Social Cittadini


Dopo le mammine pancine, gli analfabeti funzionali e gli hater di qualsivoglia genere, grazie a Facebook e affini è stato possibile osservare la nascita di un'altra nuova categoria antropologica: i cittadini social. Per chi è del settore, i cittadini indiNNiati, honesti, coreti e chi più ne ha ne metta.

Sì, scritti proprio così.

Difatti, con l'avvento dei gruppi dedicati alla qualsiasi, si son pian piano sviluppati quelli riguardanti le regioni, le provincie e, soprattutto, le città di media o grande estensione.
Al suono di "Sei di Paese a caso se...", "Noi di Carrapipi" e quant'altro, degli orgogliosi cittadini han traslato la piazza del paese sulle piattaforme social. All'inizio, magari, con lo scopo primario di condividere notizie in merito al proprio hinterland e/o condividere vecchie foto in bianco e nero dei bei tempi che furono, per dimostrare quanto e come sia cambiato il paese.
Che fin qui, nulla da obiettare perchè si può definire una bella iniziativa.
Purtuttavia, con l'aumentare del numero degli iscritti, i post han assunto contorni più...più...più che non c'entrano un cazzo con l'origine della pagina? Ecco sì, il termine corretto credo sia proprio questo.
Ma, quale tipologia di strani individui si possono trovare in tali pagine/gruppi?
Analizzando quelli presenti nella pagina dedicata alla città in cui vivo e facendo un rapido sondaggio tra amici e conoscenti di altri paesi, le categorie di cittadini social son tante.
Tantissime.

-Cittadino Buongiornissimo kaffè: età compresa tra i 40 e i 60 anni, è l'esempio lampante dei C.O.C di cui già parlato nell'omonimo post.
Ogni mattina si sveglia con il pensiero fisso di augurare  il Buongiorno ai propri concittadini; ad ogni pasto non vede l'ora di augurare il Buon Appetito ai propri compaesani, chiedendo magari cosa mangeranno loro di buono.
Insomma, è convinto di esser nella propria pagina personale, non rendendosi così conto che sta solo intasando le bacheche altrui.

-Cittadino Domandino: non interagisce mai in merito a politica, cronaca, eventi e quant'altro possa esser condiviso sul gruppo. Però, nell'eventualità in cui debba acquistare qualcosa o cercare qualcuno, intasa il gruppo con domande del tipo: "dove posso comprare dei buoni cannoli?", "dove posso trovare un bel paio di jeans che mi stiano bene?" oppure "qualcuno mi può consigliare un bravo medico/meccanico/mago anti malocchio?". Taluni, almeno nel gruppo di cui faccio parte, son arrivati a chiedere consigli sulle marche di latte presenti in diversi supermercati della zona.

-Cittadino "Non ti scordar di me": questi è prevalentemente un emigrato in terre lontane che, alla soglia della pensione, sente il desiderio di ricongiungersi con tutti gli amici/conoscenti lasciati in patria. Conseguentemente, convinto che nulla sia cambiato negli ultimi 60 anni (non è più tornato dal giorno della sua partenza), con un dialetto ormai desueto misto ad un italiano improbabile chiede informazioni riguardo qualche vecchio compagno di scuola, qualche bar dove facevano buoni arancini, qualche locale chiuso da anni e anni.
Qualcuno, senza nemmeno pensarci su, arriva a chiedere se Mela, la prostituta del quartiere con cui perse la verginità a diciotto anni, sia ancora in attività.

-Cittadino "RIP": Sempre in prima linea quando si parla di morti, famosi o meno che siano. Che ne so, qualcuno pubblica l'articolo del giornale locale in cui appare il necrologio di un persona più o meno importante? Parte il "RIP" con annessa faccina triste.
Qualcuno condivide un post da analfabeta funzionale su cani eroici morti per salvare la vita a milioni di persone? Ecco il commento "RIP pikkolo angielo". 
Esiste pure la variante ipercattolica con tanto di preghiera per il defunto e invocazione di qualche Santo, Trinità e compagnia bella al fine di proteggere e sostenere la famiglia del compianto.

-Cittadino Analfabeta Funzionale: condivide di tutto sul gruppo per "svegliare i cittadini11!!". Post sulle scie chimiche, post su presunti massoni che governano il mondo, post contro i vaccini, post su improbabili parenti di politici che assomigliano, guarda caso, a qualche vip, post su rettiliani pronti ad invaderci...postano il tutto più e più volte nell'arco della giornata, preferibilmente con tanto di commento "OKKIO A VOI KE NON VOLETE KREDERCI11!!!".
Tuttavia, qualora qualcuno riesca a smontare la sua tesi con prove certe, si trasforma in hater come la signora citata in quest'altro post.

-Cittadino Hater: Se commenta un post, qualsiasi post, lo fa solo per sputare veleno.
Contro i concittadini, contro i politici locali e non, contro le donne, contro gli immigrati, contro gli animalisti e gli animali, contro i vegani, contro i medici, contro i suoi stessi parenti.
Un esempio? Ne ho parlato in questo post.

