C'è chi è SuperMamma e chi IpoMamma



Oggi è stata una bella giornata; gli uccellini m'hanno svegliata con il loro cinguettare, il sole è tornato a splendere come non ha mai splen...spless.... fatto, e io mi son finalmente concessa due orette solo per me.
Ok, due orette per sbrigare pratiche e compagnia bella, ma quantomeno son stata fuori dalle mura domestiche. Così, gira di qua e inveisci contro le strisce blu di là, ad un certo punto ho incontrato una ex compagna di scuola. Ex compagna sposata e con prole, ovviamente.
EC:<<Ciao cara! Come stai?!>>
Dopo i soliti convenevoli, come educazione vuole, ho chiesto lumi in merito al frutto dei suoi lombi.
Insomma, ho chiesto notizie del figlio.
<<Dimmi, come sta il piccolo? Quanti mesi ha?>>
EC:<<Eh, il piccolo ha già otto mesi....>>
<<Uhh, mamma mia come cresce be...>>
EC:<<....e una brutta, brutta gastroenterite. Son giorni che vomita e piscia merda dal culo. Non so più che fare.>>
<<AH. E tu, tuo marito o chiunque altro sia stato in contatto con il bambino in questi giorni, ha o ha avuto gli stessi sintomi?>>
EC:<<No.>>
<<Allora magari è una intolleran...>>
EC:<....almeno, non fino ad ora. Comunque ti saluto che devo pure passare dalla farmacia! Un bacio, fatti abbracciare!>>
VADE RETRO UNTRICE!!!!

Oggi è stata una bella giornata fino a quando non l'ho incontrata.
Salve, son Doppio Geffer e sono un'ipocondriaca emetofobica dal 1999.
Ok, chi legge questo blog fin da gli albori sa quanto io sia terrorizzata dalle malattie associate all'apparato digerente, ma è bene ricordarlo.
Purtuttavia oggi, a differenza della mia solita ansia da possibile contagio, è emerso inspiegabilmente un altro tipo di disagio. Sarà che son in ovulazione, sarà che l'orologio biologico ha incominciato a ticchettare prepotentemente, sarà che ormai c'ho un'età, ma la mia ansia ipocondriaca quest'oggi m'ha posto un grosso, grossissimo dilemma:

Ma il giorno in cui sarò madre, come minchia farò con i figli malati?!

Spiegazione: quando qualcuno a me vicino sta male e, soprattutto, lamenta di dolori di stomaco con annessi e connessi, la sottoscritta qui presente si trasforma in Usain Bolt. Corro come nemmeno Forest Gump corre. Sì, insomma, lascio il malato in balia dei suoi germi. Compreso il fidanzato. E fin qui, sebbene sia deplorevole come azione, nessuno m'ha mai detto nulla poichè ormai tutti si sono rassegnati al mio essere ipocondriaca emetofobica.
Purtuttavia, se lo Stato Italiano vuole, un giorno sarà madre. Concepirò, partorirò con dolore e metterò al mondo un figlio. Forse anche due. Bene. E cosa caratterizza i primi dieci anni circa di un figlio?
Il fatto che cresce tantissimo e che i vestitini comprati due mesi prima non gli entrano più nemmeno in un polpaccio? No.
Il fatto che incomincia a diventare indipendente? Neanche.
Che farò fuori 3/4 di stipendio solo per vestirlo, nutrirlo, istruirlo e farlo giocare? Non proprio....
LE MALATTIE, cacchio.
I primi dieci anni di un bambino sono infatti composti per l'80% da febbri, malattie esantematiche e gastroenteriti. Più lividi, escoriazioni, arti rotti provando a imitare un personaggio di qualche cartone animato e chi più ne ha ne metta, tipo la sottoscritta che a nove anni s'è data una picconata sullo stinco per imitare i Sette Nani.
Ecco, se con gli adulti mi rifiuto di prestare soccorso, con mio figlio cosa diamine farò?
Certamente non potrò lasciarlo in balia di sè stesso nè, tanto meno, in balia del padre (che è sensibile anche alla vista del sangue, figurarsi al vomito). Potrei allora sbolognarlo alle nonne, ma è bene non toccare questo tasto dolente fatto di rimedi casalinghi e punture di fosforilasi anche per un blando mal di testa.
E allora? E allora dovrò pensarci io. Io che non so fare una puntura. Io che alla vista del vomito, vomito per compagnia, che entro nel pallone per una linea di febbre con lieve mal di testa pensando sia meningite  e che vivo le notizie sulle malattie stagionali come una condanna di morte.

