Colleghi da scollegare

AHH! L'aria della primavera, i primi tepori, gli uccellini cinguettanti, le allergie, il traffico la domenica, la sessione estiva imminente...
<<Va' che ancora mancano circa 3 mesi alla sessione estiva..>>
NON E' MAI TROPPO TARDI PER PENSARCI, OK?!

Si sa; come da mantra di ogni studente medio, ad ogni fine sessione/inizio semestre la frase è sempre e solo la stessa: da oggi studierò giorno per giorno così da non dover fare tutto di fretta poco prima dell'esame.
Ma, come statistica vuole, difficilmente questa promessa viene rispettata. Così, giunti inesorabilmente a una settimana dalla sessione d'esami, siam soggetti a dover fare un'ardua scelta: rimandare tutto alla sessione successiva o provare gli esami sperando in San Culino, protettore degli studenti sfigati?
I più temerari, consci del tempo che passa e delle minacce dei genitori, optano per la seconda opzione; stilano il calendario di studio, scelgono quali materie provare e quali no e piangon sangue amaro sui libri fino al fatidico giorno.
Giorno in cui, se va bene, si ha una materia in meno sul libretto. O un litro in più di alcolici  in corpo qualora vada male.
Al di là di ciò, indipendentemente da come vada, una cosa è certa: non si è i soli a ragionar così.
L'amicone delle lezioni, il collega secchione già prossimo alla laurea al momento dell'iscrizione, la figona del dipartimento...tutti son nella stessa situazione. O no? Non proprio, perchè tra tutti quelli che popolano la nostra facoltà ci sono anche loro: i colleghi di merda. E sottolineo di merda e non nella merda. Perchè loro non ci sono mai, mannaggia alla pupazza.
Chi sono tali colleghi di merda? Effettivamente con questo termine si intende una categoria molto più articolata di quanto si possa mai pensare; in base al sesso, l'età, l'intelligenza e altri fattori più o meno importanti, di colleghi di merda ne esistono diverse categorie e sottocategorie.
E, guarda caso, frequentano tutti il tuo corso.
Volete conoscerli? Eccovene una carrellata.

CdM CATEGORIA 1: I DOMANDINI.

-CdM "quanto hai preso?!": uomo o donna che sia, tale collega lo vedi solo e soltanto quando hai dato da poco un esame. Difatti, non appena il tuo cervello, post esame, ricomincia a funzionare riportandoti alla mente pure la canzoncina di natale che cantasti durante la lontana Vigilia del '93, il CdM sopracitato appare dal nulla. Con lo sguardo spiritato e un falso sorriso in bocca, ti agguanta per chiederti: 
<<Hai fatto esame? L'hai passato? Quanto hai preso?!>>
Se la risposta alle prime due domande è un triste "No", il CdM sparisce. Se la risposta è invece un "Sì", rincara la dose.
<<Eh, e quanto hai preso?!>>
<<Ventotto, perchè?!?>>
<<E quanti han preso voti alti?!>>
<<Ma che ne so, ero il primo!>>
<<Ma come! Non puoi andare dentro ad informarti?!>>
MA VACCI TU, COGLIONE!

-CdM "che domande t'ha fatto?": cugino di primo grado di quello precedentemente descritto, tale CdM opera nella stessa maniera solo per sapere quali sono e non sono le domande più gettonate da parte del prof.
Richiesta anche abbastanza legittima, in quanto tutti noi vorremmo sapere a priori di che morte moriremo. 
Il problema però, con tipi così, è che la domanda viene posta immediatamente dopo l'uscita dall'aula, quando si è ancora abbastanza scossi per l'esito (positivo o meno che sia).
Perciò, al primo tentennamento su cosa sia stato o non stato chiesto, il suddetto CdM si attacca stile cozza per spronarti a ricordare parola per parola tutto quello che è stato domandato. Talvolta pure le risposte da te date.

-CdM "quante materie ti mancano?": hai appena finito la sessione d'esami con un mesto 1 a 4 (1 materia superata su 4 provate). Sai che non è un buon punteggio, ma sei comunque orgoglioso di te stesso perchè non pensavi di poter superare nemmeno quella appena verbalizzata. In più ti stai convincendo che, comunque sia andata, le materie che non hai superato le darai sicuramente durante la sessione successiva perchè sarà solo un "ripasso". Sì, insomma, sei lì che cerchi di capire se riuscirai a laurearti prima della colonizzazione di Marte quando spunta lui; il CdM.
A differenza degli altri due domandini descritti fino ad ora, questo gode nel farti abbassare la guardia prima di infliggerti la pugnalata. Ovvero, dopo le solite frasi di rito e un finto interesse in merito alla tua salute, appena scoperto che hai superato un esame sfodera gli artigli.
<<Davvero? E quante te ne mancano ancora?!>>
SEMPRE MENO DEI NEURONI CHE MANCANO A TE, STRONZO!

