Il punto croce della situazione

Manca poco alla notte più temuta ed attesa dell'anno. No, non parlo del Capodanno (non scherza nemmeno lui...) nè, tanto meno, del giorno che oramai divide l'Italia tra i pro-Halloween e gli "Allouin è la festa del demonio1111!!"; parlo del cambio dell'ora.
Quel momento di puro scombussolamento del proprio bioritmo che, immancabilmente, si presenta due volte l'anno.
Ora solare e ora legale. Un'ora in più e un'ora in meno. Sempre quando finalmente sei riuscito ad adattarti all'orario precedente. Sempre quando hai così tanti pensieri per la testa da non avere nemmeno il tempo di guardare l'orologio.
Eppure ci tocca. E mi tocca, regalandomi ore in più per dormire/studiare. 
Anche perchè cos'altro potrei fare nell'attesa di sapere se il mio tutor sia ancora vivo?
Dunque, tra un chilo di libri e un quintale di ansia, questi ultimi giorni di Ottobre stanno scorrendo tutti uguali; pioggia, allagamenti, caldo anomalo e pigiama saldato al mio corpo.
Se non fosse per il mio ragazzo e per il mio nipotino duenne sempre pronto a mandarmi bacetti via Skype, non distinguerei l'oggi dal domani.
E così, ovviamente, non ho nemmeno uno spunto per qualche post. Neanche una nuova ricetta da pubblicare come quella degli arancini o aggiornamenti di vario genere sulle mie innumerevoli gaffe. Anche perchè che gaffe dovrei fare a casa? Confondere la lavatrice con la lavastoviglie e infilare i piatti dentro l'oblò?

Ok, ma tutto questo preambolo, questo giro immenso che solo il navigatore di Google Maps riesce a farci fare, a che serve? A niente, salvo lo spiegare il perchè il post di oggi altri non è che un post "tappa buchi".
Translate, traggo spunto dal blog di MikiMoz (che ha a sua volta tratto spunto dal blog 
Hand of Doom) per fare il "Punto della situazione" sulla mia vita, sul mio futuro, su quanto mi costerà cambiare la lavatrice dopo che un pezzo di bicchiere si è incastrato nel cestello.
Are you ready?

VITA PRIVATA
Mmhh, da dove iniziare? Sotto il punto di vista sentimentale, come avrete notato nei post precedenti, è tutto nella norma. Siamo sempre due corpi e uno stomaco senza fondo, con un pizzico di mani bucate. Ma, tuttavia, sotto il punto di vista generale posso dire che fino ad oggi la situazione non è stata delle migliori; la morte del mio cane, il desiderio altalenante di voler riallacciare i rapporti con persone che comunque non hanno dato modo di dimostrarmi la stessa intenzione, la nascita lenta di nuovi giri d'amicizie e la rottura di vecchi gruppi...troppe cose, troppi colpi inferti. Più tanto sclero in famiglia, modestamente. 

BLOGGING
Tra qualche mese questo spazio compirà la bellezza di 7 anni. Anni in cui è cambiato sotto il punto di vista grafico, ha visto apparire e sparire post forse un poco troppo personali e mi ha dato modo di conoscere tante persone diversamente simili a me.
Gente con cui chiacchierare del più e del meno, gente con cui ridere e riflettere, gente con cui vorrei prendere un caffè reale e non un kaffèè1!! virtuale.
Con tutto ciò negli ultimi anni, complice l'Università e tanto altro, non ho avuto modo di dedicarmi come si deve nè al suo pubblico (vecchio e nuovo) nè  al suo "rappresentarmi a pieno" sia in fatto di contenuti che di aspetto grafico. Spero però di riuscire a racimolare un poco di tempo per migliorarlo lì dove possibile.

LAVORO
Attualmente il mio unico lavoro è studiare. Studiare, piangere sui libri, stalkerare il mio tutor e fare la Cenerentola occasionale in casa.
Con la speranza vana che tutto questo un giorno mi porti ad avere un lavoro vero, e che mi renda quantomeno soddisfatta delle pene vissute fino ad ora.

SALUTE
Allora....! Una domanda del genere, per una ipocondriaca, è pericolosa! Perchè? Perchè sebbene attualmente non abbia alcun malanno particolare (tocco ferro in tutti i suoi stati di ossidazione possibili ed immaginabili), al pensiero di dover tirare le somme su come sto/mi sento, io....io entro nel pallone. Sto bene? Pare di sì, ma chi mi dice che non abbia qualcosa di asintomatico? Sono felice? E che ne so!!! Potrei avere un qualche disturbo psicologico che mi faccia credere di esserlo quando invece non lo sono! Ansia!

