

      Elimina
    2. Due ore solo per prepararsi? Aiuto o.O
      Il tutto è stato agghiacciante... compresa la sua orazione a favore di Satana, che secondo lei era vittima di una visione distorta dal cristianesimo. Insomma, tutto un complotto della chiesa cattolica perché amare Satana vuol dire amare la vita terrena, gli animali e la natura e ciò non conveniva alla chiesa... Oddio, a ripensarci mi tornano i brividi ç.ç

      Elimina
    3. Sì, generalmente due ore perchè mi piace fare colazione con calma, ricontrollare l'elenco delle cose da portarmi e...fare la cacca prima di uscire :D Quindi almeno 2 ore passano :D
      Comunque davvero assurda sta tizia o.O

      Elimina
  4. io sono l'organizzatrice ufficiale della compagnia...
    però è anche vero che sono la più nervosa e nevrotica, meno male che ho una "come te", che è mia sorella Jn, la quale cerca di mantenere un atteggiamento perennemente positivo, anche quando le cose non vanno proprio proprio nel modo migliore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, diciamo che non ho molto l'atteggiamento positivo...più che altro cerco di fare buon viso a cattivo gioco, non prima però di un'oculata organizzazione con annessi "piani B" qualora qualcosa non vada in porto :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...