Tag: La prima volta non si scorda mai e.....

...no, non parlo di quello!
Ehh, ti conosco mascherina che sei giunta qui con la faccia da furbetta ipotizzando una svolta hot per questo blog.
Invece ciccia, qui si parla di altre prime volte. 
In più, stando relegata in casa a studiare, non è che abbia molto di nuovo da dire, perciò....
Perciò via con il post ammazza buchi, ovvero il tag post!
Per gentile concessione di Riky dell'omonimo bazar, il post in questione riguarda effettivamente tutto ciò che per la prima volta ho fatto/comprato/visto durante i primi anni della mia vita.
Giusto per raccontare qualcosa in più della mia persona così anonima e discreta.
Are you ready?

1)Il primo giorno di scuola: scavando tra le polveri del passato, pare ci sian stati due "primo giorno di scuola" importanti: il primo alla scuola materna e il primo alle elementari.
Per quello riguardante la scuola materna, fonti certe (mia madre) sostengono che entrai in aula con fare spavaldo dicendo "zitti tutti, son arrivata anche io finalmente!"; per il secondo caso invece debbo dire che non ricordo nulla di così eccezionale, anzi.
Molti dei compagni di classe eran già miei amici dai tempi della materna, le maestre le conoscevo già in quanto colleghe di mia madre e sapevo già scrivere e leggere da oltre un anno.
Ecco, il mio primo giorno di scuola elementare (e tutto il primo anno) è stato per me noioso, ripetitivo.

2) Il primo libro: come già detto in un altro post, il primo libro letto è stato "Le fiabe di Richard Scarry", divorato con calma durante l'estate precedente al primo giorno di scuola.

3) Il primo ceffone ricevuto: stando a fonti video (la VHS del mio primo compleanno, nemmeno a farlo di proposito), il primo ceffone (in realtà schiaffo sul pannolone) me lo diede mio padre dopo che distrussi i fiori che portò a mia madre per ringraziarla di avermi messa al mondo.
Oh, che posso farci se m'ero impuntata che qualsiasi cosa colorata entrasse in quella casa quel dì, fosse solo ed esclusivamente per me?

4) La prima gita scolastica: mmhh questa è difficile. Credo sia stata una gita in prima elementare dove ci portarono a vedere il busto di un illustre personaggio locale. Busto che si trovava a pochi chilometri dalla nostra scuola, ma che raggiungemmo comunque grazie al pulmino scolastico.

5) Il mio primo cd: taroccato o no? Perchè il primo cd taroccato fu dei Backstreet Boys, masterizzato da mia cugina nel lontano 1999. In merito al primo cd originale beh, di chi poteva essere se non dei Lunapop?

6) La prima volta al cinema: fu per il Re Leone della Disney. Avevo poco meno di 5 anni ed ero talmente assorta dal cartone animato da non ricordare, fino a pochi mesi fa, il fatto che con me ci fossero anche i figli di un'amica di mia madre. E per la cronaca, uno di questi bambini è stato pure mio compagno di classe!

7) Il primo dvd: quando i dvd spopolarono, mio padre ne comprò a iosa. Talvolta anche 3 o 4 contemporaneamente, quindi non posso dire di ricordare specificatamente il primo. Forse è stata la trilogia di Star Wars (sia io che mio padre ne siam appassionati) o forse il cofanetto con le opere di Bruno Bozzetto. 

8) La prima volta allo stadio: è stata...pochi anni fa! Ne ho parlato proprio in questo post.

9) La prima volta all'estero: fu durante la gita dell'ultimo anno, con meta la città di Praga.
Una gita ricca di freddo, alcool, gente che per fortuna non fa più parte della mia vita e professoresse brille!

10) Il mio primo concerto: dai, questo lo sanno tutti. Ma è stato il concerto dei Lunapop, è ovvio!!!

11) La mia prima pizza: ahia, questa non la so. Cioè, andando in dietro nel tempo la pizza più "antica" che io ricordi è quella di una pizzeria d'asporto vicino la prima casa in cui ho vissuto.
Pizza per la quale stravedevo perchè, secondo il mio esperto gusto di seienne, era la "più buonissima assaissimo del mondissimo".

12) La prima cena al ristorante: secondo fonte certa (sempre mia madre), fu quando avevo 2 anni o poco più, in un locale dove preparavano delle bistecche spettacolari e, stando sempre a quel che lei racconta, la sua era talmente buona che...ne mangiai più della metà, sotto lo sguardo meravigliato del proprietario.

13) La prima gelateria e il primo gelato: a differenza della pizza, questo lo ricordo benissimo! Era sita di fronte casa di nonna e ogni pomeriggio d'estate, m'affacciavo dal balcone aspettando che la proprietaria uscisse fuori per fumare la sua solita sigaretta. Alla terza boccata, emettevo un colpo di tosse per farmi notare così che lei, dopo avermi salutata, ponesse la solita domanda di rito; "Hai fatto merenda, cicitta?". Fatta o non fatta rispondevo di no, perchè sapevo che sarebbe rientrata in gelateria per preparare un cono alla fragola solo per me e che me l'avrebbe portato fin sotto casa.
Tradotto, dai miei 2 anni ai miei sei anni ho mangiato gelato gratis.