Come diamine farò? 
Passerò tutta la sua infanzia facendo avanti e indietro dallo studio del pediatra fino a quando non mi denuncerà per stalking? Mi daranno la tessera gold al Pronto Soccorso? Mi licenzieranno dal lavoro perchè prenderò troppi giorni di malattia, tra figlio ammalato e me che suppongo di esser stata contagiata?!
C'ho l'ansia per l'ansia che verrà. La paura per la preoccupazione di mandarlo all'asilo sano e riprenderlo pieno di malattie. Il terrore di esser disturbata al lavoro perchè il bimbo si è sentito male mentre giocava con i compagnetti.
E non sono nemmeno lontanamente incinta.

Poco fa, con mia madre.
<<Mamma, ma come stracacchio farò?!>>
<<Ci devi pensare ora?>>
<<Certo, devo arrivarci preparata!>>
<<Vedrai che poi non ci farai nemmeno caso dato che sarai così tanto preoccupata per la sua salute, da non badare al fatto che abbia trasformato una parete bianca in una tela di Pollock con un solo conato di vomito.>>
<<Esagerata, e che è?! L'esorcista?!>>
<<No, sei stata tu a sei anni.>>
<<Io?!>>
<<Sì, e solo perchè ti faceva schifo lo sciroppo per la tosse che ti davo.>>

Ok, è vero, non devo pensarci adesso. Non sono incinta nè ho un figlio piccolo.
Anche se...non potrei direttamente proiettarmi in un futuro in cui la mia prole sia già abbastanza autosufficiente da non aver bisogno di me, qualora stia male? Così, giusto per esser più tranquilla e incominciare a correre al primo "mamma, non mi sento tanto bene".
Perchè c'è chi è una SuperMamma...e chi una IpoMamma ancor prima di quelle due lineette blu.

Commenti

  1. Posso darti un consiglio? Vaccinazione anti-influenzale. Migliora molto la vita degli ansiosi come me e te su questo tema :). Poi va beh, limitando al massimo le fonti di stress è più facile ammalarsi di meno. Comunque io ieri sono andato dal dottore perché la notte avevo sentito un quasi impercettibile bzz all'orecchio, alla fine ho il timpano un po' arrossato e mi sto ciucciando gli anti infiammatori XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti credo proprio che incomincerò a farle!! Anche se, per problemi di altro genere, non so fino a che punto posso usufruirne :/ Dovrei dedicare un'intera giornata a: analisi, visite specialistiche, caffè con il medico curante... xD
      Comunque mi sa che tu sei più ipocondriaco di me! Io lo son solo per malattie pericolose (meningiti, ebola..) o per gastroenteriti! Tutto il resto non mi preoccupa così tanto...

      Elimina
  2. Anche io sono totalmente d'accordo con tua madre: a parte che è presto per pensarci ma penso che diventare mamme rafforzi in modo unico! Ho visto donne schizzinose, vegane, superglamour, diventare umane dopo aver avuto figli. Ce la puoi fare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai cos'è, è che è nella mia natura non voler arrivare impreparata! Figurati che ho già stilato tutto quello che devo fare/comprare/preparare per il matrimonio da...boh, 5 anni? xD
      Al di là di ciò pure mia nonna paterna era come me, eppure è riuscita a crescer 3 figli! Certo, aveva l'appoggio di sua sorella (zitella), ma dai, scorre in me il potere del non vomitare se vomitano i figli!! Oh no? :S

      Elimina
    2. Non te lo so dire, io vomito se vedo gli altri vomitare, non voglio figli e non posso essere mamma per cui non posso aiutarti XD

      Elimina
    3. Ma puoi esser il super zio dei tuoi nipotini! :D :D :D Quindi, in qualche modo dovrai affrontare la situazione :P

      Elimina
  3. Io ho la tua stessa fobia... e anche la fobia dei bambini. Con una ho risolto l'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apperò! Effettivamente è una buona soluzione... peccato che ami i bambini!