-CdM "mi presti i tuoi appunti?!": questi, indipendentemente dal periodo accademico, sono i più odiosi, secondo me. Non li vedi quasi mai a lezione, non li vedi quasi mai in aula studio, non li vedi quasi mai in laboratorio, non li incroci manco in bagno o davanti la macchinetta del caffè. Anzi, non sai nemmeno il loro nome o che faccia abbiamo. Al contrario, loro sanno tutto di te.
Sanno che materie stai seguendo e quali hai già dato (e pure con quale voto); sanno come prendi gli appunti e se li hai già prestati a qualcuno o no. 
Così, quando meno te l'aspetti...PAM! Ti si piazzano davanti e, con lo stesso volto di Oliver Twist quando chiede un altro poco di minestra, ti domandano i tuoi preziosissimi appunti.
Appunti che, il più delle volte, non vedrai MAI più, perchè passeranno di mano in mano tra la sua schiera di amici.

CdM CATEGORIA 2: I "MA COME CAZZO FAI".

-CdM "Gastone": passa gran parte delle lezioni spulciando foto su Instagram o giocando con il cellulare. Durante il weekend pubblica un sacco di foto di locali fighi, scampagnate, viaggetti last minute. I suoi appunti son scarni, scritti male e pieni di lacune. Insomma, solo a guardarli pensi "sì va beh, questo non si laureerà mai".
Eppure, il giorno dell'esame, giunge in aula fresco e profumato come fiorellini di campo. Non un poco d'ansia, non un poco di schizofrenia da studio matto e disperato.  Si siede con fare spavaldo e aspetta che l'esame inizi.
<<Mi dica, quanto fa 2+2?>>
<<4.>>
<<E 2x2?>>
<<4.>>
<<E 100/477,5?>>
<<Questo non lo so. Però le posso dire che 100/25 fa 4.>>
<<Non è quello che volevo sapere ma pazienza, bene o male ha saputo rispondere. Promosso.>>
Che tu, da spettatore, pensi "minchia, se le domande son così lo passo pure io che ho studiato come un pazzo". Peccato che, appena seduto, ti venga chiesto di tutto, compreso quanti capelli aveva alla nascita il padre dell'autore del 3° libro consigliato dal prof.

-CdM "lacrima facile": Un poco come il precedente, a lezione è solo un corpo che occupa spazio. Non partecipa alla lezione, non tocca libro, non prende appunti e non sa nemmeno fare la O con il bicchiere.
E all'esame questo si vede, eccome se si vede.
Però, il CdM qui citato non si perde d'animo; alla stregua dei migliori attori drammatici, incomincia un lungo monologo sui suoi problemi personali.
<<Ahh, professore, cerchi di capire! Ho l'unghia dell'alluce sinistro incarnito e tale patologia mi impedisce di studiare correttamente! Mi venga incontro! Mi permetta di laurearmi prima che tale male che mi affligge mi impedisca di goder della poca vita che mi resta...>>
E' talmente bravo che non solo riesce a far fesso il prof, ma ti fa quasi venir voglia di fare una raccolta fondi per trovare una cura alla sua unghia incarnita.
Ovviamente, il 18 è assicurato mentre per te c'è, al massimo, un 17+ calci in culo.

-CdM "lecchino": ha passato più tempo nello studio del prof che a casa propria. Lentamente, come una pianta infestante, è entrato nelle sue grazie arrivando persino a dargli del tu.
Il caffè appena varcata la porta del dipartimento, il dolcino fatto da mamma che, guarda caso, è il preferito del prof, il "professore non ho capito questa cosa me la rispieghiii" appena finita la lezione...dove c'è il prof c'è lui, pronto a far di tutto per soddisfarlo.
Tant'è che, in sede d'esame, nel momento stesso in cui si siede per esser esaminato accade più o meno questo:
<<Ohh, ciao! Come va in famiglia, tutto bene?>>
<<Sì prof! E sua moglie? I suoi figli, canegattopescerossosuocera?>>
<<Bene bene...comunque non so, che posso chiederti?>>
<<Boh! Parlo così a vanvera?>>
<<Sì sì, tanto il 30 nel libretto te l'ho già messo in via precauzionale.>>
[ndr. questa tipologia di CdM, il 90% delle volte, diventa l'assistente del prof]

