"Stelle" cadenti pasquali

Lasagne al ragù pronte?
PRONTE SIGNORE!
Lasagne al pesto pronte?
PRONTE SIGNORE!
Falsomagro, involtini di pesce spada, torta setteveli, frutta, colomba, caffè e ammazzacaffè pronti?
SIGNORSI' SIGNORE!

Bon, per Pasqua è tutto pronto. Anche la sottoscritta, ormai rassegnatasi all'ennesima estate passata in pareo per nascondere la ciccia.
L'unica cosa, però,  per la quale non sono ancora pronta è Pasquetta.
Ma non per ciò che si mangerà (o non mangerà) quel giorno, eh.... no no. Non son pronta perchè ancora nessuno ha deciso niente. Dal fidanzato al gruppo di amici, tutto tace su quel fronte al suon di "e poi c'organizziamo, tranquilla..."

[Considerazione personalissima: NO, MA CON CALMA EH, CHE TANTO I SUPERMERCATI E LE MACELLERIE STANNO APERTE APPOSTA PER NOI FINO ALLA MEZZANOTTE DELL'1 APRILE!!!]

Dicevo...è tutto pronto. Forse anche la classica e ormai statisticamente nota pioggia di pasquetta.
Le uova son disposte in fila sulle credenze, i bambini trepidanti son fissi difronte ad esse e le mamme e le nonne stan controllando l'argenteria per il pranzo.
Tutti sanno cosa fare, tranne....
tranne la stazione spaziale cinese.

E già, pare proprio che la stazione spaziale cinese Tiangong-1 (che vuol dire "Tempio del Cielo"), messa in orbita nel lontano 2011, precipiterà sulla terra in questi giorni. Più specificatamente questa domenica. Domenica di Pasqua.
Così, dopo la stella cometa del Natale e le stelle cadenti di San Lorenzo, avremo il satellite cadente pasquale. Forte, vero?
Al di là dell'infelice battuta, pare che alcuni detriti potrebbero cadere anche in Italia, sebbene con una probabilità dello 0,2%. E dove di preciso?
In Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Praticamente in mezzo centro-meridione. 
Sicuri che sia un satellite cinese e non leghista?
Sebbene, come scritto in alto, la probabilità che ciò accada è molto piccola (ma sicuramente maggiore della probabilità di arrivare sana di mente alla laurea), da giorni ogni canale di informazione esistente ci informa su gli ultimi sviluppi.
Dov'è arrivata la stazione spaziale, che orbita segue (pare si stia muovendo in modo strano, quasi come un ubriaco che tenta di apparire sobrio), quanto lontana sia o non sia...e, soprattutto, cosa fare nell'eventualità (remota) in cui cada vicino casa nostra.
Secondo gli esperti, buona parte dei detriti che potrebbero arrivare vicino i gerani che abbiamo in giardino, non saranno certo così grandi da generare crateri catastrofici stile Hollywood nè, tanto meno, fare un remake della pubblicità del Buondì Motta.
Al massimo, ma proprio al massimo, potrebbero essere di grandezza sufficiente per fare un piccolo lucernario nel tetto.
Però ciò che presta maggiore attenzione e preoccupazione è il carburante ancora presente nella Tiangong-1; a differenza di altre stazioni che negli anni passati son tornate sulla terra in modo più o meno simile, essa contiene ancora diverse tonnellate di combustibile.
Combustibile noto come IDRAZINA.

Ecco, che cos'è l'idrazina?
Come ho già scritto nel profilo Fb del blog, l'idrazina è idruro di azoto, ovvero un composto azotato impiegato come combustibile per missili, razzi di controllo orbitale e satelliti artificiali.
Tralasciando gli aspetti tecnici e le reazioni chimiche ad essa associate, è una sostanza corrosiva, tossica e cancerogena: la soglia di contaminazione dell'aria è di 1 ppm e già a 20 °C i vapori possono raggiungere tali concentrazioni. Appare quindi chiaro che l'inalazione di idrazina comporta bruciore delle mucose, tosse, capogiro e difficoltà respiratoria, sintomi che si presentano dopo circa 10 ore dal contatto.
In più, come già accennato, è anche un potenziale cancerogeno se si è esposti per lunghi periodi.
Il che significa, sebbene non sia il nostro caso con quella contenuta nei possibili detriti spaziali, che una esposizione prolungata porta danni a livello epatico, renale e cerebrale (soprattutto per il Sistema Nervoso Centrale).
L'idrazina non è dunque la classica "benzina" con cui quotidianamente abbiamo a che fare e della quale ci piace tanto l'odore (anche se l'inalazione della stessa benzina non faccia poi così bene, eh...), ma è ben più pericolosa sotto il punto di vista tossicologico.

Conseguentemente appare chiaro che, nella remota possibilità che qualche pezzo della stazione spaziale cinese (contenente idrazina) cada nelle vicinanze di casa vostra, è bene NON TOCCARLO, NON AVVICINARSI E NON FARE I SELFIE VICINO AL ROTTAME PER MOSTRARE AL MONDO QUANTO FORTUNATI SIETE STATI NEL VEDERLO DA COSI' POCA DISTANZA.
Tuttalpiù conviene chiamare gli organi competenti (Protezione Civile in primis) per fare in modo che il residuo spaziale venga smaltito in modo corretto, mantenendo al contempo una distanza di 20 e più metri dallo stesso, onde evitare le spiacevoli conseguenze sopracitate.
E se proprio volete fare qualcosa nell'attesa che vengano a recuperare il rottame...beh, potreste saltellare sul posto per smaltire il quintale di agnello che avete ingurgitato.

Oppure potreste seguire il mio profilo Fb cliccando in alto alla voce "FACEBOOK" vicino le etichette ecc.


E possa colpirmi un satellite spaziale pieno di Idrazina se questo post non è stato scritto solo per informarmi che mi son iscritta su Facebook a nome del blog.
BUONA PASQUA!

Commenti

  1. Ci mancava anche il cino-satellite che casca a pezzi sulle nostre teste!

    Comunque Buona Pasqua e buon'organizzazione per la Pasquetta. Ma quest'anno non dovrebbe piovere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona Pasqua anche a te! Per la pasquetta ormai ci sto perdendo le speranze, credimi!!
      Quasi quasi se non si farà niente...beh, potrei voler la pioggia :D

      Elimina
  2. Mi chiedevo chi dovessi chiamare se mi ritrovo un pezzo di satellite in giardino XD Speriamo non finisca nell'insalata rustica di qualcuno D:
    Buona Pasqua :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eventualmente chiama me che mi faccio il selfie con il satellite xD Però chissà, magari darà quel tocco in più
      all'insalata! Buona Pasqua!

      Elimina
  3. Un giorno o l'altro devo leggermi "Ignition!", saggio semiserio sui carburanti per razzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che io sappia il libro è ormai fuoristampa :/

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I PIU' LETTI