-Cittadina pancina: tali utenti non perdono occasione per lanciare accorati appelli per i propri figli; dall'eventualità remota che le scuole vengan chiuse per due gocce di pioggia (sia mai i figli si bagnino!), alla pulizia delle strade/dei parchi in cui i propri pargoli si riuniscono.
Ma non solo; toccano anche sicurezza stradale e decori urbani, passando addirittura sul controllo nascite canine e feline per i randagi del quartiere, i quali potrebbero portare malattie per i loro piccoli. Sembran quasi Hellen Lovejoy.

-Cittadino PR: probabilmente ricopre una carica sociale/politica che lo porta a dover trattare con molte persone. Conseguentemente, per pubblicizzare gli eventi da lui organizzati e/o i riconoscimenti ricevuti, pubblica sulla pagina della città 23450 foto del suo faccione con annesso messaggio promozionale.
Della serie "Sagra della cipolla caramellata ricoperta di zuccherini organizzata da me medesimo medesimatamente per i miei amati cittadini!!!111".
Guai a non dirgli quanto bravo sia stato.


-Cittadino indiNNiato: è stanco del mal governo, nazionale o locale che sia. E' stanco delle tasse, delle regole che deve rispettare e di chi invece non le rispetta. Stanco del baccano delle feste patronali, stanco del fatto che la città non faccia nulla di interessante per attrarre i turisti, stanco e, soprattutto, indignato.
Anzi, indiNNiato.
Così, un giorno sì e l'altro pure, riempie la pagina dedicata alla sua città di lamentele contro l'attuale amministrazione, preferibilmente rivolgendosi direttamente al Sindaco quasi come se stesse parlando con lui in persona. E nel momento stesso in cui qualcuno osa fargli notare che il primo cittadino può esser interpellato dal vivo in Municipio, inveisce contro chiunque non condivida il suo senso di indignazione al suono di "vi meritate questo schifo!".


-Cittadino politico mancato: Con una sintassi e una grammatica fuori dal comune (nel senso che riesce ad esprimersi senza strafalcioni, a differenza di buona parte dei presenti), si lancia in logorroiche catilinarie contro le amministrazioni attuali e/o personaggi ricoprenti cariche importanti.
Dati alla mano, pubblica documenti e statistiche, stime e decreti alla Azzeccagarbugli, per concludere il tutto con il suo personalissimo punto di vista.
Però nel momento stesso in cui qualcuno, concorde o meno con il suo pensiero, gli suggerisca di candidarsi alle successive elezioni comunali in modo da concretizzare quanto detto, confessa candidamente di non esser minimamente interessato alla politica.
Peccato solo che c'abbia frantumato i marroni con le sue proposte per una città migliore.
 
-Cittadino Smile: lui/lei non scrive; usa gli smiles.
Che sia un post serio o un post scritto dai concittadini sopracitati, ha sempre uno smile adatto.
Preferibilmente quel maledettissimo e odiosissimo Mugsy.

-Cittadino Artista: è un artista di dubbia o meno capacità. Canta, balla, dipinge, fa foto sfocate a lattine abbandonate su uno scoglio al calar del sole. Ma è anche un artigiano, un poeta, un filosofo. L'arte è potente in lui. Dunque, anziché aprire una propria pagina Facebook dove condividere le sue opere somme, cosa fa?
Quotidianamente posta le sue ultime creazioni sul gruppo cittadino, in modo tale che tutti possan godere della sua arte.


Ed in fine, ci son loro: i Cittadini Anonimi.
Con nomi fittizi e immagini prese da internet, tali personaggi hanno un solo scopo lì dentro; disturbare.
In modo goliardico o in modo molesto, trovano sempre il giusto spunto per dare il via a vere e proprie liti al suon di "lei è un cretino", "ma lo sa con chi sta parlando?!" e via discorrendo.
Nessuno sa chi sia, nessuno conosce il loro vero volto eppure tutti han a che fare con loro.
Forse personaggi locali di spicco che vogliono tastare il polso del pensiero comune o gente annoiata dalla vita, i Cittadini Anonimi son  il fulcro di molti gruppi giacchè, senza peli sulla lingua, esprimono il reale pensiero di tutti: gli iscritti son un pugno di lamentosi analfabeti che nella vita reale non fan nulla di quanto predicano sul web.


Difatti ciò che accomuna gran parte di codesti individui è proprio l'esser dei leoni da tastiera; criticano il comportamento dei concittadini, si lamentano delle amministrazioni passate e presenti, si indignano per il degrado urbano e sociale in cui vivono ma son i primi a non alzare un dito.
Salvo per cliccare su "Condividi", "Mi piace" e "Commenta".
Insomma, son tutti dei Napalm51.

Solo che quest'ultimo non sbaglia mai un congiuntivo. Loro, invece...
"anno fato l'universita della vita e ci avrebbero li nteligenza della strata".