-CdM "mantide religiosa": ad inizio anno accademico tale CdM osserva tutti i colleghi di sesso opposto (o proprio, dipende dall'orientamento sessuale) per capire chi è single e chi no tra i più bravi. Individuata la vittima designata, con tecniche di rimorchio che nemmeno Casanova avrebbe mai potuto ideare, riesce a trovare l'amore. Ma non solo; oltre all'amore ha infatti trovato qualcuno che vada a lezione a suo posto, che gli passi appunti e sbobbinature, che gli prepari le relazioni o i progetti, che gli faccia trovare il libro sottolineato ecc ecc...
Senonché, superati gli esami per i quali il partner è portato, "inspiegabilmente" tale grande e folle amore svanisce. Puff, di nuovo single a caccia della prossima vittima, ma con almeno cinque materie in meno nel libretto.

-CdM "cellular-addicted": ha più selfie che libri per studiare, non perde mai un evento mondano e se, durante le lezioni, il prof gli pone qualche domanda in merito alla materia, non sa nemmeno dirgli come si chiama. Nessuno scommetterebbe su una sua promozione, per dirla chiaro e tondo.
Tuttavia, al momento dell'esame scritto, prende un bel 30. Ha studiato? NO.
Ha almeno 2 cellulari; uno vecchio e rotto da consegnare al prof qualora richiesto per evitare "i furbetti", e uno per comunicare con qualcuno all'esterno in modo che possa svolgere la traccia al suo posto (oppure contenente tutte le slide/i riassunti del libro).
Che sia seduto nell'ultima fila o addirittura di fronte al prof, riesce ad usare il cellulare con una nonchalance incredibile mentre tu, che sei solo agitato ma senza nemmeno un bigliettino, vieni preso di mira dallo sguardo arcigno del prof.
E anche nel caso in cui allo scritto segua l'orale (dove, almeno 1 volta su 2, farà scena muta), riuscirà comunque a passare l'esame. Magari con un voto più basso rispetto allo scritto, ma lo passerà.

In fine la categoria peggiore; il CdM PLUS, ovvero colui che non solo racchiude tutte le sottocategorie precedentemente elencate, ma che ha quel qualcosa in più che ti spinge ad odiarlo vita natural durante; è stronzo forte. Infatti il CdM PLUS è la merda umana per eccellenza.
Gli chiedi se per caso han spostato la lezione?
"Non lo sa".
Gli domandi  se per caso il professore ha deciso la data dell'esame?
"Non lo sa".
Ci son libri nuovi da studiare, il prof ha fatto qualche esercizio particolare, è saltata in aria la facoltà?
"Non lo sa". Lui non sa nulla, non ha visto niente e non ti dirà una mazza. Anzi, non ti darà nemmeno la possibilità di vedere i suoi appunti per sapere cosa è stato detto durante l'ultima lezione che hai saltato (per motivi gravi), non ti dirà cosa gli han chiesto all'esame e non ti rivolgerà parola per ogni evenienza.
Però, nel caso in cui sia lui a chiederti qualcosa in prestito o altro, PRETENDERA' che tu soddisfi la sua richiesta anche se non puoi. E se non lo fai, preparati a veder terra bruciata intorno a te, perchè il CdM PLUS è anche un perfetto pallonaro pronto a inventare le storie più disparate contro chi l'ha offeso.

La morale di tutto ciò? Qualsiasi CdM qui citato, per quanto "specializzato" in un determinato settore, vive solo in funzione di due cose:
-la competizione con gli altri colleghi
-il rompere le scatole ad essi.
Ma il Karma esiste per tutti....o no?

Commenti

  1. I domandini sono antipaticissimi, ma comunque mi tenevo alla larga da loro. O forse nella mia annata non esistevano neppure. Solo uno mi chiedeva gli appunti. Ma io scrivevo da cane :D. Ci sta però la domanda "che domande ti ha fatto" :D. Facendo ovviamente rifiatare il povero studente uscito dall'aula.

    I lecchini invece li ho molto presenti...

    Interessante la figura della mantide religiosa XD io non avrei corso il rischio comunque...

    E ai miei tempi il cellulare era usato solo per telefonare. Davvero. Non andavano più di moda neanche gli squillini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beato te che non hai conosciuto la "mantide"! Nella mia facoltà ci sono di ambo i sessi, anche se per fortuna si son fatti scoprire subito (tant'è che adesso non riescono più a fare così)!
      Comunque da come scrivi "ai miei tempi" sembra quasi che tu ti sia laureato nella preistoria xD Suvvia, non sei mica così vecchio!