14) Il primo grande amico: nel mio caso amica, ma mi avvalgo della facoltà di non rispondere in quanto ormai non ci frequentiamo più.

Ma di prime volte, nella mia vita, ce ne son state tante e tante altre; il primo bagno a mare, la prima volta su gli scii, la prima volta sulla moto di papà. La prima cotta, il primo bacio e la prima grande delusione d'amore. La prima nota sul diario, la prima grossa marachella, il primo impatto con la morte di qualcuno a cui volevo bene. 
La mia prima volta sul palco, la mia prima poesia, la mia prima cintura a karate, la mia prima caduta in bici. 
E poi la mia prima volta da "signorina" (le mestruazioni maledette), il mio primo giro in motorino, il primo cellulare, il primo socialnetwork al quale mi son iscritta, la prima delusione da parte degli amici che credevo fidati.
Il primo giorno di università, il primo esame e la prima bocciatura, il primo giorno al CNR.
Non dimentichiamo anche il primo giorno in cui incontrai quella povera anima che chiamo il mio fidanzato, con tutte le nostre "prime volte" insieme.
Sì, insomma, la vita è una catena infinita di prime volte; alcune banali, alcune importanti, ma son sempre le prime. Le prime di una lunga serie, felice o meno che sia.
Con quel sottile velo di emozione, paura, insicurezza e voglia di dimostrare sia a sè stessi che a gli altri quanto davvero si valga.
Con quell'adrenalina in corpo che ci obnubila il cervello.
Come il primo post, il primo blog, la prima collaborazione.
E perchè no, come la prima figura di merda.
La prima di una lunga, luuuunghissima serie infinita. Che quelle, modestamente, non mancano mai.

Commenti

  1. Ecco, noi non avevamo una VHS, quindi non ci sono questi momenti "in movimento" per cui non ho prove che mi aiutino a ricordare certi momenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti direi di chiedere ai tuoi genitori (specie la mamma) ma se son come i miei che negano di avermi mai dato uno schiaffo...non ci concluderesti molto xD

      Elimina
    2. No, infatti, non ricordano un ciufolo o comunque mistificano la realtà :D

      Elimina
    3. Esatto! Della serie "io ero un genitore amorevole mentre tu eri un piccolo mostro in erba!"...almeno, così dice mia madre :D

      Elimina
  2. Fantastico il tuo ingresso alla materna. Io ho diversi ricordi di quegli anni, ma non il primo giorno.

    In effetti il primo cd successivo all'acquisto del lettore cd fu un doppio cd tarocco con canzoni varie XD ce l'ho ancora ed è uno dei migliori che ho. Anche mia sorella aveva il cd dei lunapop!

    Il re Leone ho un dubbio: l'ho visto al cinema? Di sicuro l'ho rivisto a casa di una mia amica, alla sua uscita in vhs. Lei andava matta per quel film!

    Gentilissima la tua gelataia di fiducia..una bella fortuna ahah

    Grazie per la citazione e brava anche ad aver recuperato i miei bonus rispetto al tag originale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ingresso in sè alla materna non lo ricordo (me l'ha raccontato mia madre) ma di quel periodo ho diversi ricordi :) E beh, ero un poco movimentata.... per la mia gelataia che dire? Era una santa! Il suo locale era piccolino (il classico bar da paese, di quelli con arredo anni 70 al massimo) ma faceva un gelato alla fragola eccezionale! E quando chiuse perchè si ammalò di cancro, decisi di non mangiare più gelato alla fragola. Cosa che ancora oggi faccio :) Ovviamente credo che poi mia nonna pagasse tutti questi coni gelato, ma voglio continuare a credere che me li offrisse in quanto la cocca del paesello (dove abita mia nonna l'età media è 70 anni, fai te...)

      Elimina
  3. I lunapop! <3 Sono stati anche per me una prima volta per quanto riguarda i cd!
    Comunque complimenti a te per la memoria io molte prime volte con sommo dispiacere le ho proprio rimosse. Un bel peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto che per alcune cose ho usato mia madre come "cassetto dei ricordi" , un po' per confermare qualche nebuloso ricordo e un poco per scoprire cosa sia successo :D Salvo dal cd in poi ovviamente!
      Comunque benvenuta su DoppiO Geffer con ghiaccio :)

      Elimina
    2. Ecco il trucchetto! Brava, comunque! Ti seguo volentieri. :)

      Elimina
    3. Ehehehe, le mamme servono anche a questo :D Grazie e ricambio :)

      Elimina
  4. Il primo CD che girò per casa mia fu purtroppo WWW mi piaci tu dei Gazosa. Ma il mio primo vero CD è stato Making Movies dei Dire Straits. Invece il mio primo film è stato Red e Toby Nemiciamici: probabilmente in quel cinema lo stavano ridando per qualche ragione, essendo uscito nel 1981, e io l'avevo visto quando avevo cinque o sei anni (fine anni Ottanta, quindi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, il cd dei Gazosa è una coltellata al cuore! xD Ok che Cremonini non è Freddie Mercury o Joe Cocker , ma meglio di loro di sicuro :D Comunque non sapevo che Red e Toby fosse così "vecchio" o.O Ero convinta fosse uscito a metà anni '90!

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...