Commenti

  1. Mi hai fatto letteralmente morire dal ridere.
    Troppo, troppo realistica.
    Però io avrei dedicato un pensiero anche a quelli che pubblicano le foto dei bambini malformati con la classica dicitura "Quanti like per me? Kondividi se hai un Quore!!". 😂😂
    Complimenti per il blog. Molto carino. Passa a trovarmi se ti va.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti e son contenta di averti strappato una risata, ma non è merito mio! Alla fin fine ho solo riportato ciò che realmente vedo nel gruppo Fb dedicato alla città in cui vivo :D E lì, strano a dirsi, nessuno ha pubblicato fino ad oggi le foto dei bambini "Kondividi se ai un Quore", benchè alcuni dei miei contatti privati lo facciano intasandomi comunque la bacheca -.-
      Al di là di ciò ti do il benvenuto su Doppio Geffer con ghiaccio :)

      Elimina
    2. Perché, quelli che su G+ mettono le foto di cani randagi e scrivono l'insopportabile "solo chi ha un cuore capirà e condividerà"?

      Elimina
    3. Ad esser sincera utilizzo pochissimo G+, quindi non c'ho mai fatto caso :D Però,se ti consola, anche su Facebook accade la stessa identica cosa e non solo per i cani randagi!

      Elimina
    4. Ma in questi giorni va più di moda la foto del politico di turno, con la scritta "Condividi se vuoi un governo!".
      Che scemi che siamo.
      Basta così poco per fare il governo e questi perdono tempo.....

      Elimina
    5. Ci vuole un governo eletto dal popolo 1!!!! No dai politici falzxiiii!!! xD

      Elimina
  2. Verissimo, quadro perfetto di quei gruppi!
    Le mamme sono le peggiori, fissate al massimo.
    Poi aggiungo: cittadini poliziotti, che vogliono sostituirsi agli investigatori.
    Ronde contro i ladri e via dicendo.
    E cittadini del vanto e dell'autovanto.
    I primi sono quelli che pubblicano articoli e video dove appare qualcuno del paesello, che ha fatto successo. Tipo: Mario Rossi di Paesello oggi sul Messaggero con la sua idea milionaria. E ovviamente i commenti sono: "bravissimo" "sempre creduto in te!" "Paesello è fiero di ragazzi come voi", quando dal vivo fino a un anno prima "sto frocio!" "pezzo di merda!" "quel ritardato!".
    I secondi, gli auto-vanto, sono quelli che pubblicano le stesse cose ma... riguardano se stessi o peggio I PROPRI FIGLI.
    Esempio: mio figlio, cittadino del Paesello, ha scoperto la cura contro il cancro. Foto con articolo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna da me non si parla di ronde, ma ammetto di aver dimenticato i cittadini Rambo, ovvero quelli che commentano a suon di "datelo a me che gli faccio rimpiangere il giorno in cui è nato" (ho usato l'espressione più pulita, credimi) i post dedicati a qualche delinquente arrestato/latitante, a qualche "immicrato violentatore" (aka: articoli bufala) ecc...
      Per quelli del vanto e dell'autovanto, diciamo che li ho racchiusi nel cittadino artista (da me c'è una scuola "per talenti", quindi immagina quante volte pubblicano i video delle loro performance canore e sonore) e nel Pr, ma ho dimenticato il cittadino giornalista locale che pubblica i propri articoli incentrati sulla signora Assuntina, vecchietta di 100 anni che ricorda ancora quanto costavano le caramelle di carrubba nel bar in culo al paesello...

      Elimina
    2. Vabbè, i Rambo (da tastiera) sono mitici.
      Poi li vedi in giro e sono cacasotto.
      Sì, i cittadini artisti racchiudono un po' tutto... ovviamente ancor di più chi mette foto di scorci o foto vintage... quelli sono immancabili.

      Moz-

      Elimina
    3. Nel gruppo della mia città abbiamo il pittore che fa quadri oggettivamente insignificanti e l'artigiano che costruisce presepi strani. Ho detto tutto :D

      Elimina
  3. Hai inquadrato il problema in modo incantevole. Sai cosa c'è invece di bello in questo genere di pagine (e che ho imparato dal fumettista Daniel Cuello)? Spiare un paese lontano lontano. Tipo in Nebraska. Nello specifico Burwell. E restare aggiornati su chi ha vinto l'ultimo rodeo, il torneo di pesca della carpa e quando sarà l'inaugurazione dell'officina meccanica... E poi ti accorgi che davvero tutto il mondo è paese :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non c'avevo mai pensato?? Il problema è che molti di questi gruppi son solo per invito o per iscrizione e dato che appare tra le mie info personali che non son di tale luogo, è ben probabile che non mi accettino :/ Però, parlando con alcuni colleghi di altri paesi (sempre e comunque italiani) m'han confermato che queste tipologie di utenti son ovunque e anzi, da paese in paese spunta anche una categoria bonus (esempio: il complottista di paese, lo scemo del villaggio, il prete che fa le prediche online ecc...) :D

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I PIU' LETTI