PROGETTI
Il mio unico progetto, per il momento, è riuscire a iniziare il tirocinio. A seguito di ciò dare le ultime materie e laurearmi, in modo da incominciare la specialistica e, se possibile, concedermi qualche giorno di totale relax per andare a trovare il mio nipotino prima del suo diciottesimo anno di età.
Ma, ovviamente, ad ogni mio progetto corrisponde un problema eguale e contrario, quindi attualmente vivo molto alla giornata.

In fine, il "bonus" Doppio Geffer:

PENSIERI
In quest'ultimo anno ho pensato tanto. Forse anche troppo. Ho pensato al mio futuro e al futuro del blog. Ho pensato in positivo e ho pensato molto spesso in negativo. Ho pensato di non farcela pur riuscendo nell'impresa del momento e ho pensato di farcela a colpo sicuro fallendo invece miseramente.
Ho pensato di dare una svolta radicale nella mia vita, ma ho anche pensato che non saprei proprio da dove iniziare. Ho pensato di emigrare, di rimanere, di ricominciare, di lasciar stare.
Ho pure pensato di andare da uno strizzacervelli per curare la mia dannata ipocondria, perchè sebbene ci scherzi su non è mica così divertente starmi vicino.
Ma tra tutti questi pensieri, voluti o meno, tra i pensieri dell'inconscio, del subconscio, dell'Es e dell'Io....tra i pensieri da adulta e i pensieri da eterna bambina, uno più di tutti mi tormenta l'animo:

CHE STRACACCHIO DI FINE HA FATTO IL MIO TUTOR?!?!?!?

E voi? A che punto della situazione siete?

Commenti

  1. Persino i tuoi post tappabuchi mi fanno ridere.
    Comunque in piatti in lavatrice dovresti metterceli. Sarebbe divertente.
    Poi potresti fare un puzzle col tuo nipotino per ricostruire i cocci.
    Pensa che giochino alternativo.
    Ahahah
    Comunque il tutor sicuramente non legge il tuo blog. Se no non oserebbe sparire... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia un bene che non lo legga, altrimenti sarei costretta a cambiare tutor!

      Elimina
  2. Due corpi e uno stomaco bucato senza fondo con un pizzico di mani bucate: ahhah, mi ha fatto svenire questa definizione :D.

    Condivido la tua risposta sulla salute, anche a me dà ansia parlare della mia salute :D perché dico sempre che porta sfiga :D.
    Comunque la maggior ansia me la dà l'idea di pensare alla vita dello studente universitario, nono, non la rimpiango proprio. Il tuo tutor? E' alle Seychelles! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda che siamo davvero così :D Per il mio tutor....non poteva portarmi con lui?!?! =°°

      Elimina
  3. Ahaha come sempre sei presissima da questioni di studio, tesi, tirocini. Ti ho conosciuta così e così continuerò a conoscerti (vuoi scommettere che insegnerai?) :p
    I rapporti con la gente non sono mai facili, ci sta...
    Per il resto, basta esami nelle date rosse e in bocca al lupo per tutto! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, ti dirò; l'idea di insegnare non mi alletta, salvo insegnare all'università! Ma solo perchè c'è un rapporto diverso con gli studenti (se si son iscritti in quella data facoltà è perchè interessati a gli argomenti, non perchè costretti a causa dei programmi scolastici) e forse un buon insegnante all'università vale più di un buon insegnante al liceo.... però è ovvio che ci vuole tanta ma tanta raccomandazione :D E io non son raccomandata nemmeno alla posta quando faccio la fila! xD
      Aspe, ma di quali esami nelle "date rosse"parli?

      Elimina
  4. Ciao. Ti scrivo a nome del gruppo terroristico Al Kamurria. Il tuo tutor l'abbiamo preso in ostaggio noi. Se vuoi rivederlo, ci devi pagare con un rifornimento di pasta con le sarde, cassata, brioche e granita, e pane e panelle. Gli arancini invece puoi tenerteli. Come prova del fatto che siamo gente che non scherza, sappi che siamo pronti a usare su di lui del monossido di diidrogeno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. xD Al Kamurria è bellissimo, ma la"camurria" è palermitana, non catanese :P Così come pane e panelle :D Posso pagarvi in comode rate di parmigiana???

      Elimina
  5. Io una volta in un momento della vita tipo il tuo ho infilato la biancheria nel frigo. E qui chiudo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va beh dai, se l'hai fatto d'estate hai una buona scusa! Una mia amica, durante le estati più torride, lo faceva di proposito con la biancheria intima per avere "tutto più fresco" ;D

      Elimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...