      Elimina
  4. Mi sa che hai dimenticato un passaggio fondamentale... Le nausee mattutine durante la gravidanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nì, non le ho propriamente dimenticate :D Diciamo che ho la speranza (forse vana, chissà) non soffrire di nausee mattutine come fu per mia madre quando mi aspettava...e in più ho la "capacità" di non cedere al senso di nausea, ovvero a non vomitare immediatamente....altrimenti perchè chiamarmi Doppio Geffer? xD

      Elimina
  5. Stai tranquilla, anzitutto il nostro corpo è molto più forte di quanto immaginiamo. A scuola se ne vedono di ogni... l’ultimo episodio che mi viene in mente è di un bimbo abituato a ingozzarsi, nonostante le continue raccomandazioni da parte nostra, che a furia di mandar giù ha pensato bene di scendere dalla seggiolina, venire al nostro tavolo, appoggiare il mento al tavolo e vomitare di fianco a noi per poi ritornare al suo posto e riprendere a mangiare, senza parlare di nasi colanti e malattie infettive... eppure non siamo mai morte. Per quanto riguarda l’eventuale tuo futuro figlio, lo amerai a tal punto che tutte quelle “cose” che in questo momento ti preoccupano diventeranno irrilevanti, credimi.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco perchè non ho mai voluto fare l'insegnante (specie della scuola materna e/o elementare) xD ancora oggi, a distanza di più di un ventennio ricordo le vomitate dei miei compagni, figurati!
      Comunque son consapevole del fatto che l'amore per il proprio figlio permette di superare anche questo, ma nel frattempo l'ansia la fa da padrona! :S
      Al di là di ciò, ti do il benvenuto su Doppio Geffer con ghiaccio :D

      Elimina
    2. Grazie mille a te e grazie per essere diventata una lettrice del mio blog, vorrei farlo anch’io ma non “trovo come fare” e così ti seguo su Tw.
      Buon pomeriggio e grazie ancora.
      sinforosa

      Elimina
    3. Prego! Comunque se vuoi diventare una "lettrice fissa" c'è, a sinistra in pagina, il tasto per farlo: è sopra i Google+ follower e sotto il copyright :) Eventualmente ho il profilo facebook e puoi mettere il segui lì :)

      Elimina
  6. Ciao! Io non ho avuto le nausee in gravidanza e mia figlia in 2 anni non si è mai ammalata (perché non va al nido, forse, o perché ha gli anticorpi grandi come una casa, non saprei...), se sei fortunata te la puoi cavare finché... finché non andrà in asilo e non prenderà tutto e ti passerà tutto. Non so che dirti, forse ce la farai perché ti tocca, o magari potrai ricorrere a una tata-infermiera! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cielo! o.O Non mi ci far pensare! Credo che durante quel futuro lontano avrò più buchi io nel braccio (per i vaccini anti influenzali) che un eroinomane xD Quanto meno, come già detto in un commento precedente, mi auguro di aver gravidanze serene come fu per mia madre anche se mia suocera non fa altro che "buttarmela" (augurarmi con cattiveria) raccontandomi per filo e per segno i 9 mesi di vomito avuti durante l'attesa del mio uomo -.-
      Però l'idea della tata infermiera sai che non è male? xD
      Al di là di ciò, se non te l'ho già detto (ho la memoria corta...) benvenuta su Doppio Geffer con ghiaccio :)

      Elimina
    2. Grazie mille! Comunque per la cronaca... proprio stamattina arrivo dalla nonna e tràckete la piccola vomita per il mal d'auto :/ quindi la prossima volta me ne sto zitta. :D Ciao ciao!

      Elimina
    3. Ma come?!?! Mi dispiace :/ Comunque posso comprenderti, il mal d'auto non è il massimo....io c'ho il fidanzato che ci soffre tutt'oggi e ogni volta viaggiare con lui (se da passeggeri) è un trauma!

      Elimina
    4. Strano, di solito chi soffre di cinetosi se guida non sta male...

      Elimina
    5. Ma infatti ho scritto "da passeggeri" tra parentesi...forse mi son espressa male :D :D

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...