      Elimina
  2. I domandini devono avere sicurezza per sé, ecco il perché di quelle domande.
    Una lecchina una volta fece un esame in coppia con me, lei ovviamente aveva non solo frequentato, ma anche fatto colazioni-pranzi-cene con la prof. che mi mise un venti stirato e questa stronza fece "a saperlo, manco studiavo".
    Appena uscimmo, cadde di muso per tutta la rampa di scale interne, io manco la aiutai a rialzarsi e le dissi: a saperlo, manco dovevi venire, forse.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di stronze così ne è pieno il mondo, ti capisco! Però dai, lo vedi che il karma per gli studenti universitari esiste?!??! Allora la mia conclusione del post non è poi così sbagliata :D

      Elimina
  3. Mi chiedo se ho conosciuto mai una mantide religiosa e forse sì, ma non sono sicuro perché lui era se non sbaglio un anno diverso dal nostro.
    Dall'altro canto devo dire che ai miei esami rare volte ho intercettato o sono stato intercettato da qualcuno, nella mia facoltà vige in questo senso molto distacco diciamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, ero quasi convinta che le mantidi fossero solo da me :D In tutta la carriera universitaria ne ho conosciute circa 6, molti dei quali uomini! Comunque che non ti rompano post esame è bellissimo però...non so, c'è così tanto distacco da non cagarsi proprio con i colleghi? Alla fin fine un poco di spirito cameratesco ci vuole!

      Elimina
    2. Mmmh da no c'è stato poco spirito. O meglio, considera che del mio gruppo iniziale, molti hanno preso col tempo altre strade, altri magari si sono laureati in tempo e quindi ci siamo un po' separati.

      Elimina
    3. Mi dispiace però :/ Da noi, forse complice il fatto che siam pochi o che comunque, per alcune materie, devi presentarti milioni di volte (e quindi conosci un sacco di ripetenti e fuoricorso), ci si conosce bene o male tutti e spesso si fa comunella...ovviamente ciò non vuol dire che non ci siano quelli che non cagano mai nessuno se non la loro ristretta schiera d'amici, mia bene o male lo spirito cameratesco c'è!

      Elimina
  4. Le cose peggiori in realtà le vedi quando devi consegnare delle relazioni di gruppo. Una volta il gruppo di cui facevo parte PRETESE che io consegnassi la mia parte delle relazioni dopo appena quattro giorni che era finito il laboratorio. Avevo passato il weekend prendendomi una pausa dopo un periodo impegnativo e il lunedì ho ritrovato sulla posta ben 18 MAIL da parte loro, roba da denuncia per stalking, cosa che mi ha costretto a redigere in fretta e furia la mia parte quel giorno stesso. E ancora a loro non andava bene. E quando diedi l'esame non mi volevano dare le loro parti, perché "non mi ero impegnato abbastanza". Minchia, che odio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevi le relazioni di gruppo?!!? Da noi non esistono o.O In laboratorio possiamo al massimo lavorare in coppia, ma ognuno deve presentare la sua relazione (sia che l'esperimento sia stato condotto insieme, e quindi con gli stessi dati, sia che son stati condotti due esperimenti identici ma con dati analitici diversi onde evitare di copiare....fissa dei prof di chimica analitica)... però posso immaginare il nervoso che t'han creato! Una CdM stalker l'ho avuta anche io, ma lo faceva solo per appunti, esercizi svolti e pure per la prenotazione libri (della serie che un giorno PRETESE che le prenotassi IO un libro perchè si seccava ad andare in libreria) -.-

      Elimina
  5. ahahaha oddio, che nitida immagine di tutti noi poveri esseri universitari...Ho realizzato solo grazie al tuo post che fra un mese inizia la Sessione Estiva, io fo un fioretta a San Culino !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aHSAhshAHS dai non siam TUTTI così! Certo, di tanto in tanto anche il più normale degli universitari esce uno di questi "caratteri", ma quelli da me elencati lo fanno in modo costante e ripetitivo :D Per San Culino, sappi che esiste pure la preghierina!
      San Culino, San Culino fammi superare l'esamino....!!" :D Spero possa esser utile!

      Elimina
  6. Il bracconaggio è un reato, ma 'sti qua pare non lo sappiano! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che bracconaggio, in base anche all'intensità delle domande e alla frequenza, la chiamerei tortura psicologica xD

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I PIU' LETTI